L’Isola (Bergamasca) dei tesori
tra castelli, villaggi e abbazie

Tra  palazzi di pregio, dimore storiche, suggestivi affreschi e giardini mozzafiato arricchiti da armoniosi giochi d’acqua, l’isola Bergamasca si presenta come un piccolo tesoro da esplorare. È in questo triangolo di terra, racchiuso fra i fiumi Adda e Brembo, che Promoisola ha pensato di organizzare una serie di visite guidate per allietare i prossimi weekend di primavera. Oggi, sabato 30 marzo, dalle 15 si potrà trascorrere un pomeriggio alla scoperta di Crespi d’Adda. Il villaggio rappresenta una preziosa testimonianza di archeologia industriale ed è inserito nel patrimonio Unesco. Fondato nel 1878 dall’imprenditore cotoniero Cristoforo Benigno Crespi su un terreno delimitato dai fiumi Adda e Brembo, l’intero villaggio si è sviluppato intorno alla fabbrica, motore e fulcro di tutto il complesso. Dentro l’asse urbano, ci si imbatte poi nelle case operaie, nelle scuole, nella chiesa e nel cimitero, uno dei più affascinanti monumenti di inizi Novecento.

 

[L’antica basilica di Santa Giulia]

 

A pochi passi da Ponte San Pietro c’è l’antico palazzo Furietti che domina il centro di Presezzo, una perla rinascimentale che Promoisola invita a esplorare in due occasioni, il 31 marzo e il 19 maggio. La visita guidata, in programma alle 15.30, condurrà i visitatori alla scorta del piano terra, dove la struttura conserva il suo aspetto rinascimentale, ma anche del piano nobile, frutto della sistemazione tardo-settecentesca. Attraverso il portico, affrescato con motivi a grottesca e lunette, si accederà poi alle sale decorate alla fine del XVI secolo dal pittore bergamasco Giovan Paolo Cavagna: si potranno così ammirare il salone dedicato a…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 31 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 4 aprile. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.