Si va verso il tutto esaurito
per la sfida contro il Sassuolo

La sensazione, leggendo i commenti su social e ascoltando i discorsi dei tifosi atalantini per strada e al bar, è netta. Il pubblico nerazzurro non vede l’ora che arrivino le 18 di sabato prossimo: Atalanta-Sassuolo è iniziata al fischio finale di Inter-Sampdoria. La vittoria dei blucerchiati a San Siro ha permesso alla formazione di Gasperini di restare da sola al quinto posto e la voglia di festeggiare contro la formazione emiliana il 19esimo successo in campionato è totale.

 

 

Oltre 4.500 biglietti venduti, verso il tutto esaurito. I primi dati relativi al numero di biglietti venduti confermano la tendenza delle ultime gare giocate a Bergamo. Quando mancano ancora due giorni pieni alla sfida, i biglietti venduti sono già oltre 4.500 che sommati ai 10.872 abbonati porta il totale dei presenti allo stadio a più di 15 mila. Considerando che la capienza effettiva è di circa 20.881 posti, restano a disposizione degli appassionati meno circa 3.800 biglietti, oltre ai duemila che per ogni gara sono a disposizione dei tifosi ospiti. La cornice di pubblico sarà quella delle grandi occasioni, il momento della squadra è incredibile e la voglia del popolo atalantino di spingere Gomez e compagni sempre più in alto in classifica potrebbe davvero fare la differenza. Contro il Pescara, dopo il 7-1 di San Siro, allo stadio c’erano 17.844 spettatori e nella precedente sfida interna contro la Fiorentina si era arrivati addirittura a quota 18.919. Il record stagionale, destinato ad essere battuto contro Juventus o Milan ma anche Atalanta-Chievo in programma all’ultima giornata, è una gara da tutto esaurito.

 

 

Allenamenti a Zingonia: Gasperini non molla. I lavori a Zingonia procedono intanto senza nessun problema. Il tecnico di Grugliasco, nonostante contro il Sassuolo si giochi di sabato, ha lasciato comunque il lunedì libero ai suoi giocatori ma fin dalla ripresa di martedì il lavoro è ricominciato a pieno regime. La prima seduta che si è svolta al centro Bortolotti è durata oltre due ore, i giocatori hanno sostenuto un allenamento molto intenso a testimonianza di come la volontà di tutti sia quella di spingere al massimo fino all’ultimo giorno. Dal punto di vista fisico, l’Atalanta continua a giocare con un’intensità da applausi, sia in casa che in trasferta. Questo è il momento in cui storicamente le formazioni di Gasperini danno fondo a tutte le forze per il rush finale, ma fa sinceramente impressione vedere un gruppo che ormai da mesi tiene ritmi così alti non tradire il minimo segno di cedimento. Le prossime settimane saranno toste anche dal punto di vista climatico, il caldo inizierà a condizionare le partite e quindi è doveroso farsi trovare pronti.

 

[Foto della pagina Facebook dell’Atalanta]

 

Spinazzola allo Store: «Dipende tutto da noi». Il laterale di Foligno, Leonardo Spinazzola, è stato ospite mercoledì sera del consueto incontro settimanale con i tifosi organizzato dalla società allo store di via Tiraboschi. In tanti sono arrivati per salutarlo e incoraggiarlo e le sue dichiarazioni alla stampa confermano come la parola Europa sia ormai una specie di mantra: «Mancano ancora otto partite, lottiamo con le grandi ormai da ottobre e non possiamo dire che siamo vicini all’obiettivo. Andiamo avanti una partita alla volta, ora c’è il Sassuolo e poi la Roma: la sfida diretta con il Milan è ancora lontana ma dipende tutto da noi». Sabato alle 18 la formazione orobica è attesa dalla sfida agli emiliani neroverdi e Spinazzola, fresco esordiente in Nazionale, è certo che ci siano tutte le possibilità di fare bene: «Il Sassuolo è una squadra forte tecnicamente, hanno tanti giovani, ma se giochiamo come sappiamo sono convinto che possiamo ottenere risultato pieno. La Nazionale è stata una bella soddisfazione ma ora devo fare il massimo per rimanerci. La Juve? Ho un altro anno a Bergamo, penso solo a chiudere al meglio questo campionato».

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.