Cinque parrucchieri top di Bergamo

Capelli come icona, come parte della propria personalità e come stile di vita. C’è chi li ama selvaggi e spettinati, chi segue la moda del momento piastrandoli quando il liscio detta legge e arricciandoli quando è tempo di capricci. Se un tempo andavano di moda i colpi di sole, si è poi passati agli shatush e ai balayage, laddove prima si chiedeva alla propria chioma di vestirsi di una data tonalità di biondo, bruno o una delle infinite varietà di rosso, adesso è sopraggiunto anche il bronde a complicare le cose: in ogni epoca e in ogni fase, alla regia dell’hair styling c’è sempre lui… il parrucchiere di fiducia. Ci conosce meglio di una madre o della migliore amica, sa quando è il caso di tagliare con il passato, dando nuova forma alle idee e quando è bene restare coerenti con la propria immagine. «Il vero psicanalista delle donne è il loro parrucchiere», diceva lo scrittore Ennio Flaiano: impossibile dargli torto!

 

Aldo Coppola

Alcune volte il marchio cannibalizza il prodotto, altre volte capita esattamente il contrario. Non parliamo di marketing e pubblicità, ma di una persona in carne e ossa (e shatush) che ha portato alle stelle il salone Aldo Coppola di via Baioni: è Corrado Cortinovis, meglio noto come Coco. Chiedendo tra le vie della città, nei backstage di sfilata e durante tanti pour parler tra amiche, è saltato sempre fuori il suo nome. Impossibile non andarci! Dopo vari tentativi di appuntamenti (la sua agenda è fittissima) finalmente abbiamo trovato uno spazio di 10 minuti, in cui ci ha raccontato chi è, cosa fa e perché.

«Ho 40 anni e da almeno 20 faccio questo lavoro. Se non avessi fatto il parrucchiere, avrei fatto o il cuoco o il ballerino – confessa Coco – il motivo è semplice: mi piace far star bene la gente e renderla felice del proprio aspetto». La sua specialità sono le rivoluzioni: «Per me è una noia spuntare ogni mese i capelli a una cliente, io preferisco magari tagliarglieli ogni tre mesi, ma rinnovare così la sua immagine ogni volta». E lui è il testimonial perfetto della sua attività, perché «oggi sono riccio, domani liscio, dopodomani biondo…. non ho mai pace». Il motivo della sua abilità da extreme makeover sta nella sua idea che il look non deve solo adeguarsi alla fisionomia della persona, ma anche al suo carattere e al momento che sta vivendo: «È giusto accompagnare le persone in un cambiamento, se è quello che vogliono, così come è giusto frenarle se sono in crisi o se hanno idee eccessive di cui poi si pentirebbero». E Coco, ai suoi clienti, tiene tantissimo, al punto che basta entrare anche solo una volta nel suo salone, per restare impressi nella sua memoria: «Mi ricordo nomi e volti, è una mia caratteristica», minimizza lui. Ogni volta che si apre la porta, lui dedica un saluto accompagnato dal nome, per dare il suo caloroso benvenuto, «è bello essere accolti così, non trovi?».

Eccome! Il salone è in fermento e sebbene lui non riesca a darmi un numero indicativo di frequentatori del salone, di mercoledì mattina il viavai è già notevole. Oltre a lui, ci sono anche sei collaboratori, che lavorano sotto la sua attenta supervisione. «Non penso solo all’hair style, ma mi occupo anche di make up per clienti che vogliono essere perfette durante una giornata speciale» conclude Coco. Sì, perché all’Accademia Aldo Coppola si studia anche trucco. Se non lo trovate in negozio, probabilmente è impegnato nella fashion week milanese (la prossima, che va dal 23 al 28 settembre, lo vedrà nel backstage di Armani), oppure alle sfilate parigine di alta moda.

Numero medio di clienti al giorno: impossibile da definire.
Il suo punto forte: rivoluzionare il look.
Dove si trova: via Baioni 5, Bergamo.
Tel.: 035 224186

 

Shampoo Acconciature

Ma tutti lo conoscono come Roberto. È lui l’anima del salone di via XX Settembre 70, un salotto intimo di 120 mq posto all’interno di un palazzo storico, che si affaccia dall’alto in un chiostro del Settecento. «Prima di tutto discrezione: non riesco a pensare che le mie clienti possano stare in vetrina – dice Roberto Paladini, spiegando così la scelta di aprire un negozio non visibile ai passanti (col rischio anche che sia meno raggiungibile dai futuri clienti) – preferisco un contesto privato, lontano dallo sguardo dei curiosi». In quest’oasi sofisticata di pace e tranquillità, Roberto maneggia da 34 anni forbici e phon: «Ho inaugurato il mio primo salone nel 1987, in Porta Nuova. Dopo 15 anni mi sono trasferito qui e non mi sono più mosso: è incredibile che siano già trascorsi 13 anni!»

Una volta incontrato, le sue clienti non lo lasciano più: c’è chi ha il suo appuntamento fisso dagli anni Ottanta e chi, oggi, porta anche figlie e nipoti per studiare insieme un nuovo look. «Il mio salone ospita per lo più donne sui cinquant’anni, le stesse che avevano venti e trent’anni quando ho dato il via alla mia carriera – specifica Roberto, dettagliando così il suo target di riferimento – a loro si aggiungono le giovani generazioni, meno costanti e metodiche: le giovanissime di oggi, infatti, tendono a sperimentare, vengono una tantum e poi spariscono per mesi, provano a farsi la tinta da sole, magari anche a tagliarsi i capelli e, a distanza di tempo, tornano a farsi sistemare i capelli», perché lui ha sempre una soluzione a portata di mano. Diplomato all’Accademia U.N.A.S.A.S., per qualche tempo ha anche insegnato all’Accademia Nazionale Acconciatori Misti – A.N.A.M. dell’Associazione Artigiani di Bergamo. «Seguire un buon percorso di studi è importante, ma è fondamentale anche avere l’occhio per capire come risaltare la bellezza di chi si affida a me». Accanto a lui nel salone, ad aiutarlo a soddisfare le sue clienti, ci sono Cinzia, Daniela e Vanessa: «Sarebbe impossibile senza di loro».

Numero medio di clienti al giorno: 40.
Il suo punto forte: le colorazioni.
Dove si trova: via XX Settembre 70, Bergamo.
Tel.: 035 234332

 

TuttInsieme

Fa la parrucchiera da quando aveva 15 anni e ora che ne ha 56 è diventata il punto di riferimento del centro città: è Ornella Beretta, titolare del salone aperto in via Ghislanzoni nel 1980. Come insegna la storia, sono proprio i professionisti di una volta quelli che riescono a stare più al passo coi tempi: sarà che grazie a all’esperienza hanno acquisito un occhio particolare, o forse sarà merito del fatto che mixano i metodi di un tempo alle tecniche nuove. Sarà quel che sarà, ma questi 40 anni di esperienza sulle spalle di Ornella si vedono tutti nel sorriso delle sue clienti. «La clientela del negozio è cresciuta insieme a me. Il giorno dell’inaugurazione avevo 22 anni. Molte donne hanno deciso di affidarsi a me all’epoca e non mi hanno più abbandonata», racconta Ornella con un bagliore negli occhi. Si emoziona quando parla del suo lavoro e si capisce che in tutti questi anni, non c’è stato giorno in cui non si sia alzata contenta di recarsi al lavoro.

«Aprire un’attività in centro città era un traguardo negli anni Ottanta» ricorda la titolare, che all’epoca era affiancata da una socia. «Dopo 22 anni insieme, ognuna ha preso la sua strada e da 8 anni continuo nella gestione di quello che ho creato». Non proprio da sola, visto che al suo fianco ci sono sei collaboratori: «Ci sono i ragazzi addetti al taglio, un responsabile tecnico, un’addetta alla manicure e gli apprendisti». Una bella squadra, che si barcamena alla grande in 60 metri quadrati di negozio dove transitano frotte di clienti al giorno, alternando giorni di punta in cui ce ne sono anche di più a giornate più tranquille. Il segreto del successo di TuttInsieme? «Stare al passo coi tempi. Penso che la chiave di volta stia tutta qui: la ricerca continua e l’evoluzione della moda fa sì che a vent’anni si abbiano esigenze diversissime da quando se ne hanno 70. E noi siamo qui per accontentare tutti». A onor del vero, esiste un altro salone fondato da Ornella nel 1983: è TuttInsieme di Torre Boldone, dove lavorano quattro parrucchiere professioniste formate da lei. «Per i lanci moda, studiamo le collezioni e le proposte insieme. Credo che tutti abbiano qualcosa da dare… insomma largo ai giovani!»

Numero medio di clienti al giorno: non pervenuto.
Il suo punto forte: il taglio.
Dove si trova: via Ghislanzoni 25, Bergamo / via Reich 41, Torre Boldone.
Tel.: 035 248308

 

Giacomo’s Team

Poche volte nella vita capita d’incontrare persone più solari e positive di Giacomo, il fondatore dell’omonimo salone. Anzi, dei due saloni, visto che esiste quello di Fiorano al Serio, aperto nel 2000, e quello di Bergamo, inaugurato nel 2007. «Ho iniziato nel ’95 al fianco di Aldo Coppola in via Manzoni a Milano – inizia così il racconto di Giacomo Bergamini, classe 1973 – Mentre ero lì, ho avuto la fortuna (e l’abilità, ndr), di lavorare nei backstage di sfilata per Armani, Valentino, Gianfranco Ferré, Krizia, Alessandro Dell’Acqua e tanti altri, ho creato look per Vivienne Westwood a Londra e per Dior a Parigi. Poi nel 2000, il grande passo: quello di tornare a Bergamo e creare la mia attività. Ho aperto a Fiorano su consiglio di una mia affezionata cliente: la signora Radici, che veniva a Milano a sistemarsi i capelli» e la sua intuizione si è rivelata di successo. 140 metri quadrati di loft newyorchese hanno spazzato via la concorrenza della provincia, stabilendo un primato assoluto in fatto di stile e clientela affezionata. «A Bergamo ho aperto all’età di 32 anni: 80 metri quadrati dedicati alla creazione di bellezza» continua Giacomo, introducendo così il suo asso nella manica: il cambio d’immagine. È questa la sfida che raccoglie e vince ogni giorno con le sue clienti (perlopiù donne): valorizzare la loro esteriorità.

«Continuo a bazzicare nel mondo della moda e delle sfilate, partecipando sempre alla New York Fashion Week: a turno, porto con me anche uno dei miei dieci dipendenti, perché è giusto che tutti facciano pratica sul campo». Realizza acconciature da sposa e crea hair styling per servizi fotografici ed eventi patinati: fa tutto così bene, che anche il mondo del piccolo schermo ha tentato di accaparrarselo: «L’anno scorso mi è stato chiesto di lavorare nel programma tv Ma come ti vesti? Sarebbe stato senz’altro divertente e interessante, ma avrei sottratto troppo tempo alle mie clienti», spiega. Quando si dice dedizione per il lavoro… «I miei saloni vanno bene, cosa posso desiderare di più? – ammette candidamente – Voglio mantenere una qualità della vita senza strafare. Sono già grato al destino per tutto quello che ho realizzato», conclude Giacomo, senza quasi rendersi conto che il merito, in realtà, è tutto suo…

Numero medio di clienti al giorno: tra i 50 e i 100.
Il suo punto forte: il cambio d’immagine.
Dove si trova: via Sant’Orsola 72, Bergamo + via Roma 23, Fiorano al Serio.
Tel.: 035 428 466 (Bergamo) + 035 738333 (Fiorano)

 

La Dolcevita

Quando era piccola desiderava fare la parrucchiera e la maestra dei parrucchieri e, crescendo, è proprio quel che ha realizzato. Sembra una favola a lieto fine quella di Roberta Elena Belotti, che dieci anni fa ha inaugurato La Dolcevita in via Martiri di Cefalonia a Bergamo. «In realtà sono qui da 23 anni: prima il salone si chiamava Donne In e avevo una socia», puntualizza Roberta. Formatrice per l’azienda Paul Mitchell, ha viaggiato in tutta Italia, è andata in Romania, in Spagna, in Gran Bretagna, in Germania ed è volata fino in America: «Mi è sempre piaciuto molto insegnare, in più credo fermamente che sia indispensabile studiare e aggiornarsi continuamente», aggiunge, sebbene da quattro anni, cioè dal giorno in cui è diventata mamma, abbia deciso di non viaggiare più così tanto: «Sono una parrucchiera-mamma», è così che ama definirsi. Mentre parla, emana un’energia frizzante: «È vero, sono in continuo fermento d’idee – ammette – ecco perché, oltre a voler restare sempre al passo coi tempi, ci tengo che anche il mio salone rispecchi la mia anima: negli ultimi anni, l’ho rifatto, ridipinto, cambiato stile e disposizione ben cinque volte».

È così che i suoi 55 metri quadrati (ora in veste shabby-chic) riescono a contenere per magia anche angoli di puro relax, come quello dedicato alle tisane e ai caffé, così come la poltrona vintage dedicata al grooming uomo e al make-up. «Ho seguito un corso di trucco, dal base al trucco sposa – racconta – io amo i matrimoni e tutto quello che gira intorno al mondo sposa. In questi vent’anni di attività ho visto tante ragazzine crescere: io sono sempre stata al loro fianco in ogni tappa della loro vita, compresa quella delle nozze». I clienti, oggi, hanno un’età compresa tra l’1 e i 90 anni. «I bimbi sono nostri ospiti d’eccezione: per loro ci sono tavoli bassi per disegnare, il cavalluccio e i giochi da bebè». Di lei, le persone che ha intorno (quattro collaboratrici e schiere di clienti) dicono che abbia una dote eccezionale: quella di scovare subito il total look adatto a una persona. «La consulenza è fondamentale e, mischiata alla fantasia, va a tratteggiare un cambiamento di look». Dato che, secondo la sua filosofia, il capello sano è la cornice di un viso, nell’ultimo anno ha aggiunto l’ossigenoterapia alla sua offerta, in grado di rendere i capelli più lucidi, forti e corposi: «È l’ultima avanguardia per il benessere dei capelli». What Else?

Numero medio di clienti al giorno: 25
Il suo punto forte: il colore e la velocità.
Dove si trova: via Martiri di Ceafalonia 4/A, Bergamo.
Tel.: 035 242242

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.