Le parole di Ilicic sul futuro
Tanto rumore, ma la Dea c’è

Josip Ilicic è un personaggio particolare. In campo e davanti ai microfoni, il numero 72 sloveno è sempre imprevedibile e dopo aver dichiarato al termine di Atalanta-Sassuolo che sarebbe rimasto a Bergamo al 100 per cento, una serie di risposte date giovedì all’emittente slovena Ekipa24 hanno fatto parecchio rumore e i tifosi sono preoccupati. La nostra interpretazione? Si tratta di uno strano modo di chiedere un ritocco al contratto ma i concetti espressi non sono tutti da buttare. Anzi.

 

 

Cosa ha detto nell’intervista. Ilicic ha parlato al portale sloveno Ekipa24 della malattia di inizio stagione, della straordinaria impresa fatta con l’Atalanta e di come la squadra di Gasperini sia qualcosa di molto particolare nel panorama calcistico italiano. Poi ha affrontato con serenità e con parole semplici il tema legato al suo futuro. «In questo momento – ha dichiarato -, non mi occupo molto di queste cose. Il mio manager sta seguendo tutto, di certo alcune cose posso dirle. Se rimango all’Atalanta, voglio che la squadra migliori e diventi molto più forte. Non parlo per forza di vincere un trofeo, ma della possibilità di continuare a lottare per le posizioni di vertice. Il mio manager incontrerà i dirigenti della Dea e, se i programmi saranno questi, io sarò molto contento. In caso contrario, valuterò le alternative. Devo scegliere bene, in modo da poter dare più certezze possibili alla mia attuale situazione di carriera e ottenere il più possibile».

Il campione atalantino ha poi aggiunto. «È difficile parlare di questa cosa. Capisco che il presidente dell’Atalanta voglia la mia permanenza. Ho letto le sue dichiarazioni, hanno confermato l’allenatore Gasperini e questo mi piace molto, e tutti vogliono tenermi. Lo capisco. Ma sono nella fase della carriera in cui non ho molto tempo per giocare al più alto livello, ho raggiunto un punto in cui devo giocarmi tutte le possibilità. Ne sono consapevole più di ogni altra cosa e devo pensarci. Voglio restare in Italia, se dovessi andare via sarebbe solo per andare a migliorare rispetto a una formazione che è già molto in alto. Il Napoli? Non faccio nomi, fino a che non ci sono i contratti firmati sono solo parole».

 

 

Perché bisogna essere contenti. Le parole di Ilicic, considerando che siamo di fronte a un atleta classe 1988 che a gennaio compirà 32 anni, sono in linea con i progetti di chi è consapevole di non avere ancora molto tempo per provare a conquistare qualche trofeo e grandi soddisfazioni nel calcio. Non va dimenticato però che lo stesso Ilicic ha rinnovato il contratto con l’Atalanta fino al 2023 nel mese di marzo e che dopo la gara contro il Sassuolo che ha sancito la qualificazione alla Champions League della Dea è stato lui a dichiarare: «Resto al 100 per cento». Il tifoso può restare inizialmente spiazzato dalle ultime dichiarazioni Ilicic, ma a ben guardare anche lui vuole quello che vogliamo tutti: l’Atalanta sempre più forte. Sono concetti simili a quelli espressi da Gasperini, parole pesanti di uno dei giocatori più importanti del gruppo che però ha lasciato trasparire la volontà di confrontarsi e non quella di rompere ogni rapporto per andare a giocare nel Napoli. Ilicic per la verità ha pure ventilato un’ipotesi Juventus, pur ammettendo che i bianconeri hanno altre strategie, ma la sensazione che si tratti di una tempesta in un bicchier d’acqua è fortissima.

 

 

Vuole un aumento? Ecco come può finire. Tralasciando il numero dei giocatori che Ilicic vorrebbe in rosa (nemmeno Barcellona e Real Madrid hanno trenta giocatori di valore assoluto), le parole del “marziano” sono quelle di un calciatore ambizioso e che vede avvicinarsi la fine della carriera, ma ci sono una serie di elementi che giocano a favore della sua permanenza a Bergamo. Ad esempio, con l’Atalanta Ilicic giocherebbe la Champions League da protagonista, mentre nessuna delle altre tre squadre italiane potrebbe garantirgli la stessa cosa. Giusto attendere gli eventi, ma per l’Atalanta Ilicic non è sul mercato. E poi c’è un contratto appena rinnovato. Il Napoli, secondo le voci, gli avrebbe offerto 2,5 milioni, forse con la Champions Ilicic vorrebbe avvicinarsi, per quanto possibile, a quella cifra. Restando a Bergamo.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.