A Natale la ruota panoramica
E sorpresa in Piazza Vecchia…

Qualcuno, va detto, storce un po’ il naso. Ma la maggior parte dei bergamaschi attende con curiosità che la ruota panoramica in piazza Matteotti, proprio di fronte al Comune, diventi realtà. «Mancano ancora un paio di sopralluoghi da parte della Sovrintendenza, ma c’è fiducia. Siamo quasi pronti», dichiara con il sorriso Nicola Viscardi, presidente del Distretto urbano del commercio (Duc) e colui che, insieme a Palazzo Frizzoni, sta tirando le fila di questo Natale 2019 a Bergamo.

 

[La ruota panoramica che verrà installata in piazza Matteotti]

 

La ruota panoramica. Trentadue metri di acciaio che svetteranno, dunque, nel cuore della città, circondati da abeti e caratterizzati da un colore assai natalizio, il rosso. «Sarà qualcosa di unico, davvero. Romanticamente affascinante», spiega Beppe Acquaroli, anima del Baretto di San Vigilio e direttore artistico del progetto luci per il Duc. «L’idea della ruota la ebbe il sindaco Giorgio Gori diverso tempo fa. Non ricordo dove fosse, ma scattò una foto a una ruota panoramica e me la inviò. Io allora ho iniziato a muovermi. Poi, in primavera, l’ho chiamato: “Sindaco, l’ho trovata”. “Cosa?”, mi chiese. “La ruota per Natale”».

I gomitoli luminosi. È da anni che Acquaroli si impegna a illuminare il Natale di Bergamo. E dopo qualche “stecca” (leggasi le critiche del 2016), il progetto delle luminarie ha trovato la sua quadra grazie a uno stile raffinato, elegante, ma allo stesso tempo in grado di riempire il cielo notturno. Ché, si sa, il Natale è la festa della luce e un po’ di sano “eccesso” non fa di certo male. Anzi. Per questo anche quest’anno vedremo dondolare da lassù quei bellissimi gomitoli luminosi che anche altre città, dopo il successo nostrano, hanno copiato.

 

[I “gomitoli luminosi” in Porta Nuova nel 2017 (foto Mario Rota)]

 

Ancora è presto per sapere se il record di dieci chilometri di strade illuminate dell’anno passato verrà bissato, ma Acquaroli non lo esclude: «A grandi linee, le strade coinvolte sono le stesse. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di coinvolgere quanti più quartieri possibili. Ovviamente però molto dipende anche dalle adesioni dei commercianti. Noi facciamo il possibile, ma poi serve l’aiuto di tutti». E così, mentre in alcune “arterie” (come viale Papa Giovanni e via Borgo palazzo) si vedono già dondolare le luminarie, si attende il grande giorno in cui partirà ufficialmente il conto alla rovescia verso il Natale: la data fissata è domenica 24 novembre.

La grande inaugurazione. L’anno scorso fu un successo: dal buio, Bergamo improvvisamente si accese, sia con le luminarie sparse per la città, sia con il grande albero di Natale addobbato proprio in piazza Matteotti. Ma, soprattutto, a strappare applausi fu lo spettacolo che il Duc organizzò in collaborazione con l’agenzia Mym. Una vera e propria inaugurazione con ballerini, musica e quattro boules de neige giganti, ovvero palle di vetro con la neve. «Non lo dico perché ci sto…

 

Articolo completo alle pagine 4 e 5 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 14 novembre. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.