Colli delle camicie da uomo
Come scegliere quello giusto

Scegliere il giusto colletto della camicia è molto importante, perché questo si possa così adattare al meglio alla forma del viso e alla lunghezza del collo di chi indossa la camicia. Inoltre, il colletto deve essere individuato anche in base al tipo di outfit che si sta indossando. Infatti, affinché una camicia si adatti bene al corpo deve risaltare la fisicità di chi la sta indossando, ma deve anche allo stesso tempo essere conforme al proprio stile. Ovviamente, la scelta può variare in base all’occasione in cui la camicia deve essere indossata, poiché alcune tipologie di colletti, polsini e bottoni delle camicie sono maggiormente adatti per situazioni informali, altre tipologie sono invece più adeguate in occasioni formali. Esistono diverse tipologie di colletto di camicie, in particolare esiste il collo diplomatico, il colletto rigido, il collo alla francese, il colletto Anni ’20 e il colletto a punte lunghe. Qui di seguito si propone una breve descrizione di ognuno di essi. Anche le tonalità delle camicie devono necessariamente essere scelte con attenzione se si vuole creare un outfit originale e adatto alla situazione. Di fondamentale importanza è poi la comodità del colletto e la qualità, nonché la traspirabilità del tessuto con cui è realizzato (trovi un elenco completo dei tessuti a questo indirizzo: www.kamiceria.it/camicie-su-misura).

Le camicie con collo diplomatico. Il collo diplomatico è la tipologia maggiormente adatta a chi ha un collo allungato. Questa camicia di solito viene utilizzata per le occasioni molto eleganti, come i matrimoni o cerimonie in cui è richiesto lo smoking. Infatti, il colletto è costituito da due alette rigide che vanno poi ad incorniciare alla perfezione il papillon o l’ascot. Per quanto riguarda il colore, la camicia con il collo diplomatico è di solito sempre bianca, colore da preferire assolutamente quando si indossa uno smoking.

Le camicie con colletto rigido. Un classico intramontabile è la camicia con il colletto rigido. Infatti, questo è il colletto classico della tradizionale camicia all’italiana, solitamente abbinata a giacca e cravatta. Questo tipo di colletto è perfetto con la cravatta dai nodi piccoli e medi. Può essere indossata da chiunque, ma è davvero l’ideale per chi ama utilizzare o deve mettere la cravatta per ragioni lavorative. Inoltre, il colletto rigido ha una taglio lineare che snellisce il collo di chi lo porta, donandogli una parvenza più elegante. I colori con cui è di solito portata questa camicia sono molto vari e dipendono molto dal gusto personale. Tuttavia, predominano i toni neutri o scuri.

Le camicie con collo alla francese. Nonostante in Italia sia conosciuta come un’invenzione francese, in Francia invece è chiamata curiosamente all’italiana. Ma a prescindere dalla paternità, la camicia con collo alla francese è senza ombra di dubbio un capo d’abbigliamento elegante e per questo adatto alle occasioni formali. La caratteristica di questo colletto è che ha le punte molto aperte e corte che sembrano protendersi verso l’esterno. Questa caratteristica lo rende un colletto adatto ai nodi di cravatta grandi, in modo che listino del colletto rimasto scoperto a causa dell’ampia apertura delle punte venga nascosto. Il colore più indicato per questa tipologia è il bianco.

Le camicie con colletto Anni ’20. Ispirata ai ruggenti Anni ’20, questa camicia ha la particolarità di avere il colletto dalle punte arrotondate (detto anche colletto Club) ed è una tipologia da utilizzare in outfit particolarmente eleganti. Inizialmente questa tipologia fu impiegata nelle uniformi scolastiche, ma con il passare del tempo è diventata un capo d’abbigliamento molto amato dagli uomini. Si tratta di una moda molto raffinata e quasi d’élite, in stile Grande Gatsby. Il colletto Anni ’20 si abbina benissimo a un nodo della cravatta classico, come il four-in-hand ben stretto al collo. Il colore della camicia con colletto Anni ’20 è rigorosamente il bianco.

Le camicie con colletto a punte lunghe. Una tipologia molto più casual e giovanile, il colletto a punte lunghe è davvero adatto ad ogni occasione, anche a quelle informali. Infatti, il colletto che chiude a vela il collo appare allo stesso tempo sia una variante elegante sia un’opzione più moderna e sportiva. Essenziale in questo caso è, dunque, il saper giocare con i colori, prediligendo colori scuri o neutri in situazioni formali e colori più accesi e brillanti che creano un bel contrasto con il resto dell’abbigliamento nel caso in cui si dovesse utilizzare questa tipologia di camicia in situazioni più informali.

In conclusione. Che sia una serata tra amici, un aperitivo in centro città, una cena di lavoro o una tranquilla uscita romantica, la camicia è il capo d’abbigliamento perfetto per ogni occasione. Bisogna solo stare attenti ai piccoli dettagli che fanno la differenza tra l’una e l’altra, in particolar modo è fondamentale il tipo di colletto. Quest’ultimo, infatti, può davvero fare la differenza e far diventare un outfit da sportivo a elegante! In base al tipo di colletto scelto, varia di conseguenza il tipo di nodo della cravatta o la grandezza del papillon da indossare. Inoltre, il colletto deve essere attentamente scelto anche in base alla comodità, alla fisicità e al gusto della persona che dovrà indossare la camicia. Per finire è importante, per un buon risultato finale in fattore stilistico, il saper dosare il colore giocando con i contrasti e gli abbinamenti giusti.