Le assolate fotografie
di Piazza Vecchia verde e fucsia

È stata presentata il 6 settembre, nel contesto della manifestazione Arketipos –  I Maestri del Paesaggio, la nuova edizione della Piazza Vecchia verde (ne avevamo parlato qui), iniziativa che gli anni scorsi ha riscosso grande successo tra bergamaschi e turisti. Un allestimento temporaneo, visitabile fino al 21 settembre.

Il giardino verde e fucsia. Il giardino provvisorio progettato dall’architetto Peter Fink, polacco di nascita e britannico d’adozione, è giocato tra le tonalità del verde e del fucsia. Nove spazi delimitati contengono diverse essenze benefiche: piante che curano i raffreddamenti, digestive, espettoranti; lo stesso criterio è stato utilizzato per le essenze arboree o arbustive, ciascuna indicata dal proprio cartellino, che ne segnala nome e proprietà.

Una nota: il fucsia non è stato scelto casualmente. Il nome del colore deriva infatti – appunto – da una pianta. Si tratta di un arbusto originario del’America centro-meridionale, la Fuchsia magellanica, introdotto in Europa alla fine del Seicento

Le polemiche e la bellezza. Nei giorni scorsi, l’associazione Città Alta e Colli aveva inviato una lettera al sindaco Gori lamentando la mancanza di coinvolgimento della scorsa amministrazione delle realtà sociali di Città Alta nell’organizzazione di questo e altri eventi, e denunciando il rischio che certe trasformazioni possano stravolgere il centro storico: «Piazza Vecchia, che trae la sua bellezza dall’essere così come la conosciamo, viene stravolta da un “trucco” pesante che, comunque lo si voglia guardare, è posticcio».
In risposta, il sindaco ha spiegato le intenzioni per il futuro: «I maestri del paesaggio portano a Bergamo i più grandi progettisti del mondo, quindi questi giorni invitano a coltivare la bellezza».

E che sia bella, Piazza Vecchia trasformata in un accogliente giardino, è fuor di discussione. Basta guardare le foto, scattate nel sole di questi giorni.