Spinazzola, Freuler, De Roon
La vittoria dei tre gladiatori

Trascinati da Freuler, de Roon e Spinazzola, con una vittoria maturata nel finale grazie all’assist di Ilicic per il centrocampista olandese e nonostante un Papu Gomez ancora una volta protagonista negativo per l’occasione fallita nel primo tempo, i nerazzurri hanno offerto anche a Bologna una buona prestazione collettiva, anche se non scintillante come in altre occasioni. Tanti applausi comunque per la sostanza di un gruppo ormai consapevole dei propri mezzi e pienamente in corsa per un’altra qualificazione europea.

 

 

Berisha 6: prima parata (semplice) al 30’ su zuccata di Avenatti, non deve quasi mai intervenire per tutta la sfida e nel complesso è sicuro quando viene chiamato in causa nelle uscite.

Toloi 6: meno preciso di altre volte ma comunque in pieno controllo della situazione, nel recupero sfiora pure il gol del 2-0. Mirante gli dice di no con una super parata e lui deve rimandare ancora una volta l’appuntamento con la gioia personale.

Palomino 6,5: Avenatti e soprattutto Verdi sono clienti antipatici. Nella prima frazione se la cava con mestiere, ma più passano i minuti più fa valere la legge del più forte e alla fine al Bologna restano solo i tiri da fuori.

Masiello 6,5: Avenatti gli bolla una caviglia dopo appena 4 minuti, non sfigura per tutto il primo tempo e nel finale ha pure la palla del vantaggio con un destro a colpo sicuro rimpallato dalla difesa. Nella ripresa appoggia costantemente l’azione offensiva e ha il merito di farlo senza mai subire nessuna ripartenza.

 

 

Castagne 6: bel duello con Masina sulla fascia di competenza, si spinge in avanti con buona continuità anche se non dimostra grande precisione. Ha però il merito di non mollare fino alla fine.

Freuler 7: prima occasione al 24’ con un destro rimpallato dopo assist di Petagna, ci prova sempre anche nella ripresa ma è la quantità di lavoro che fa in mezzo al campo a impressionare. Ancora una volta, tra i migliori.

De Roon 7: segna su assist di Ilicic il gol del vantaggio all’83’, il secondo gol stagionale è una gemma dentro una partita di sostanza enorme, con un taglio in testa che potrebbe condizionarlo e invece lo esalta. Bravo olandese, migliori a vista d’occhio.

Spinazzola 7: alcune buone iniziative contro Di Francesco che è un brutto cliente ma non punge quasi mai nei primi 45 minuti, al 68’ è bravo a partire in slalom anche se il destro finale è alto. Fino alla fine si fa vedere in posizione avanzata non lesinando mai corse e ripartenze.

 

 

Cristante 6,5: nel primo tempo è bravo a raccordare centrocampo e attacco, suo l’assist per Gomez al 40’ ed ancora suo il colpo di testa ad inizio ripresa (56’) che sfila alto di poco sulla traversa. Grande quantità, meno qualità di altre volte ma sempre tra i più positivi. (80’ Barrow 6: entra nel finale e va un paio di volte vicino al gol con la palla che gli passa alle spalle o vicino, ingresso positivo).

Gomez 5: sonnecchia per oltre mezz’ora, al 33’ parte in contropiede da solo ma giunto davanti a Mirante sceglie il passaggio su Castagne anticipato da un difensore in recupero. Al 40’ spedisce sul fondo un altro destro da posizione estremamente favorevole. A inizio ripresa ci prova ancora ma non incide e l’errore del primo tempo pesa come un macigno sulla valutazione. (62’ Ilicic 6,5: assist al bacio per de Roon all’83’, un minuto dopo sfiora il raddoppio e ancora nel recupero è bravo a provarci. Qualità superiore, spesso decisivo e dunque da far giocare sempre).

Petagna 6: deviazione decisiva su punizione di Verdi all’11’, al 24’ gioca bene di sponda per Freuler che si inserisce e complessivamente il suo primo tempo è interessante. Esce dopo meno di un’ora per Cornelius, gara sufficiente. (58’ Cornelius 6: si batte come un leone, segna da posizione di fuorigioco e nel complesso è molto vivo nel finale).

 

 

All. Gasperini 7: un fuoriclasse, assoluto. Continua a proporre una squadra logica, quadrata e zeppa di belle indicazioni, ancora una volta con i cambi ci vede lungo e la vittoria è tanto meritata quanto importante. Ci farà divertire ancora per tanto tempo, merita solo grandi applausi.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.