Lo shopping online è conveniente
(pochi ormai attendono i saldi)

Anche se alcuni acquirenti aspettano ancora con ansia le feste natalizie o il periodo delle vacanze estive poiché tali periodi coincidono con sconti stagionali che potrebbero dare sollievo alle proprie ambizioni di acquisto senza sacrificare troppo il budget familiare, appare oramai evidente che la convenienza dello shopping non possa essere ricercata solamente dall’individuazione del saldo del momento, quanto anche e soprattutto dalle opportunità – invero, piuttosto ghiotte – che sono concesse a ciascun consumatore dal mondo e-commerce. Le motivazioni alla base del ragionamento di cui sopra non dovrebbero certo essere ignote. Fare shopping sul web, attraverso portali di principale riferimento come Amazon o Livingo.it, significa infatti potersi destinare la possibilità di confrontare in pochi secondi decine di prodotti, individuando così con immediatezza e facilità quello che risulta essere più adatto alle proprie esigenze, o quello più conveniente dal punto di vista economico (o, se preferite, compatibile con lo stato di salute del proprio effettivo budget).

Peraltro, proprio i siti internet strutturati come quelli sopra citati non potranno che soddisfare in misura ancora più personalizzata i bisogni di ciascuna classe di consumatori. La tendenza del commercio elettronico contemporaneo non è certo quella di preferire singoli store online, bensì di veri e propri aggregatori di offerte, che si differenziano dai tradizionali shop perché in grado di raccogliere le offerte di più negozi, offrendo agli utenti una selezione di centinaia (o migliaia) di marchi diversi. Insomma, anche senza attendere la stagione dei saldi, lo shopping online diventa lo strumento più utile e più comodo per poter trovare un congruo risparmio. E, per averne ulteriore consapevolezza, sia d’altronde sufficiente dare uno sguardo alle più recenti statistiche di vendita, che confermano come il canale digitale sia sempre più utile per poter soddisfare le proprie esigenze di shopping. Sul perché il canale online stia acquisendo una così forte notorietà, non ci sono grandi perplessità: convenienza economica, ampiezza e varietà dell’assortimento, comodità nell’acquisto in qualsiasi momento, ricezione degli articoli a casa o in ufficio, sono solamente alcuni dei principali benefit a cui – evidentemente – gli acquirenti non sono più disposti a rinunciare. E per il futuro?

Anche le linee evolutive del settore non sembrano tradire le aspettative che già da tempi non sospetti gli analisti hanno avuto il merito di anticipare sul comparto. Ovvero, anche nei prossimi anni il business dello shopping online continuerà a crescere con ritmi particolarmente entusiasmanti, spinto anche da nuove frontiere che sono in corso di applicazione anche sul mercato italiano. Si pensi alla possibilità di godere di un’esperienza di scelta e di acquisto sempre più immersiva e personalizzata grazie al ricorso delle nuove tecnologie (come la realtà aumentata o la realtà virtuale), o ancora alla possibilità di disporre di servizi di consegna dedicati. Insomma, il campo di gioco della concorrenza commerciale è sempre più improntato sulle nuove tecnologie e sui nuovi canali dematerializzati. Un’evidenza dalla quale, in fondo, sarà difficile sdoganare anche il più ardito dei negozianti.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.