Super de Roon, ottimo Gollini
ma a Barrow cos’è successo?

De Roon migliore in campo, Gollini e tanti compagni autori di una prova molto positiva che permette di strappare un punto pesante in casa della terza forza del campionato che resta a +5. Non era semplice, ma l’Atalanta ormai è una squadra verissima e il risultato è davvero prezioso nella corsa all’Europa.

 

 

Gollini 7: subito ammonito, al 9’ mette in angolo un bel destro da fuori di Vecino e al 31’ è bravissimo a chiudere su Icardi lanciato a rete. Nella ripresa si ripete su Nainggolan al 72’ e ancora una volta non era semplice, chiude tra i migliori in campo.

Mancini 6,5: buona prova nella prima frazione, cuce e riparte con pericolosità e fino alla fine è attentissimo su Perisic che infatti spesse volte si trova a doverlo superare in corsa senza riuscirci.

Djimsiti 6,5: chiude in angolo al 7’ un cross molto pericoloso di Asamoah, per tutta la partita controlla Icardi senza grandi problemi e si conferma una certezza.

Palomino 6: qualche sbavatura di troppo in appoggio, salva bene in spaccata un destro di Politano al 44’ e complessivamente è attento anche sulle linee di passaggio. Esce per crampi. (61’ Masiello 6,5: entra nell’ultima mezz’ora, legge benissimo tante situazioni e dalla sua parte succede davvero pochino).

 

 

 

Hateboer 6,5: arriva un paio di volte sul fondo con grande pericolosità, non riesce a rendersi pericoloso al tiro ma è autore comunque di una bella partita.

De Roon 7,5: il migliore in campo della Dea. Grande primo tempo sia per quantità che per senso tattico, continua fino al fischio finale a rincorrere tutti e se Barrow fosse un po’ più attento avrebbe anche la verticale giusta su cui servirlo.

Freuler 7: vale il discorso fatto per il compagno di squadra, solo appena meno tosto in mezzo e poco più pericoloso in avanti. Gara di grande abnegazione, è sempre presente in fase di ripiegamento e anche quando ci sono da aiutare i compagni non si fa mai trovare scoperto.

Castagne 6,5: bel duello nel primo tempo con Politano, al 40’ rimette in mezzo la palla di Gomez ma non trova compagni. Nel finale (85’) salva un pallone importantissimo con Perisic in agguato, gara di grande quantità.

 

 

Pasalic 6: meno rifinitore e più centrocampista centrale fino al riposo, non gioca mai su grandi ritmi, ma tiene la posizione e argina spesso la spinta dei padroni di casa. (74’ Barrow 5: come è possibile che ogni volta entri in campo con così poca voglia di spingere e di “mangiare” l’erba? Inspiegabile…).

Gomez 6,5: buona prova fino al riposo nel ruolo di attaccante puro, apre la ripresa fallendo da due passi un’occasione colossale per il vantaggio (48’) e fino alla fine è bravo a galleggiare tra centrocampo e attacco alla ricerca del tocco giusto.

Ilicic 7: tra i più intraprendenti del primo tempo, cerca due o tre volte la palla dentro per i compagni ma non è fortunatissimo. In avvio di ripresa mette sul piede del Papu la palla del vantaggio, il gol però non arriva (48’), esce nel finale dopo una buonissima prestazione. (82’ Pessina sv)

 

 

All. Gasperini 7,5: senza Zapata mette in campo una squadra più coperta e ragionata, strappa un punto importante e alla vigilia della gara contro l’Empoli è appaiato al Milan con 3 punti sulla Lazio: le due si scontrano e battendo i toscani si può davvero sognare.