Il Primo Maggio nelle valli orobiche
Tutti gli eventi da non perdere

Il Primo Maggio ci permette di spezzare la frenesia della settimana con un ulteriore giorno di vacanza. A due passi da casa troviamo le nostre Orobie, montagne perfette in questa stagione, ricche di eventi per grandi e piccini. Dagli amanti della buona cucina fino agli escursionisti, le proposte accontentano tutti. Noi le scopriamo insieme.

Torna a San Pellegrino Terme, puntuale come la primavera, il classico mercatino “Il Bello, il Buono e il Bio” lungo il viale Papa Giovanni XXIII. L’evento si svolge dalle 10 alle 16.

A Zogno l’associazione sportiva dilettantistica di Endenna organizza “Quàter pàss per i mè paìs”, una camminata non competitiva con sviluppo di 5, 8 e 11 km. Il ritrovo è fissato alle ore 7.30 presso l’oratorio, con chiusura della manifestazione e premiazioni alle ore 11.15. La quota d’iscrizione è di 5 euro, a tutti i partecipanti viene data in omaggio una “formagella”.

Anche le Grotte del Sogno, poste in località Vetta a San Pellegrino, restano al centro dell’attenzione in questo Primo Maggio. Durante le visite è possibile ammirare innumerevoli esemplari di sagome scultoree e di concrezioni dai colori e dalle forme singolari, oltre che di stalattiti e stalagmiti formatesi con il passare dei secoli. Le visite si svolgono ogni mezzora, dalle 14.30 alle 16.30. È consigliata la prenotazione al numero: 034521020.

Il Museo “Martinelli Ginetto” di Leffe organizza la Festa del Tessile. Tante le iniziative presenti, dal nuovo giardino botanico con piante tessili al reparto di preparazione alla tessitura “Trama e Ordito”, fino agli Alpaca della Val Gandino e ai laboratori di merletti. Animeranno la giornata artigiani, artisti, musica e tanto altro. In contemporanea, presso la tensostruttura adiacente al museo, si tiene il famoso “1° Maggio Musicale”, organizzato dai comuni della Val Gandino in collaborazione con Leffegiovani. Per informazioni sull’evento: 035733981.

Ci spostiamo a Parre, in Val Seriana, dove l’Oppidum degli Orobi sarà aperto al pubblico dalle ore 15 alle ore 18. Al parco archeologico sono visibili, in una cornice paesaggistica molto suggestiva, i resti delle case rinvenuti durante gli scavi effettuati negli scorsi decenni nella zona di Parre. Il “Parra Oppidum degli Orobi” nasce dalla volontà di conservare, tutelare e valorizzare il patrimonio archeologico e culturale del territorio. L’ingresso è libero in piazza San Rocco. Per informazioni: 3423897672.

Si tiene ad Ardesio il primo appuntamento con “Sapori d’Arte in Val Seriana”. Una giornata alla scoperta dell’affascinante figura del “Pret di Bà”, don Francesco Brignoli. In questa visita ripercorreremo le tracce del parroco conosciuto come “Uomo dei Miracoli” nella frazione Bani di Ardesio, che è stata per lui una casa. Il ritrovo è alle ore 15.30 preso il campo da calcio per l’inizio della visita guidata. Al termine ricca degustazione di salumi con due aziende ardesiane: Cà del Botto e Atelier dei Sapori da Giorgio. Prenotazione obbligatoria al numero: 035704063.

A Rovetta si tiene una facile passeggiata tra le antiche case rurali del paese, accompagnata dal racconto della storia di due prodotti nostrani: il Mais Rostrato e la Patata di Rovetta. La passeggiata si concluderà con un interessante laboratorio per adulti e bambini sull’antica tradizione della semina del mais. Il ritrovo è alle ore 10.30 presso Piazza Ferrari, a seguire semina del mais e degustazione presso Gelateria SottoZero. Il costo è di 8 euro per gli adulti e 4 euro per i bambini under 10, compresa degustazione. Prenotazione obbligatoria al numero: 035704063.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.