La gioia di Guardiola il Grande
nel veder giocare l’Atalanta

L’Atalanta ha già vinto. Badate bene, non siamo improvvisamente impazziti ma l’Atalanta di Gasperini ha già vinto. E ve lo spieghiamo in modo semplice, usando le parole dell’allenatore più bravo del mondo (Guardiola) che lunedì in conferenza stampa ha sancito il successo della compagine orobica. Certo, questa sera alle 21 ci sarà la sfida impossibile all’Ethiad di Manchester davanti a quasi tremila bergamaschi al seguito, ma l’impresa è di quelle enormi. Da pensare ancora prima che da fare.

 

 

La gioia di Guardiola nel vedere la Dea. “Per una squadra come l’Atalanta, fare quello che ha fatto lo scorso anno è incredibile. Come vincere un campionato con una grande squadra. È una gioia vederli giocare, hanno coraggio e rispetto la tifoseria cercando sempre di andare in avanti, attaccando e saltando l’uomo, prendendo sempre tanti rischi”. Con queste parole dette da Guardiola in conferenza stampa è arrivata per la Dea la prima conferma di come ormai anche a livello europeo la considerazione dei più grandi è altissima. La squadra nerazzurra arriva alla gara contro il Manchester City con tutti gli sfavori del pronostico, ma il mister avversario pronuncia parole che non sono di circostanza. Il City si aspetta una Dea che attacca a tutto campo, una squadra che si prende dei rischi e che prova continuamente a fare calcio. A immagine e somiglianza del suo allenatore. Sapere che anche a livello internazionale c’è questa convinzione è qualcosa di davvero gratificante.

 

 

Ancora Guardiola: due squadre con tanto coraggio. “Siamo due squadre che hanno tanto coraggio, dovremo adattarci a quello che fanno. Mi auguro che loro possano adattarsi. Sarà una partita aperta, noi concediamo e facciamo tanti gol. Sarà uno spettacolo, una festa per il calcio”. Sempre il mister dei Citizens ha parlato in questi termini di come si aspetta l’Atalanta stasera in campo. Il Manchester deve adattarsi all’Atalanta? Il mister del City parla di coraggio comune alle due squadre? Gasperini, qualche ora dopo, ha parlato della partita come di una grande occasione per crescere cercando di fare una grande gara, ma è chiaro che più del risultato questa sera conti la prestazione e la capacità dei nerazzurri di riproporre in campo la stessa filosofia che ammiriamo in campionato.

 

 

Le ultime da Manchester: pochi dubbi. Senza Palomino e Kjaer che sono rimasti a Bergamo per qualche problema fisico, in difesa davanti a Gollini le scelte sono praticamente fatte e dal primo minuto ci saranno Toloi, Djimsiti e Masiello. I centrocampisti saranno da destra a sinistra Castagne, Pasalic, de Roon e Gosens con Gomez a supporto del tandem d’attacco formato da Muriel e Ilicic. Lo sloveno è in vantaggio su Malinovskyi per una maglia da titolare ma siamo al ballottaggio.
Dal punto di vista climatico, Manchester è una città fredda anche se non sono ancora arrivate le temperature polari dell’inverno. Lo stadio del City è immerso in una cittadella dedicata a tutte le squadre giovanili dei Citizens che giocano e studiano a due passi dall’impianto dove Aguero e De Bruyne ogni settimana trascinano i compagni alla ricerca del successo. Qui è tutto troppo grande per l’Atalanta ma l’imperativo è fare il massimo per fare una bella figura e magari punti che sarebbero magici.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.