Il cafonometro di ogni Halloween
Perché travestirsi da strappona?

È cafone, è disturbante e, grazie al cielo, è passato. Halloween: cosa abbiamo fatto di male per meritarci tutta questa cafonaggine? Ecco dunque una rassegna sconsolata di ciò che siamo stati costretti a vivere, come ogni anno.

 

10) Il ponte

Prepotente. Si è fatto spazio nelle nostre vite e l’abbiamo atteso così tanto. Purtroppo è stato anticipato da codesta baracconata.

Livello cafonaggine: fuga il giovedì sera.

Piace perché: siamo tutti stanchi.

 

9) Harley Quinn /Joker

Non è obbligatorio travestirsi da uno dei due. Ma pochi lo hanno capito.

Livello cafonaggine: rossetto sbavato.

Piace perché: personaggi simpatici.

 

8) Il Lucca Comics

Come se le sciagure non fossero abbastanza, il disgraziato weekend di Halloween coincide con la fiera di giochi e fumetti più grande del mondo che – trovandosi in Toscana – paralizza l’Italia proprio dal suo centro.

Livello cafonaggine: dimensione spazio temporale parallela.

Piace perché: in un weekend ci organizziamo tutti i travestimenti e ottimizziamo.

 

7) Gli effetti e i filtri di Instagram

Nelle stories, abbiamo visto quarantenni con ragni che uscivano dal naso. C’è altro da dire?

Livello cafonaggine: generazione perduta.

Piace perché: ti rendi conto di non essere così infantile come pensavi.

 

6) Dolcetto o scherzetto?

Basta, veramente.

Livello cafonaggine: dolcetto, ovviamente.

Piace perché: qualcuno ha capito come ci si comporta se l’interlocutore sceglie “scherzetto”?

 

5) La zucca

Che sia intagliata a forma di viso spaventoso o parte integrante di una cremosa mantecatura di una pennetta risottata con robiola, la zucca piace a tutti.

Livello cafonaggine: consenso unanime è sempre cafone.

Piace perché: versatile come poche altre cose al mondo.

 

4) Il travestimento pornografico

Non fate le furbette con me: l’elemento strappona ad Halloween è stato la guida per la scelta dell’outfit. Non ci credo che il minishort si sfilacciava proprio lì.

Livello cafonaggine: ogni tanto è concesso.

Piace perché: è ancora più cafone puntualizzarlo.

 

3) Il rossetto nero

Immancabile elemento inutile di ogni beauty case, non dona a nessuna, ma per due giorni, se di età inferiore ai 25 anni, è stato inevitabile indossarlo.

Livello cafonaggine: effetto livido glamour.

Piace perché: obbligatorio averlo.

 

2) Chi odia Halloween

Supercafoni gli odiatori di Halloween (mi ci metto pure io, ok?) assimilabili a due macrocategorie: quelli che lo odiano per avversione ai travestimenti, quelli che rivendicano le loro radici e si rifiutano di importare feste da oltreoceano. Non collocare politicamente tali soggetti è segno di grande lungimiranza.

Livello cafonaggine: intolleranti per giustificati motivi.

Piace perché: non c’è odio senza amore.

 

1) Il Natale

Ancora non si vedono lucine, e potrebbe essere un bene. Ma sta arrivando, sappiatelo. E Halloween è lo spartiacque.

Livello cafonaggine: psicofestività.

Piace perché: psicodramma.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.