Dieci giorni di sagra in piena città
All’Edoné il Festival del Casoncello

Ci sono cose su cui non si scherza. E a Bergamo, una di queste, è un piatto di casoncelli. Guai a sbagliarne la preparazione, figlia della prima metà del XIX secolo; 1839 per la precisione, data a cui è legata la prima ricetta codificata di questo piatto diventato emblema dei bergamaschi (non bresciani, eh) a tavola prima ancora che la polenta fosse anche solo un’ipotesi. Questa spessa, rigorosamente fatta a mano, dal suo buonissimo ripieno leggermente dolciastro e servita in un mare di burro fuso, salvia e pancetta, rappresenta un po’ l’anima della nostra cucina. Li si trova ovunque, in Bergamasca, i casoncelli. Magari in versioni leggermente diverse, ma sempre buonissimi. E non stupisce quindi che proprio a loro sia dedicata una delle poche sagre che ancora si tengono nei confini di Bergamo città.

Il festival. Dal 9 al 19 agosto, l’Edoné di Redona diventerà la casa di questo piatto della tradizione, con cucine aperte grazie alle quali gustare i sapori veri della nostra terra. Scarpinocc (pasta ripiena “povera”, con ripieno di magro), primi bergamaschi, formaggi, polenta, carni e selvaggina; di tutto e di più, insomma. Ma i protagonisti saranno soprattutto i casonsèi. Che poi, oltre che buoni, sono anche un po’ un simbolo. Di Bergamo, ma pure di casa, con quel loro sapore pieno, intenso, fortemente casalingo. Sono un piatto, sì, ma anche l’emblema dell’essenza orobica. Ed è per questo che, per dieci giorni, anche all’Edoné si tornerà un po’ alla tradizione. Lì a Redona, nel cuore per eccellenza del divertimento “giovanile”, troveranno spazio attività legate alle feste di una volta, alle sagre popolari per l’appunto: ci sarà la ruota, la gara di pesata di formaggi e salumi, il gioco della fila. E, per i più piccoli (ma soprattutto per i genitori che desiderano passare qualche ora tranquilli lasciando i loro bambini in buone mani), un’area bimbi all’aperto sempre funzionante, arricchita dal 16 al 18 agosto dai gonfiabili. Il Festival del Casoncello sarà aperto, dal lunedì al giovedì, dalle 19 alle 23, e dal venerdì alla domenica dalle 19 alle 24.

 

I due eventi speciali. Come ci hanno abituato i ragazzi di Edoné, però, nel ricco programma non mancano gli appuntamenti assolutamente imperdibili. Il primo andrà in scena già sabato 11 agosto, alle 21.30, quando sul palco dello spazio giovanile salirà il Bepi con la sua storica band, i The Prismas. Un grande ritorno su un palco che solitamente ospita band emergenti o nomi internazionali e che questa volta, invece, riabbraccia un protagonista della tradizione musicale bergamasca, che per l’occasione porterà in scena uno speciale mix di suoi pezzi rock e country. Il 18 agosto, invece, una speciale sfida aperta a tutti: gara di mangiata di casoncelli. Se vi ritenete delle ottime forchette e avete tanto spazio nello stomaco, fatevi avanti e battete la concorrenza. Ad attendervi c’è la gloria imperitura.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.