De Roon c’è, si ferma Freuler
In 700 corrono a Frosinone

De Roon sì, Freuler no e oltre settecento tifosi al seguito. Il venerdì di lavoro in casa Atalanta si è trasformato presto in un quasi sabato vista la conferenza stampa di Gasperini. Il gruppo orobico è partito alla volta della ciociaria questa mattina alle 9 da Bergamo con scalo aereo su Roma e poi bus fino a Frosinone, quindi il tecnico nerazzurro ha parlato con un giorno di anticipo. In programma c’è ancora un allenamento di rifinitura più il risveglio muscolare di domenica mattina ma le scelte sembrano ormai fatte.

 

 

De Roon c’è, out Freuler. Il mister ha svelato subito l’assenza più importante per la sfida di domenica. «Ci siamo quasi tutti, de Roon sta bene ma in compenso si è purtroppo fermato Freuler. Calciando ha sentito un fastidio all’adduttore, speriamo che sia solo una contrattura in modo da non aver problemi per la Roma e la Juventus. Gli altri sono recuperati, abbiamo diverse opzioni, ma ci sono ruoli in cui non cambio mai a meno di partite ravvicinate. Al posto di Freuler ho Pessina e Pasalic, davanti ci sono Ilicic, Zapata e Gomez quindi andiamo in campo con fiducia».

Fiducia non significa convinzione che sia tutto facile. Anzi. «Le gare di serie A sono tutte complicate, il Frosinone ha messo in difficoltà la Juventus e pareggiato con Milan e Fiorentina. Bisogna sempre stare attenti, ogni partita è come uno spartito vuoto da riempire e quello che hai fatto conta ma non è abbastanza. A Cagliari, ad esempio, abbiamo giocato molto bene eppure nella prima fase del match abbiamo faticato. Serve pazienza e bisogna sempre cercare di giocare bene».

 

 

Testa al campionato, la Juve può attendere. Nella valutazione del momento orobico, Gasperini non si lascia condizionare troppo dalla vittoria di Cagliari in Coppa Italia, ma pensa al campionato. «La classifica dice che siamo molte squadre in pochi punti, dal quarto posto in giù ci sono un sacco di compagini appiccicate e io mi aspetto che nelle prime 8-9 giornate qualcuno riesca ad allungare un po’. Se arriva qualche filotto è matematico che accada, quindi noi dobbiamo stare attaccati il più possibile al treno europeo. La Juventus arriverà a Bergamo dopo Frosinone e Roma, ragioniamo una gara alla volta».

Tra l’altro, in questo girone di ritorno sarà importantissimo evitare passi falsi come quelli contro alcune piccole nel girone di andata. «Verissimo, ho già detto come questo avvio di girone di ritorno sarà determinante anche e soprattutto per cercare di migliorare lo score del girone di andata. Non sarà semplice, dobbiamo tenere botta e sappiamo che durante i novanta minuti abbiamo tante soluzioni per risolvere la partita».

 

 

Scelte quasi fatte, in oltre 700 al seguito. Detto di Freuler, per il resto la formazione orobica sembra quasi fatta. Berisha ritorna tra i pali, in difesa Toloi e Mancini dovrebbero affiancare Palomino (alternative Djimsiti e Masiello) mentre in mezzo Pessina è favorito su Pasalic per sostituire Freuler vicino a de Roon. Sugli esterni ballottaggio Castagne-Gosens a sinistra con Hateboer titolare a destra mentre in avanti giocheranno sicuramente Ilicic e Zapata con Gomez a supporto.

Nel settore ospiti sono attesi oltre settecento tifosi orobici. Fin dall’inizio della settimana si era capito che la vendita dei biglietti procedeva a gonfie vele, ma sinceramente era difficile aspettarsi una risposta simile da parte dei tifosi. Curva Pisani e Chei de la Coriera hanno organizzato dei bus, il Club Amici si muoverà con alcuni van, mentre sono parecchi i tifosi che hanno scelto la trasferta in autonomia anche con treno o aereo su Roma e successiva macchina a noleggio. Si giocherà alle 12.30 a Frosinone, Stadio Benito Stirpe e diretta Dazn.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.