Dieci frasi in bergamasco
sulla battaglia del Trono di Spade

La saga fantasy ha conquistato l’attenzione del pubblico mondiale, e per una volta anche noi non facciamo eccezione. Affrontiamo però la visione con il solito spirito critico, rilevando imparzialmente punti di forza e di debolezza del racconto. E trasformando le vicende di regine, draghi e cavalieri in una storia che presenta, sorprendentemente, tratti decisamente orobici.

 

1. Chèl catìv l’è mórt de bambo

C’era molta attesa per le gesta del Re della Notte, ma la sua fine ha lasciato perplessi molti di noi, che si aspettavano qualcosa di più epico. Invece s’è sciolto come neve, anzi granita, al sole. [Trad: Quello cattivo è morto da imbecille]

 

2. I draghi i à fàcc póch o negót

Abituati a essere oggettivi, giudichiamo di molta apparenza e poca sostanza le prestazioni dei draghi, in grado di abbrustolire orde di estranei ma incapaci di scalfire il loro condottiero. [Trad: I draghi hanno fatto poco o niente]

 

3. Gh’éra sèmper fósch

Non c’è niente da dire, a noi piace vederci chiaro. Per questo le riprese notturne, seppur molto suggestive, non hanno appagato il nostro senso critico. E ci hanno costretto a faticose ricostruzioni, aiutati dagli altri membri della famiglia. [Trad: C’era sempre buio]

 

4. Fórta l’Arya

Sappiamo bene quanto valgano le donne, avendo ogni giorno sotto gli occhi le virtù delle nostre compagne, madri e sorelle. Non ci stupisce più di tanto, quindi, che la soluzione sia venuta proprio da una di loro. [Trad: Forte l’Arya]

 

5. I ghe riàa mia a ‘mpià ‘l föch

Pratici di natura, avremmo sicuramente trovato il modo di accendere il fuoco nelle trincee senza dovere ricorrere alle arti magiche. Noi preferiamo utilizzare l’olio di gomito. [Trad: Non riuscivano ad accendere il fuoco]

 

6. Ol nano a l’sè scondìt

Amato da molti, Tyrion non ha brillato tra i protagonisti della battaglia, ma il risvolto intimista della sua relazione con Sansa Stark ha intenerito i più romantici fra noi. Quasi nessuno, a dire il vero. [Trad: Il nano si è nascosto]

 

7. L’è stàcia bràa la s-cetina

Se ammiriamo le donne, non possiamo che sottolineare il gesto dell’eroina più giovane, Lyanna Mormont, che riesce a eliminare dalla scena il mastodontico gigante. Qualcuno ha letto persino una metafora dei successi sportivi dell’Atalanta. [Trad: È stata brava la bambina]

 

8. Pensàe che n’a crapèss de piö

In momenti epici come questo, il numero dei defunti è solitamente elevato. Tutto sommato rileviamo che, statisticamente, le perdite dalla parte dei buoni sono state più che accettabili. [Trad: Pensavo che ne morissero di più]

 

9. Mè ‘l varde ‘n inglés

Persino tra di noi esistono gli snob, o gli ansiosi, che non aspettano la puntata doppiata in italiano, e si guardano la serie in lingua originale. Per poi dover tenere a freno la lingua allo scopo di non rivelare fastidiose anticipazioni. [Trad: Io lo guardo in inglese]

 

10. Töt ché Bèrghem?

È davvero difficile sorprenderci. Per questo motivo non deve meravigliarci l’espressione con cui alcuni di noi hanno commentato l’episodio. Loro avrebbero certamente fatto di più, e meglio. [Trad: Tutto qui Bergamo?]

 

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.