La prima tegola stagionale
Castagne ko, in arrivo Skrtel?

Prima tegola stagionale per l’Atalanta di Gasperini con ripercussioni sul mercato che potrebbero anche essere molto rapide. Il laterale belga Timothy Castagne si è procurato una lesione al menisco mediale del ginocchio sinistro, domani a Pavia sarà operato e il recupero è stimato in circa un mese. Gasperini non potrà averlo a disposizione per le prime due giornate di campionato, il problema è di lieve entità, ma comunque sarà necessario ragionare bene sulle alternative.

 

 

Reca rimane (per ora), arriva un altro esterno? Il polacco Reca, da più parti chiacchierato sul mercato, a questo punto rimarrà certamente fino all’ultimo giorno di mercato. Le due partite di campionato contro Spal e Torino si giocheranno il 25 agosto e il 1 settembre, Castagne al 99,9 per cento non ci sarà in nessuna delle due e quindi diventa fondamentale non perdere un’alternativa come il numero 7 arrivato a Bergamo l’anno scorso in estate. La società sta comunque guardando anche al mercato, i nomi di Pellegrini della Juventus, Fares della Spal e Laxalt del Milan sono sempre molto chiacchierati e chissà che possano arrivare novità anche prima di Ferragosto in modo da dare a Gasperini un nuovo esterno anche prima della partenza di Reca. Per l’esordio in campionato sono a disposizione sia Hateboer che Gosens, già prima erano incedibili ma a questo punto la loro posizione nel gruppo si è fatta granitica.

 

 

Difesa: Skrtel, Caceres e non solo. Per la difesa, altro reparto in cui l’Atalanta interverrà, circolano sempre i nomi di Caceres, Sergi Gomez e Ferrari del Sassuolo ma nelle ultime ore è diventata molto forte la candidatura di Martin Skrtel, difensore di 34 anni svincolato dai turchi del Fenerbahce. Lo slovacco ha giocato diverse stagioni nel Liverpool, la sua esperienza potrebbe essere importante soprattutto per la Champions League e non è escluso che oltre a lui arrivi anche un altro giocatore. Le piste che l’Atalanta segue sono diverse, da Zingonia arrivano spifferi di una società attiva per cercare di completare il gruppo di Gasperini e quindi da qui a fine mercato ci si attendono altri movimenti significativi. Il gruppo a disposizione del tecnico è già di ottimo livello, intervenire significa sistemare ancor di più una rosa che offre alternative, ma che con quei 2-3 elementi nuovi (non per forza esperti ma anche la classica sartorata) darebbe altre alternative al mister.

 

E se arrivasse anche un centrocampista? La conferma che Malinovskyi viene considerato oggi dal tecnico come vice Gomez, apre anche un altro scenario che sembrava più defilato, ovvero la necessità di prendere un nuovo centrocampista per completare il pacchetto con Freuler, de Roon e Pasalic. I titolari ci sono, prima alternativa anche e nel caso di bisogno sarà lo stesso Malinovskyi, ma con Pessina che sembra ormai avviato alla partenza sarà curioso capire chi verrà inserito. Ci sono ancora una ventina di giorni di mercato, come al solito le voci sono tantissime e anche se dalla società filtra una calma totale (in realtà apparente), i dirigenti sono in movimento e altri elementi arriveranno. Sul fronte cessioni, l’avvicinarsi della chiusura del mercato inglese e il fatto che una società come l’Inter stia chiudendo con Lukaku rappresentano ottime indicazioni per il futuro di Zapata, sempre più blindato a Bergamo.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.