La musica conquista le piazze
14 palchi per la Festa Europea

La Notte Bianca dello Sport è andata molto bene, con 50mila presenze stimate. La Donizetti Night di più (55mila). Erano al sabato, c’è stato bel tempo e la carne al fuoco, soprattutto per l’evento dedicato al compositore, era tanta e di ottima qualità. Stasera, venerdì 21 giugno, va in scena la terza “notte bianca” cittadina, dedicata alla 25esima edizione della Festa Europea della Musica, kermesse “praticata” da città e paesi di tutto il continente, che nella giornata si impegnano a portare eventi musicali al grande pubblico. Bergamo si unisce alla manifestazione, offrendo un centro città rivisto in chiave musicale, con 14 postazioni fisse e più di 30 esibizioni con il coinvolgimento di circa duecento artisti, tra le 21 e le 24. Stili, generi e realtà diverse, in collaborazione con realtà bergamasche d’eccellenza del settore. Materia prima buona e abbondante. Ma è venerdì, non sabato, quindi di gente in giro ce n’è fisiologicamente di meno, e si incrociano le dita con il naso all’insù, verso il cielo. Sperando di non doverlo storcere.

Il centro, innanzitutto. Il viaggio musicale parte da Piazza Pontida e via Broseta, arrivando fino a Piazzetta Santo Spirito, passando da via XX Settembre, Via Sentierone, Piazza Dante e Piazza Vittorio Veneto. La cooperazione tra Comune di Bergamo, Distretto Urbano del Commercio, singoli esercenti e l’Azzurro Communication ha portato a un ampliamento dell’evento in termini quantitativi e qualitativi. Da citare innanzitutto il Cdpm (Centro Didattico Promozione Musica), che grazie alla rete di collaborazioni inaugurata all’International Jazz Day aprirà la serata con l’Orchestra dell’Istituto Santa Lucia con alcuni brani jazz arrangiati da Andrea Nosari e adattamenti di musica classica a cura di Ettore Begnis, Katia Vestri e Rosaria Lauricella. Seguirà il quintetto di giovani talenti jazz SpicySalmon, a cui si aggiungeranno in qualità di ospiti speciali il sassofonista senese Giulio Visibelli e il pianista Claudio Angeleri. Anche Ima Italian Music Academy contribuisce all’evento, portando in piazza Andrea Berté, protagonista di un viaggio da star da Ponteranica al talent televisivo “The Voice”, oltre che numerosi cantanti e musicisti della scuola. Novità dell’edizione 2019, l’apertura di Piazzetta Santo Spirito alla manifestazione, dove si esibirà, in collaborazione con l’Associazione Borgo del Tasso e Pignolo, il Coro Canticum Novum diretto da Erina Gambarini, con Luigi Ripamonti al piano. Successivamente la Banda Larga, ensemble cittadino, chiuderà l’evento della postazione. Spazio importante è dedicato al gospel, con i gruppi Sant’Antonio David’s singers e Take It Voices, con incursioni da parte del “woodstock revival” di Rose & the Captain.

Pro-Loco Bergamo organizza un unico concerto in Città Alta (Piazza Vecchia), a ingresso libero: quest’anno viene proposto il concerto “Sogno di una notte di mezza estate” in cui la musica pop e jazz si incontrano con la lirica, accompagnate da un’orchestra e musicisti di alto livello. Due le protagoniste che si alternano sulla scena: Silvia Lorenzi e Gabriella Mazza. Un omaggio all’associazione Africa Tremila Onlus nel ricordo di Carlo Spini, Gabriella Viciani e Matteo Ravasio, scomparsi nell’incidente aereo di Addis Abeba dello scorso marzo. Novità per la Festa Europea della Musica è pure la partecipazione del Jazz Club Bergamo che in Piazzetta Bergamo Centro presenterà la statunitense Deborah J. Carter accompagnata da Daniele Gorgone al pianoforte, Tony Match alla batteria e Marco Piccirillo al contrabbasso…

 

Articolo completo a pagina 25 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 27 giugno. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.