10 frasi in dialetto bergamasco
su Atalanta-Dinamo Zagabria

Abbiamo sofferto, abbiamo subito gli sfottò dei tifosi di altre squadre, ci siamo ritrovati con le speranze al lumicino. Ma una partita come quella con la Dinamo Zagabria ridà all’Atalanta il ruolo che le compete, quello di una squadra meravigliosa, capace di incantare e di vincere sui campi di tutta Europa. Forza Dea, non è ancora finita!

 

1. Ol Papu l’à fàcc piö tunnel de l’Anas


Vederlo giocare è uno spettacolo. Dribbling, finte, numeri da circo, fosforo sparso sul campo. Il Papu è un grande e adesso lo sa tutta Europa. Immenso e insostituibile. [Trad. Il Papu ha fatto più tunnel dell’Anas]

 

2. Stasira ol Pasalic l’à montàt i pé al contrare

Generoso lottatore, il trequartista atalantino ha avuto notevoli problemi di mira. Sarebbe ingeneroso però criticarlo, in una serata in cui la squadra ha dato davvero tutto. [Trad. Questa sera Pasalic ha montato i piedi al contrario]

 

3. Quace pulmù gh’àl ol Gomez?

Scatto imperioso sulla sinistra, galoppata sfrenata sulla destra, recupero prodigioso, rasoiata per il gol. Il Papu è stato davvero l’uomo-ovunque della partita, e ci si chiede se sia dotato di un’anatomia sovrumana. [Trad. Quanti polmoni ha Gomez?]

 

4. A m’pödìa fàn sich o sés

La quieta considerazione finale fotografa un dominio del campo a tratti assoluto, con un numero di occasioni da pallottoliere. Peccato che non se ne siano sfruttate almeno la metà, ma tutti avrebbero firmato per questo risultato, prima dell’incontro. [Trad. Potevamo farne cinque o sei (di gol)]

 

5. A m’sarèss mia de Cèmpions?

Domanda retorica rivolta a coloro che, dopo il disastroso inizio, reputavano la Dea una comparsa nello spettacolo della Champions. Il gioco e i gol hanno zittito tutti. [Trad. E non saremmo da Champion?]

 

6. La sò pünissiù la nóna a l’la ciapa sèmper

Vedere Ilicic ciondolare nella trequarti avversaria potrebbe sembrare deprimente, ma sappiamo che dai movimenti dello sloveno spesso la squadra ricava una preziosa punizione, utile per rifiatare nei momenti no. [Trad. La sua punizione la nonna (Ilicic) la prende sempre]

 

7. Pecàt che l’s’è fàcc mal ol Muriel

La saetta colombiana aveva già procurato notevoli apprensioni nella retroguardia dello Zagabria, oltre a procurarsi e a siglare il rigore. L’unica nota negativa in una serata perfetta. [Trad. Peccato che si sia fatto male Muriel]

 

8. Ol Gasperì l’éra mia contét

Gasp il perfezionista scuoteva la testa quando le occasioni si moltiplicavano senza dare frutti. Profondo conoscitore del calcio, l’uomo sa che, alla bergamasca, l’imperativo è molà mia. [Trad. Gasperini non era contento]

 

9. A m’pöl amò passà

È vero, il gioco dei risultati ci ha favorito, ma in caso contrario il prezzo da pagare sarebbe stato troppo alto. Una squadra che incute timore al Manchester non può uscire dall’Europa senza vittorie. [Trad. Possiamo ancora passare]

 

10. Gh’è n’è mia tate de squadre issé

Lo possiamo dire con orgoglio, l’Atalanta è una signora squadra che può giocarsela contro tutte, anche in Europa. È vero, non c’era bisogno di questa vittoria per dimostrarlo, ma a volte i numeri contano, eccome. [Trad. Non ce ne sono tante di squadre così]

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.