Pensieri segreti di una commessa
Perché essere aperti a ferragosto?

Anche quest’anno per tutte le commesse e i commessi è arrivato il ferragosto. Come sempre, per gli impiegati nel settore la domanda fatidica è: saremo aperti? La domanda aleggia nell’aria già da luglio, ma non è dato sapere con molto anticipo. Si sa, permettere ai propri dipendenti di fare programmi è una cosa che fa fallire velocemente qualsiasi attività commerciale; meglio tenerli sulle spine, così in caso di chiusura non saranno comunque in grado di passare un ferragosto decente. Girovagando un po’ per i centri commerciali in quei giorni ho notato che alcuni hanno scelto di chiudere. Ecco spiegato il perché di tutti quegli uragani! Mettendo da parte la facile ironia, ho fatto un sondaggio tra vari colleghi. Le risposte sono state le più svariate.

Tra i favorevoli alle chiusure abbiamo ovviamente: le famigliole felici che amano essere felici in coda il giorno di ferragosto; i contrari al sistema che si battono per i diritti umani (e pare che il gavettone del 15 agosto sia stato inserito dall’Onu nella Dichiarazione universali dei diritti umani); i pigri che desiderano solo dormire e poi ubriacarsi e poi tornare a dormire; i grigliatori seriali che hanno un bisogno incontenibile di mettere sul fuoco cose. Dalla parte opposta abbiamo invece i sostenitori dell’apertura: gli esosi che bramano per la maggiorazione esorbitante del venti per cento della paga nei giorni festivi; quelli che odiano quelli che si divertono e per stare sul sicuro sanno che al centro commerciale ad agosto di certo c’è gente che sarà triste; i vegetariani che protestano contro il giorno del giudizio dei suini; gli alternativi che non festeggiano le stesse feste banali degli altri e che si sono fatti mettere il turno a ferragosto per festeggiare invece poi l’equinozio di autunno; quelli che hanno la famiglia felice e per questo vogliono venire a lavorare.

 

 

Comunque non c’è storia, alla fine quando il tuo centro commerciale chiude un giorno in più, sei contento. Anche se sei un capitalista accanito e vorresti che tutti i negozi fossero aperti giorno e notte. Anche se non hai voglia di grigliare, metterti in coda, prendere il sole in mezzo ad altre mille persone, stare chiuso in casa tua sarà sempre meglio che essere qui in piedi con una divisa ridicola. Lasciatevelo dire da chi di ferragosto in negozio ne ha fatti parecchi. In quel giorno non c’è proprio nessuno che entra a comprare. Passi magari se lavorate al banco alimentari, dove qualche ritardatario verrà a comprare il pane (del giorno prima, ricordatevelo sempre, ma comprato “fresco” nel giorno giusto). Se però siete in un qualsiasi altro negozio, non girerà nemmeno una mosca, giacché pure loro saranno a ronzare attorno agli avanzi delle grigliate altrui. Tra la gente che è al mare e la gente che è al parco ad affumicarsi, io e i miei colleghi generalmente passavamo la giornata a guardarci a vicenda. A volte compravamo noi per disperazione qualche calzino, giusto per far salire il numero degli scontrini. Va a finire che si combina sempre qualche guaio, quando non c’è niente da fare. Non siamo abituate noi commesse, siamo programmate per essere frenetiche e sempre in ansia; per lo meno temiamo il controllo di qualche superiore o del leggendario mistery shopper. Ma il giorno di ferragosto, in Italia, chi volete che venga a controllare cosa? Perciò restiamo nel nostro malumore pigro e spacchiamo specchi, ci facciamo rubare articoli e sbagliamo il resoconto di cassa nonostante gli zero scontrini battuti.

Come avrete di certo capito, nonostante il centro commerciale mi affascini molto sono una sostenitrice delle chiusure nei giorni festivi e nello specifico in quello di ferragosto. Vorrei chiedere a qualche direttore di centro commerciale di svelarmi per favore la verità sulla reale convenienza di aprire la baracca il 15 agosto. Veramente ci state guadagnando? Posso capire che tanto i consumi elettrici fissi della baracca ci sarebbero lo stesso anche se il centro fosse chiuso, ma avete davvero un utile? È davvero così importante nel vostro bilancio mensile questo giorno? Chiedo da profana, perché magari qualche legge del mercato mi sfugge e quei tre scontrini battuti da ogni negozio sono invece fondamentali per le percentuali e gli indici e quelle previsioni astrologiche che fanno i commerciali. Beh, magari anche migliorare l’umore della squadra potrebbe far crescere i vostri indici di vendita.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.