Il cafonometro degli aperitivi
Quelli dove ti ingozzi di schifezze

Torna questa voglia di bevanda ghiacciata, di disinfettante, di pausa, di invitare una donna fuori senza pagarle una cena. Ebbene sì, stiamo parlando dell’aperitivo summer edition. Cafone ovviamente, come tutto.

 

10) L’abbondante

Indegna mangiatoia: teglie riscaldate, scarsa qualità del cibo, elevata sapidità, difficoltà di digestione. L’aperitivo abbondante gratifica ma te la fa pagare.

Livello cafonaggine: farfalle al pesto.

Piace perché: Citrosodina.

 

9) Il regionale

Il maestoso. L’autentico, il solo e unico. Il tagliere di formaggi e salumi locali, soddisfazione estrema. Calice di vino a seguire, cafone nella sua perfezione.

Livello cafonaggine: perfetto.

Piace perché: innegabile gioia per la vita.

 

8) L’assaggio

Capisco l’equilibrio: è aperitivo, non cena. Capisco anche l’esaltazione dei gusti. Però. Il boccone deve dare soddisfazione, sennò mi mangio una caramella.

Livello cafonaggine: porzione insignificante.

Piace perché: può essere un bene.

 

7) L’alcolico

Quando l’aperitivo diventa degustazione, si parte con la gamma di vini, birre, gin e la categoria onnipresente e immancabile degli “appassionati” che, notoriamente, non ne sanno niente.

Livello cafonaggine: chic.

Piace perché: finisce comunque male.

 

6) L’etnico

Basta, dai.

Livello cafonaggine: finiamola.

Piace perché: non lo vogliamo.

 

5) L’altro giro

Quante volte tutto inizia in sordina un mercoledì sera e si finisce su gomiti e ginocchia due giorni dopo? Sarà il bel tempo, sarà l’estate, c’è solo voglia di tenere in mano un drink gelato e scordarsi il passato, fatto sta che a ogni giro segue sempre un altro giro.

Livello cafonaggine: estate 2019.

Piace perché: finalmente.

 

4) La cena

Dopo l’aperitivo: farla, saltarla? Interrogativo mai risolto.

Livello cafonaggine: indecisione.

Piace perché: alla fine, l’importante è mangiare.

 

3) L’analcolico

Solo se sei sotto antibiotico. Altrimenti il tutto si riduce a una poltiglia stomachevole di ananas e cocco, densa come lo sciroppo della tosse, altamente calorica e poco performante.

Livello cafonaggine: indicibile.

Piace perché: sempre inappropriato.

 

2) I salatini

In certi bar di paese – che da questo cafonometro non verranno mai abbandonati, in quanto baluardo della vera Italia dove La Vita è Dolce -, l’aperitivo, che può fornire anche gioie del repertorio classico, quali Crodino, spuma, acqua brillante e cedrata (per tacere del romantico ginger), viene servito in ciotoline stracolme di salatini, spesso deteriorati.

Livello cafonaggine: son possi.

Piace perché: son vintage.

 

1) Snobbarlo

Molto à la page.

Livello cafonaggine: snob.

Piace perché: di fatto, è tutta finzione.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.