Che attesa per il concerto (gratis)
de Le Vibrazioni a Oriocenter

L’anno scorso non erano venuti a Bergamo: la data più vicina del tour primaverile del 2018 era stata al Live di Trezzo sull’Adda. Facile comprendere quindi la corsa ai biglietti che si è subito scatenata alla notizia del concerto – per giunta gratuito – a Oriocenter che vedrà protagoniste Le Vibrazioni, band ormai di culto da vent’anni e al centro del panorama musicale italiano, il prossimo 26 luglio. Solo nella prima giornata di apertura del “botteghino” i biglietti distribuiti da Oriocenter ai suoi clienti per il concerto de Le Vibrazioni sono stati oltre 1.300. Per aggiudicarsi i restanti posti disponibili c’è tempo fino al giorno del concerto (o meglio, verosimilmente, fino a esaurimento posti, evenienza che, vista la partenza, pare dietro l’angolo). Il concerto si svolgerà nel piazzale esterno di Oriocenter, proprio dove, un anno fa, si era esibita Noemi in quello che era stato il primo vero concerto organizzato dal mall.

 

 

Le Vibrazioni sono sulla cresta dell’onda dal 2003: formatisi a Milano, dopo quattro anni di gavetta hanno pubblicato il loro singolo di esordio che li ha catapultati in cima alle classifiche, permettendo alla band di aggiudicarsi il suo primo disco di platino. Quel singolo è Dedicato a te, un brano che tutti coloro che erano adolescenti nei primi anni Duemila non possono non conoscere (quello dedicato a una certa Giulia, per intenderci). Sufficientemente orecchiabile e perfettamente in linea con le tendenze musicali di quel periodo, accompagnato da un suggestivo videoclip realizzato sui navigli milanesi. Il primo album, Le Vibrazioni, è uscito lo stesso anno, superando in tempo record le trecentomila copie vendute.

 

 

Tra il 2003 e il 2004, invece, la band ha girato per la prima volta l’Italia in tour. Quella serie di concerti è documentata in un DVD live registrato all’Alcatraz di Milano nella data del 27 settembre 2003. Senza perdere tempo, la band ha pubblicato Raggio di sole, singolo di…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 14 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 25 luglio. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.