Ormai anche la tv è social
(nel caso non ve ne foste accorti)

Il nostro modo di guardare la televisione sta cambiando: l’80 percento degli spettatori, se ancora così possiamo definirli, mentre segue il proprio programma preferito naviga in internet, per lo più per cercare informazioni o per condividere opinioni.

A rivelarlo è un’indagine di Nielsen, l’azienda leader nell’analisi dei comportamenti del consumatore, che non a caso ha scelto l’Italia per il debutto del Nielsen Twitter TV Ratings (un servizio che consente di monitorare le attività degli utenti di Twitter legate agli show televisivi): l’AD Giovanni Fantasia ha infatti chiarito la scelta sottolineando che gli italiani dedicano in media quattro ore al giorno alla televisione e che ben il 94 percento degli utilizzatori di internet è attivo sui social network.

Quanto si twitta sui programmi tv. I primi dati dell’indagine ci dicono che a settembre i tweet postati in riferimento a programmi televisivi sono stati più di due milioni e mezzo. Nella top ten dei programmi più commentati nella settimana dal 27 ottobre al 2 novembre troviamo X Factor, che nella puntata del 30 ottobre ha generato quasi centomila tweet e un numero di visualizzazioni dei post di oltre cinque milioni e mezzo, e a seguire Pechino Express e Report, rispettivamente con trentanovemila e quindicimila tweet.

Dati altrettanto emblematici per quanto riguarda Facebook: la pagina del programma televisivo Le iene conta più di quattromila fan che fino ad oggi hanno generato ben trentamila post, a seguire quelle di Ballando con le stelle e X Factor.

Agli show sono dedicati profili Facebook e Twitter molto attivi e ricchi di contenuti, che invitano gli utenti a interagire fra loro e condividere riflessioni e opinioni, e ciò allo scopo di accrescere l’interesse e il coinvolgimento nei confronti del programma, di tenerlo vivo in settimana, tra una puntata e la seguente, ma anche di intercettare gusti e tendenze a fini pubblicitari e di palinsesto. Lo spettatore non è più passivo, ma è protagonista indiscusso del presente e del futuro della televisione, parte attiva nel condizionare quello sarà proposto sul piccolo schermo.

Tok.tv e Tvtag, due piazze virtuali. Accanto ai tradizionali social, negli ultimi anni sono nate delle “piazze virtuali” dedicate esclusivamente alla tv, come Tok.tv e Tvtag, che hanno saputo cogliere le esigenze di partecipazione e approfondimento dei fan televisivi.

Tok.tv è una social tv dedicata ai programmi sportivi, nata in America nel 2012 dall’idea dell’italiano Francesco Capobianco. Tok.tv non solo fornisce news e statistiche in tempo reale sulle squadre, ma permette anche di unire in “living room” virtuali fino a quattro persone che possono interagire a voce, esultando insieme ai goal dei loro beniamini, fotografarsi e condividere i propri selfie. Dopo il successo americano con Tok Baseball e Tok Football, Capobianco ha lanciato in Italia la app Juventus Live, dedicata a una delle squadre italiane più amate all’estero, la cui pagina Facebook conta quasi quindici milioni di fan. In futuro Tok.tv, che oggi conta cinquecento milioni di iscritti, punta a conquistare i fan di tutti gli sport con siti dedicati, ma non solo: l’interesse dell’imprenditore è anche verso ambiti come il cinema e l’intrattenimento televisivo in generale.

Tvtag, precedentemente chiamata GetGlue, è un social network dedicato ai fan televisivi, lanciato negli Stati Uniti nel 2010 e subito divenuto famoso tra gli appassionati di serie tv, passando in un anno da una a dodici milioni di condivisioni e post. Sulla piattaforma, oggi disponibile solo in inglese per la televisione americana, è possibile condividere ciò che si sta guardando – facendo quello che viene definito “check-in” – e la propria opinione, leggere le raccomandazioni degli altri utenti, scoprire i segreti dei propri personaggi preferiti e il dietro le quinte dei set. Tvtag è, quindi, un mezzo per conoscere in anteprima le serie televisive prima che arrivino sugli schermi. E la app di Tvtag è disponibile gratuitamente per iOS e Android: non resta che scaricarla e cominciare a navigare tra i post degli altri utenti, facendo attenzione a non incappare in spoiler.