Gli spazi estivi a Bergamo
La novità è al Parco Goisis

Dopo che nelle scorse settimane il Comune di Bergamo ha reso noto che a gestire lo spazio estivo al Parco della Trucca sarà il 30 e Lode Café di via dei Caniana (a partire dall’1 maggio), venerdì 29 aprile sono stati resi noti i risultati dei bandi per la gestione degli altri 5 spazi di somministrazione e aggregazione in vista dell’estate 2016 a Bergamo. O meglio, sarebbe meglio dire 4, visto che per piazzale degli Alpini è arrivata soltanto una richiesta, ritenuta però non idonea dalla commissione di valutazione. Ma dove passeranno dunque i bergamaschi le proprie calde sere d’estate?

 

coc 12

 

Gli spazi sulle Mura di Città Alta. Come sempre, l’attenzione era soprattutto rivolta su Città Alta, con gli spalti di San Giacomo, Sant’Agostino e San Michele pronti a diventare luogo di ritrovo, non soltanto serale, lungo le Mura. Il Bar Flora di piazza Vecchia si è aggiudicato lo spazio di San Giacomo, per il quale sono arrivate sulle scrivanie di Palazzo Frizzoni ben 4 richieste. La proposta del Flora è stata ritenuta la migliore soprattutto per la volontà di sfruttare lo spazio sin dal mattino, con apertura alle 8.30, e di viverlo in tutte le ore del giorno, con una proposta musicale giudicata molto buona e una grande attenzione alle attività benefiche. La scommessa è riuscire a bissare il successo della scorsa estate del Cocolele Beach Bar. Ad aggiudicarsi Sant’Agostino, invece, è stata ancora una volta l’aggregazione della Comunità delle Botteghe di Bergamo Alta, cioè ben 14 realtà commerciali del centro storico coinvolte secondo una formula ormai consolidatasi negli ultimi anni. Di livello la proposta enogastronomica, ma spiccano anche alcune attività d’animazione, come l’Olimpiade per i bambini e le Notti Donizettiane, pensate per valorizzare il grande compositore bergamasco. Lo spazio di San Michele è infine andato a La Birreria di Città Alta, forte di una buona proposta musicale e di iniziative interessanti, come l’Aperibus, con drink a 3 euro per tutti coloro che scelgono di raggiungere lo spalto con i mezzi pubblici.

Sorpresa: il Cocolele Village al Parco Goisis. Ma la novità 2016 arriva da Bergamo bassa. Stiamo parlando dello spazio estivo al Parco Goisis a Monterosso, andato alla Cocolele Srl, ovvero la società di Loredana Perino che l’estate scorsa, sotto la supervisione artistica di Diego Capoferri, ha rallegrato le serate sugli spalti di San Giacomo e che da qualche mese troviamo in via dei Caniana con il Cocolele Bistrot y Tapas. Una vera e propria scommessa, su cui soltanto il Comune di Bergamo e Cocolele hanno deciso di puntare forte. Lo spazio estivo al Parco Goisis, infatti, l’estate scorsa non era nemmeno stato messo al bando dopo gli insuccessi delle stagioni precedenti. Ma qui c’è la prima grande novità: invece che dover allestire la location nel parcheggio antistante l’area verde, quest’anno sarà proprio l’interno del parco a prendere vita. Uno spazio grande, fresco, immerso nella natura e con una meravigliosa vista su Città Alta. Senza contare che questa novità permetterà agli avventori di usufruire pienamente del grande parcheggio da almeno 180 posti auto, un vero tesoro per gli spazi estivi bergamaschi. La seconda grande novità riguarda invece gli orari del Cocolele Village (così si chiamerà lo spazio estivo): a differenza degli altri spazi estivi cittadini, infatti, la distanza dalle abitazioni e la volontà di rilanciare un’area spesso snobbata di Bergamo hanno fatto propendere il Comune per dare il via libera a orari decisamente più “lunghi”. In settimana l’attività del bar potrà prolungarsi fino alle 2 di notte, mentre nei weekend addirittura fino alle 2.30. La musica, invece, potrà risuonare per il Parco Goisis addirittura fino all’una. Una vera novità per Bergamo, purtroppo spesso abituata a coprifuoco e limiti d’orario.

 

coco 12

 

Una programmazione ricchissima, dalla mattina a tarda notte. Proprio questi due elementi hanno portato lo staff di Cocolele a decidere di scommettere su questo spazio, abbandonando, almeno per il 2016, le Mura di Città Alta. Resta invece la “barca”, ovvero lo stand bar che porta il mare anche a Bergamo e che tanto successo ha riscosso nel 2015 su a San Giacomo. E visto che squadra che vince non si cambia, anche quest’anno lo spazio Cocolele sarà teatro della rassegna musicale “Bergamo Altra Estate”, coordinata da #hashtag. e in grado di portare nella nostra città, per 8 sere d’estate, buonissima musica dal vivo. L’anno scorso, tra i nomi di spicco dell’iniziativa, ricordiamo Joan Thiele (che pochi mesi dopo ha spiccato il volo con diversi successi radiofonici), Stefano Vergani, Cesare Basile, Marco Cocci e gli immancabili Plastic Made Sofa, rappresentanti della buona musica made in Bg. Un altro appuntamento che si riproporrà sarà la manifestazione “Baci che fioccano”, giunta ormai alla sua settima edizione e pensata per aiutare il Cesvi attraverso una raccolta fondi. Quest’anno, però, ci sarà un motivo in più per partecipare: ospite della serata di beneficenza, infatti, sarà nientepopodimeno che Roby Facchinetti, i mitici occhi azzurri dei leggendari Pooh. E in un’altra serata, che sarà sempre dedicata alla solidarietà, sarà invece gradito ospite del Cocolele Village suo figlio, Francesco Facchinetti, che farà ballare tutti i presenti con un personalissimo dj set. Alle serate d’estate in quel del Parco Goisis, infine, parteciperanno con eventi a tema e coinvolgenti iniziative anche quei “matti” dei PDF – Punto di Fuga, i ragazzi di Volley Party Bergamo e le sognatrici di J&F – Jazz & Flower.

Uno spazio pensato, dunque, soprattutto la sera, per i giovani, dove fare le ore piccole ballando, ascoltando buona musica, sorseggiando un cocktail e godendosi l’aria fresca e la vista su Città Alta. Ma ad aver colpito la commissione di valutazione del Comune è stata l’ampissima proposta presentata da Cocolele. Grazie infatti alla collaborazione con la 035GYM e ai grandi spazi del parco, in questo villaggio cittadino troveremo una vera e propria palestra a cielo aperto con iniziative sportive lungo tutto l’arco della giornata: corsi di fitness, crossfit, calisthenics, krav maga, ma anche tornei di beach volley, calcetto, calcio balilla, ping pong e addirittura di scacchi. Infine, i sabati pomeriggio, spazio ai più piccini con i laboratori curati dal centro polifunzionale per le famiglie Primomodo e alle belle iniziative della cooperativa teatrale Erbamil, che proporrà “fiabe ecologiche” e “letture sensoriali”, adatte a tutti coloro che «vogliono sentire quello che non si può vedere», con il coinvolgimento dei bimbi non vedenti e ipovedenti dell’associazione Omero. A partire dal primo giugno, fino a settembre inoltrato, il Cocolele Village sarà aperto dalle 9.30 di mattina fino alle 2 di notte dal lunedì al giovedì, dalle 9.30 alle 2.30 nei weekend.

 

Cocolele Crock Village - progetto

[Il progetto del Cocolele Village al Parco Goisis presentato al Comune]

 

L’organizzazione degli spazi. Giornate piene quindi, da vivere fino in fondo. Il Cocolele Village porterà veramente un piccolo angolo di vacanza in città, con la sua barca pronta a dissetare e saziare gli avventori, i quali potranno poi accomodarsi nella tensostruttura di circa 110 metri quadrati che accoglierà tavoli e panche. Ma la chicca sarà sicuramente il bellissimo palco di circa 17 metri quadrati che verrà posizionato sotto alcuni alberi, con le spalle rivolte a Città Alta, in modo tale che il pubblico (la capienza è di circa mille persone, mica male) possa godersi la buona musica con una vista veramente unica. Un progetto ambizioso, ma sicuramente stuzzicante. Una novità piacevole per Bergamo e soprattutto per città bassa, che soffre da sempre la “concorrenza” degli spazi estivi sulle Mura. Inoltre, con i lavori in Borgo Santa Caterina al via proprio in estate, Bergamo bassa necessitava di un nuovo luogo di divertimento. L’idea del Comune di proporre uno spazio come Parco Goisis, con apertura prolungata fino a tarda notte, è una scelta sì coraggiosa, ma anche molto intelligente. Ora starà ai ragazzi di Cocolele sfruttarla appieno. Le premesse ci sono tutte, visti anche i successi del Cocolele Beach Bar dell’estate scorsa e del Cocolele Ice Park di questo inverno in piazza della Libertà. La sensazione è che la prossima estate molti bergamaschi passeranno delle gran belle serate…

2 risposte a “Gli spazi estivi a Bergamo
La novità è al Parco Goisis”

  1. AndreaT

    Abitando io in via Goisis ( accanto al parco) sono curioso di quanto sarò tenuto sveglio dalla musica in nome della Bergamo che vive….. Suggerirei al Sindaco di mettere la musica fino alle due di notte sotto casa sua per valutare il piacere del non dormire . Sarà naturalmente utile valutare legalmente il livello di decibel nel rispetto delle persone che abitano in zona.

  2. amzterdam

    Signor Andrea T, proporrei dunque di ambientare tutte le attività che possono creare disturbo in qualche area disabitata. Facciamo dei pullman e spediamoci questi esagitati che amano la musica, l’estate, lo stare all’aperto, il socializzare.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.