10 consigli in bergamasco
contro il caldo di questi giorni

Puntuali come il solstizio d’estate, i consigli contro il caldo si moltiplicano, non appena la colonnina del termometro si alza oltre i 30 gradi. Essendo gente che non ama particolarmente le temperature elevate, questi suggerimenti dovrebbero esserci ancora più graditi. Eccone quindi una piccola rassegna, a metà tra la saggezza popolare e la cultura da social media.

 

1) Fà girà l’aria

Semplice come bere un bicchier d’acqua, basta aprire tutte le porte e le finestre di casa per ottenere piacevoli spifferi. Che però ci costano il riacutizzarsi della cervicale. [Trad. Fai girare l’aria]

 

 

2) Bìv de piö/de méno

La curiosa contraddizione racchiusa in questo consiglio si spiega se la prima parte è rivolta ai bevitori di acqua, la seconda a quelli che preferiscono il vino. [Trad. Bevi di più/di meno]

 

 

3) Và a Öre

Basta andare nel supermercato per antonomasia per godere di una temperatura primaverile, se non invernale. Naturalmente, valgono anche quelli meno blasonati. [Trad. Vai a Orio(center)]

 

 

4) Stà ‘n cà

Sembra il secco invito a non varcare la soglia della propria abitazione e invece è un benevolo avvertimento contro le insidie delle terribili “ore più calde del giorno”. [Trad. Stai a casa]

 

 

5) Quàrcet zó

I più cosmopoliti citano i copertissimi touareg, i più anziani parlano della copertissima nonna Gina, che varcava le estati più calde concedendo al sole unicamente le caviglie. [Trad. Copriti]

 

 

6) Màia la fröta

Pur essendo vissuti per secoli nei campi, non sembra che la frutta sia al vertice dei nostri interessi gastronomici. Per questo è opportuno ricordare le sue virtù rinfrescanti. [Trad. Mangia la frutta]

 

 

7) Té seràcc i scür

Può sembrare un po’ lugubre vivere perennemente nella penombra ma, nel caso di abitazione esposta al sole, sembra essere l’unico rimedio contro la calorosa invadenza dei raggi solari. [Trad. Tieni chiuse le imposte]

 

 

8) Diènta mia mat

Un po’ è un monito esistenziale, perché affannarsi contro il tempo non serve a niente. Ma ha anche un risvolto pratico, perché ci si scalda meno se si evitano gli impegni più faticosi. [Trad. Non diventare matto, non ti affannare]

 

 

9) Và ‘n del bósch

Anche i cittadini hanno la fortuna di avere a pochi minuti di distanza la possibilità di camminare nella frescura di un fitto bosco. Oltretutto sembra che sia un’attività rilassante. [Trad. Vai nel bosco]

 

10) Fà mia dét tròp frècc

Tutti gli altri rimedi sono naturali, perché in fin dei conti non amiamo la tecnologia del condizionamento. In più, se la usiamo, lo facciamo con un certo senso di colpa per lo spreco. [Trad. Non fare troppo freddo, qui dentro]

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.