Gandino Webtv, già amatissima
Quando i giovani diventano pionieri

Una nota emittente radiofonica nazionale, utilizza da tempo lo slogan: «Le notizie, prima, passano da noi!». Verrebbe da dire, parafrasando, che probabilmente transitano da Gandino, dato che i giovani locali confermano una storica inclinazione ad aprire nuove vie nel campo dell’informazione.

L’inizio. Tutto cominciò 105 anni fa, quando presso l’Oratorio di Gandino nacque La Val Gandino, uno dei primissimi bollettini parrocchiali della Bergamasca, ancor oggi attivo come mensile, con le notizie che riguardano le parrocchie di Gandino, Barzizza e Cirano (dal prossimo novembre pronte a divenire Unità Pastorale) e la comunità di Cazzano Sant’Andrea. All’inizio degli Anni Ottanta un’intuizione tecnologica d’avanguardia fece nascere in paese Radio Studio 2001, emittente privata che trovò casa in alcuni ambienti dell’Oratorio Sacro Cuore di Gandino, dove era direttore don Davide Pelucchi, oggi Vicario Generale della Diocesi. Quell’idea avveniristica insita nel nome (che richiamava il celeberrimo film 2001 Odissea nello spazio) fa allargare un sorriso ai giovani di allora, oggi più che cinquantenni.

 

 

Il nuovo millennio. Alle soglie del nuovo millennio, esattamente il 20 giugno del 1999, nacque il sito internet, grazie al lavoro di un gruppo di volontari guidati dall’ingegnere informatico Paolo Tomasini. Internet non aveva ancora avuto l’attuale diffusione e l’accesso dedicato al web con un proprio sito era allora riservato solo alle grandi città. Oggi quelle migliaia di pagine pazientemente caricate, rappresentano un invidiabile archivio digitale. Negli ultimi anni, dopo una breve rinascita della Radio oratoriana grazie a don Alessandro Angioletti e alla denominazione Gandino Web Radio, la scommessa (ancora una volta pionieristica) è addirittura televisiva. Grazie ad un gruppo di motivati adolescenti e giovani è infatti realtà Gandino Webtv.

Gandino Webtv. «Tutto cominciò per gioco – spiega Emilio Guadagno, originario di Visciano (Napoli) e da qualche anno residente a Gandino – con le riprese in diretta attraverso lo smartphone di alcune partite di calcio in oratorio. Nulla di organizzato, solo occasionali sfide fra amici adolescenti. Sfruttando la tecnologia che offriva le prime opportunità online ci inventammo il nome Patalandia per un fantasioso torneo, aggiungendo alle dirette anche cronache ed interviste ironiche ai protagonisti». I ragazzi ci hanno preso gusto e il gioco è diventato passione, allargandosi presto alle cronache degli eventi del paese, al racconto delle partite della locale squadra di calcio (Asd Gandinese 2015) a piccoli quiz realizzati in uno studio improvvisato, con lenzuola stampate al posto dei fondali.

 

 

Il gruppo, oltre al frontman Emilio Guadagno, è composto anche da Simone Rottigni, Matteo Castelli, Andrea Motta, Matteo Rottigni, Sebastiano Bosio, Daniele Sangalli, Mattia Servalli, Davide Livio, Andrea Picinali. Da sabato 30 giugno Gandino Webtv ha un vero e proprio studio, grazie al Comune di Gandino che ha sposato il progetto multimediale, assegnando un bilocale nell’antico Palazzo Giovanelli, dove già è attivo il Centro di Aggregazione Giovanile (manco a dirlo, il primo aperto in Bergamasca).

«La sinergia – conferma il vicesindaco Filippo Servalli – è evidente e consente ai ragazzi di sviluppare attività concrete e costruttive attraverso strumentazioni per le quali mostrano competenze molto più forti rispetto ai grandi». La riprova di quanto i gandinesi (anche quelli lontani) già sentano propria questa nuova televisione è arrivata in occasione della recente Corsa delle Uova. I video in diretta di raccoglitore e corridore hanno superato le 5mila visualizzazioni. «Il canale ad oggi privilegiato – aggiunge Guadagno – è Facebook, ma molti video vengono caricati anche sul nostro canale Youtube, mentre condividiamo l’archivio fotografico attraverso Instagram».

 

 

Alla serata di inaugurazione degli studi è arrivato il parroco don Innocente Chiodi a benedire i locali, ma anche amici, genitori e semplici cittadini incuriositi da una novità che pur apparendo ovvia per qualsiasi adolescente, ha il pregio di mettere in dialogo le generazioni. Gandino Webtv racconta della Basilica e del Museo di arte sacra, propone le partite dell’Asd Gandinese 2015, le processioni, il concerto della Banda, gli spettacoli lirici ed il concorso per voci nuove, ma anche le riflessioni quaresimali del vicario don Giovanni Mongodi o del curato dell’Oratorio. Un Piccolo mondo antico portato nell’infinito dell’web in tempo reale.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.