Punk Rock Raduno, unico in Europa
Qui anche il “padre” dei Green Day

«Noi siamo patiti di punk rock. Da quando siamo ragazzini. Ci ha contaminato la musica, ma soprattutto l’attitudine a fare le cose do-it-yourself. Autoproduzione, fai da te, cioè. In senso lato». Franz Barcella ha un ciuffo cadente, non la cresta. Perché l’idea stereotipata del punk in stile Sex Pistols, del ’77, non è rappresentativa di un movimento che è stato, e ancor più lo è diventato, ben altro. Mentre il vento fresco dell’Edonè fa ballare dolcemente quel ciuffo, Franz ci racconta come e perché il primo Punk Rock Raduno, lo scorso anno all’Edonè, abbia avuto successo ben oltre le aspettative. E come e perché la seconda edizione, da mercoledì 12 a domenica 16 luglio, sarà più bella e più grande.

Che cos’è il punk rock. «Tutto quella sottocultura che parte sì dagli anni ’70 – spiega Franz (che organizza tour internazionali con la Otis Tours, è titolare dell’etichetta Wild Honey ed è socio dell’Edonè), mente del festival con lo spezino Andrea Caredda dei The Manges (titolare dell’etichetta e distribuzione Striped Music) – ma soprattutto tutta la scena americana anni ’80». Questo per far capire che difficilmente a Bergamo si troveranno epigoni di Sid Vicious. E che il Diy (Do-it-yourself) non concerne solo l’autoproduzione di album ma si espande fino ad abbracciare sempre più aspetti della vita quotidiana e della commercializzazione. La produzione e distribuzione di fanzine, ossia riviste fatte in casa, innanzitutto. Poi magliette, toppe, spille. E altro. La gente, poi è così rilassata e festaiola che chi all’Edonè ci lavora non vede l’ora che inizi, il Punk Rock Raduno.

 

 

Un genere, tanti generi. Sotto l’etichetta del punk rock si racchiudono diversi sottogeneri, tutti ben presenti al raduno di Bergamo. Franz ne snocciola alcuni: «Punk rock, hardcore, garage, power pop. Ci sono canzoni più melodiche, altre più veloci, altre ancora più urlate». Caredda suona in un noto gruppo punk italiano, the Manges appunto. Lui e Barcella, nella loro carriera, hanno sia prodotto dischi che organizzato tour. Sono noti nell’ambiente, due vere autorità. Chiaro che per loro sia naturale avere un giro di band a portata di telefono. Il che facilita il lavoro. Anche perché non lo fanno per soldi: così e nato il raduno di Bergamo, che in Europa mancava (mentre in America il panorama è nettamente più popolato).

Il successo della prima edizione in numeri. 1500 partecipanti ad ingresso gratuito; impiego di 40 persone (organizzazione, staff, collaboratori); intera struttura (100 posti prenotati) del Bergamo Hostel occupata dai partecipanti per 3 giorni, con evento live acustico esclusivo all’interno dell’ostello; 500 copie lp della compilation dei gruppi del Punk Rock Raduno vendute e distribuite; 30 banchetti di aziende e collezionisti. Senza dimenticare la fanzine.

Cosa succede quest’anno.  Il festival è già cresciuto a dismisura, tanto che Edoné da solo non è più in grado di contenerlo. In suo aiuto arriva l’intera città di Bergamo che ospiterà mostre e concerti sparsi in varie location, dal centro città fino ad altri spazi estivi (qui il programma). Il mercoledì ci sarà un welcome party all’estivo del Goisis, con Frank Portman dei Mr. T Experience in esclusiva europea. «È uno scrittore di romanzi, anche – racconta Franz –: presenterà il suo ultimo libro e suonerà dei pezzi in acustico. Non solo: la sua è una delle band seminali del pop-punk degli anni ‘90 della Bay Area (San Francisco e Berkeley), nonché i “padri” legittimi dei loro concittadini e fan Green Day». Giovedì l’unica giornata a pagamento (18 euro), con headliner i New Bomb Turks. Venerdì, esposizioni, dj set e concerti in acustico in centro. Poi i concerti all’Edonè dalle 7. Concerti tutto il giorno anche il sabato, al locale di Redona. Domenica, invece, per riprendersi, una giornata più tranquilla con iniziative curiose: c’è anche una sessione di mixaggio dal vivo e una sessione di yoga a suon di punk rock. Le aziende coinvolte nella progettazione e gestione dell’evento sono: Nutopia (gestione dello Spazio Edonè); Otis Tours (agenzia booking e promozione concerti): Striped Music  (e-commerce e distributore di dischi e merchandise); Corner Soul (agenzia di booking); Filler (convention di illustratori indipendenti).

 

 

Pubblico da ogni dove. Ci sono stati interessamenti da tutta Europa, dall’America e perfino dal Giappone. Anche quest’anno, per cercare di offrire supporto a tutti coloro che verranno da fuori città e soprattutto dall’estero sfruttando il vicino aeroporto di Orio al Serio, e per facilitare l’immersione in una vera e propria «atmosfera da festival», è stata pensata anche la creazione del Punk Rock Hostel. Per tutti i giorni dell’evento, infatti, il Bergamo Hostel del quartiere di Monterosso, sarà popolato unicamente dai partecipanti al festival, che oltre al pernottamento e alla colazione riceveranno in regalo una copia omaggio della compilation del Punk Rock Raduno, alcuni gadget e un esclusivo concerto segreto che si svolgerà proprio all’interno dell’ostello. È stata anche creata una mappa ad hoc per il festival in collaborazione con City Kiwi, che segnala esercizi commerciali all’insegna del motto «buono è giusto» (qualità ed etica, cioè).

Perché è gratuito. «Perché vuol avvicinare più persone possibili a questo mondo – spiega Franz – ed è per questo che cerchiamo di far conoscere l’evento al di fuori dei canali tradizionali degli appassionati. Molte band vengono per passione e amicizia: si accontentano del rimborso spese, e questo ci permette di avere più di 20 band e artisti da tutto il mondo. Poi, in realtà, quest’anno una serata a pagamento c’è: non si poteva fare diversamente se si volevano avere in città i New Bomb Turks. Un po’ di fondi li raccogliamo grazie alla vendita della compilation in lp: i brani sono donati gratuitamente dalle band».

 

Le band

 

Più di 20 band e artisti da tutto il mondo, un mix di vecchio e nuovo. Nell’edizione 2017 spiccano i nomi dei Mr. T Experience di Frank Portman, in esclusiva europea. Sono una delle band seminali del Pop-Punk degli anni 90s della Bay Area, nonché i padri legittimi dei loro concittadini e fan Green Day. Tornano finalmente in Europa dopo più di 20 anni, per uno show esclusivo di sole hit. Poi, dei New Bomb Turks, leggendaria band dell’ Ohio; hanno costruito la loro trentennale carriera su live-set infuocati a base di garage-rock e rock’n’roll a tutta velocità. Eric Davidson, frontman e cantante, è una delle figure di riferimento della scena indipendente americana, nonché noto giornalista musicale di fama internazionale. Hanno inciso dischi per etichette storiche come la Crypt e la Epitaph, e hanno ispirato direttamente band come Hives e Turbonegro. Infine, citiamo Nikki Corvette & The Romeos, altra esclusiva europea. Lei, over 50, resta una la reginetta del power-pop, una delle vere eroine del rock al femminile. È la fine degli anni ’70 quando Nikki Corvette pubblica, per la Bomp Records di Greg Shwan, il suo primo disco: Nikki & The Corvettes. Non un disco qualsiasi ma un lp che avrebbe influenzato generazioni di band rock’n’roll al femminile: dalle Go Go’s alle Muffs, dalle Donnas (che cantavano I wanna be Nikki Corvette) fino ad arrivare alle giapponesi 5,6,7,8’s, quelle di Kill Bill, per intendersi.

 

Il programma

 

Mercoledì 12 luglio (Goisis, free entry)

  • Punk Rock Raduno Welcome Night: Frank Portmanacoustic live & book presentation

Giovedì 13 luglio (Edoné, 18€)

  • New Bomb Turks (USA)
  • Semprefreski (I)
  • King Mastino (I)
  • Hakan (I)

Venerdì 14 luglio (Pasticcioni Sweet & Coffee, free entry H. 16:00)

  • The Gamits: Chris & Michael (USA) acoustic show

Venerdì 14 luglio (Bomboclat Skateshop, free entry H.15:00)

  • Matt Deecrack (A) acoustic show + (Hoarding) Disorder exhibit

Venerdì 14 luglio (Ma prima un caffé, free entry H. 13:00)

  • Chris Polecat (I) Dj Set vinyl only + Ramones.World exhibit

Venerdì 14 luglio (Nami Concept Store, free entry H. 17:00)

  • Get Lost Boys (D) Dj Set vinyl only + Manuel Cossu exhibit

Venerdì 14 luglio (Edoné, free entry, H. 19:00)

  • MTX (USA/NL)
  • The Peawees (I) performing “dead end city”
  • La Crisi (I)
  • School Damage (CND)
  • Lone Wolf (NL)
  • Proton Packs (I)

Sabato 15 luglio (Edoné, free entry)

  • Travoltas (NL)
  • Nikki Corvette (USA) and the Romeos
  • Retarded (I) exclusive reunion show
  • The Apers (NL)  Jughead
  • Dog Party (USA)
  • The Chromosomes (I)
  • Priceduifkes (B)
  • Pale Lips (CND)
  • Low Dérive (I)
  • Honey (I)
  • Ratbones (I)

Domenica 16 luglio (Edoné, free entry)

  • Black in Bluhm: live mixing sessions with Chris Fogal
  • Burger Special Dj set by the Get Lost Fest crew(D)
  • Hangover Cup sunday football
  • Crimson Vipers Roller Derby Bergamo fundraising
  • Punk Rock Yoga
  • Black in Bluhm live mixing sessions with Chris Fogal
  • Gimme Danger open air movie screening

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.