Cosa ci facevano 300 vip a cena
alla Valle dei Templi di Agrigento

Per il secondo anno di fila Google ha scelto la Sicilia per organizzare il più importante meeting tecnologico dell’anno, a cui, nel 2014, hanno partecipato addirittura i vertici di Microsoft, Uber e Tesla.

Un gradito ritorno. L’anno scorso, per la prima volta, i fondatori di Google, Larry Page e Sergey Brin, hanno organizzato in Sicilia un importantissimo meeting che, tra i suoi invitati, poteva vantare personaggi ai vertici delle più importanti aziende di hi-tech. C’erano Bill Gates, fondatore di Microsoft, Elon Musk di Tesla, Travis Kalanick di Uber, ma anche Arianna Huffington, fondatrice dell’Huffington Post, e guru della finanza come Lloyd C. Blankfein di Goldman Sachs, Anshu Jain di Deutsche Bank e Ana Patricia Botín del Banco di Santander.

L’esperienza dev’essere stata decisamente positiva, perché, pur valutando come possibili mete anche altre località italiane, i vertici di Big G hanno voluto confermare la scelta. Anche l’alloggio è stato stesso dell’anno precedente, il Verdura Golf e Spa a Sciacca, un resort di lusso con 4mila metri quadrati di spa, tre campi da golf, quattro ristoranti, cinque bar e sei campi da tennis. Costo delle camere a partire da soli 1500 euro a notte.

Il coordinatore dell’evento è stato Omid Kordestani, chief business officer di Google. Ed è lui ad aver scelto la lista degli eletti e i principali argomenti di discussione, dedicati a domotica, medicina e realtà virtuale.

 [Il Verdura Golf e Spa che ha ospitato i vip]

Sciacca, la Davos dell’hi-tech. L’aeroporto di Punta Raisi e il porto hanno accolto, come lo scorso anno, un inusuale flusso di jet privati e yacht di lusso, sui quali arriveranno gli ospiti. Conferenze di questo genere non sono nuove, già da molti anni infatti si svolgono meeting ristretti per i leader dell’economia mondiale, come quello che si tiene a Davos in Svizzera. Dal 1971 in Svizzera viene organizzato il Forum Economico Mondiale, dove politici e uomini d’affari discutono con intellettuali e giornalisti sui grandi temi internazionali, ma anche su salute e ambiente. Sciacca viene quindi chiamata in questi giorni la Davos dell’hi-tech, dacché si sono tenuti tre giorni di discussioni, in maniera del tutto simile a quella del Forum Economico Mondiale, ma scegliendo come attori principali i colossi della tecnologia.

La lista segreta e la festa alla valle dei Templi. Esiste anche un sito web, probabilmente utilizzato per condividere con i partecipanti tutti i dettagli organizzativi, ma è ovviamente protetto da password. La lista era segreta, ma ora si sa che, alla serata di gala del 27, tra gli altri erano presenti, oltre a Bill Gates, anche lo stilista Giorgio Armani, la regina Rania di Giordania, Barry Diller (proprietario di Expedia e Tripadvisor), Kayvon Beykpour (creatore di Periscope), Jovanotti, John Elkann, Rocco Forte e Lavinia Borromeo.

[Le foto rubate della serata di gala alla Valle dei Templi di Agrigento]

Di gala, per davvero, la conclusione. Gli organizzatori non hanno certo voluto accontentarsi di una normale cena in un comune ristorante. La location prescelta è stata la Valle dei Templi, in provincia di Agrigento, affittata per la somma di 100mila euro per l’intera nottata, con straordinarie misure di sicurezza messe in atto (300 gli uomini impiegati nella sorveglianza). Lunedì dalle 19 le porte sono state chiuse ai turisti, la Capitaneria di porto inoltre ha comunicato che per quel giorno nell’aria demaniale antistante ci sarebbe stato il «divieto di transito, sosta, navigazione, ancoraggio, pesca, balneazione, sorvolo (a una quota inferiore a 200 metri), atterraggio ed ogni altra attività di superficie e subacquea».

Cos’hanno mangiato i 300 illustri ospiti, allietati dalle voci di Andrea Bocelli e John Legend? Siciliano, naturalmente. Insalata di pomodoro e cipolla; verdure di stagione alla griglia; riso alle verdure; formaggio e pan grattato; lasagnette; pescato del giorno; insalata di olive, capperi patate e pomodori; formaggi siciliani. Due vini per la serata: il rosso Feudo Maccari Saia del 2012 e il bianco Archineri Doc Az. Pietradolce del 2013. Dessert? Crostata di frutta fresca, accompagnata dal passito di Pantelleria.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.