10 pittoreschi insulti in bergamasco

Per un bergamasco l’insulto non è un’offesa, è una constatazione. Così come contempla lo scorrere dei giorni e il ciclo della natura, osserva con serena accettazione gli innumerevoli difetti altrui. Per poi sottolinearli con parole che sono attrezzi da lavoro quotidiani, utilizzati per educare senza ferire. Perché il bergamasco è, per indole, edificante.

 

Codér

foto21

Dicesi di zucca vuota, come il corno in cui riporre la pietra cote da cui prende il nome. Siccome il corno è di bue, si aprono altri interessanti scenari.

 

Saiòt

0230

Tonto e maldestro. Curiosamente, il significato etimologico è “cavalletta”. Con ogni evidenza, la goffaggine è una calamità devastante.

 

Tàmbor

tamburo

Duro di comprendonio, ha il quoziente intellettivo di un tamburo. Interessante la variante accrescitiva “tamburù”. “Pèl de tàmbor” è invece colui che non si distingue per sensibilità.

 

Codeghì

cotechino-e-lenticchie

Simpaticamente associato a un cibo diffuso e apprezzato, è l’affettuoso appellativo per chi finisce spesso, per propria stupidità, insaccato.

 

Balabiót

11862630-kmIF-U10201873758093fvB-426x240@LaStampa.it

Espressione nata in tempi in cui ci si spogliava solo per necessità, nel senso di indigenza, è individuo misero e meschino.

 

Principessa dal cül de pessa

Sansa-Stark-sansa-stark-22943812-1024-576

Attribuito a donne che lavoravano meno di 14 ore al giorno, oppure trasportavano carichi inferiore al quintale. Femminucce, insomma.

 

Lendenù

Itching In An Adolescent

Se la “lèndena“ è l’uovo del pidocchio, perché il “lendenù” è il fannullone? L’ipotesi è che, stando fermi, si faciliti la domiciliazione dei parassiti.

 

Löciaègie

capricci-bambino-400

Chi non perde occasione per lamentarsi di ogni minuscola avversità. Detto ai bambini, li educa a una virile asciuttezza di ciglio.

 

Caafiàt

bianco-rosso-e-segreto-Furio

Termine di sconcertante attualità, identifica colui che non accetta ritardi tra la richiesta e la sua soddisfazione. Pressando tanto vicino da togliere il fiato.

 

Cicianèbia

nebbia_fotogramma_milano

Dedicata ai cugini milanesi, è lo spontaneo riconoscimento della diversità territoriale che si traduce in una delicata metafora a sfondo naturale.