I rifugi bergamaschi dove passare
Natale e Capodanno, tra neve e cibo

Le tanto sospirate vacanze natalizie si avvicinano, e con esse la fine del 2018. Quale luogo migliore di uno dei rifugi alpini presenti sulle nostre montagne per passare alcuni giorni di relax? Magari con una bella polenta fumante e il fuoco del camino acceso, con la neve (anche se ancora poca) a fare da corona al bellissimo paesaggio disegnato dalle nostre Orobie. Vi proponiamo i rifugi aperti durante queste vacanze natalizie, valida alternativa a un Capodanno in città o perfetti per una gita tra panorami mozzafiato e sapori della tipica cucina orobica. Consigliamo, a chi fosse interessato a passare il Capodanno in rifugio o a pernottare presso le strutture elencate, di prenotare il prima possibile. Il numero di posti molto spesso è limitato, e nella maggior parte dei casi le richieste sono sempre tantissime. Resta sempre buona regola documentarsi in maniera adeguata sulle condizioni dei sentieri, che durante la stagione invernale possono presentare bruschi cambiamenti.

 

Val Seriana

La bella cornice della Val Seriana offre numerosi spunti, in estate come in inverno. La prima proposta arriva dal Rifugio Capanna 2000, in Val Serina, sempre aperto tutti i weekend in questa stagione e punto di riferimento per gli amanti della “montagna in invernale”. Il Capanna resterà attivo in modo continuativo dal 26 dicembre fino all’Epifania, compresa la sera di San Silvestro. Per informazioni: 034595096. Passiamo al Rifugio Alpe Corte, aperto tutti i weekend nella stagione invernale e tutti i giorni dal 21 dicembre al 6 gennaio, Natale e Capodanno compresi. Accessibile a tutti con una breve passeggiata, è il luogo ideale per famiglie e bambini. Informazioni e prenotazioni: 034635090 – 3313086200. In Val Gandino, sotto le pendici del Pizzo Formico, troviamo il Rifugio Parafulmine, aperto tutti i giorni dal 26 dicembre al 6 gennaio a esclusione della sera del 31 dicembre. Per informazioni: 3299634386. Ci spostiamo agli Spiazzi di Gromo, dove a 1650 metri di quota troviamo il Rifugio Vodala, in questa stagione aperto tutti i martedì, giovedì e venerdì sera per la gioia di ciaspolatori e scialpinisti. L’apertura continuativa è prevista dal 22 dicembre fino al 6 gennaio, con cenone il 23 dicembre per gli auguri di Natale e il tipico Veglione di Capodanno, tra brindisi e allegria assicurati. Per informazioni: 034647079. Il Rifugio Luigi Albani, a metri 1932 e posto sotto le pendici della Presolana, è facilmente raggiungibile con dieci minuti di cammino direttamente dalla piste di sci di Colere e resterà aperto in modo continuativo dal 28 dicembre fino al 6 gennaio. Le aperture sono poi garantite per tutti i weekend fino a maggio. Tutte le informazioni: 034651105. Al Passo della Presolana troviamo la Baita Cassinelli, già aperta per tutta la stagione nei giorni di mercoledì, sabato e domenica. Accessibile a tutti in circa 45 minuti di cammino, sarà aperta in modo continuativo dal 28 dicembre fino al 6 gennaio, veglione di Capodanno incluso. Per informazioni e prenotazioni: 3395655793. Presso la Malga Alta di Pora, nel comune di Costa Volpino, ci attende il Rifugio Leonida Magnolini. Il rifugio è aperti tutti i giorni tutto l’anno, tranne il lunedì e il giorno di Natale. La sera del 31 è previsto il classico cenone in attesa della mezzanotte. Per informazioni: 034665145. Ultima proposta per la Val Seriana è il Rifugio Campel di Lizzola. Aperto tutti i giorni dal 22 dicembre fino a primavera inoltrata, prevede cucina tipica e tanto divertimento per grandi e piccini. Solo su prenotazione sono previsti il Veglione natalizio e il Capodanno in rifugio. Per informazioni: 3394948155.

 

Val Brembana

Anche la valle da tutti conosciuta per la maschera di Arlecchino si prepara alla stagione invernale. I rifugi accessibili durante questa stagione sono sicuramente inferiori rispetto alla Val Seriana, ma comunque bellissimi per paesaggi, atmosfera e buona cucina. Partiamo da Carona e Foppolo, dove nei pressi delle piste da sci troviamo i rifugi Terre Rosse (info al 3420522307) e Montebello – Terrazza Salomon (info al 3290519508). Sempre aperti nella vacanze natalizie, offrono numerose iniziative per sciatori e turisti, con anche il classico veglione in attesa della mezzanotte. Ci spostiamo poi a Camerata Cornello, dove la buona cucina bergamasca del Rifugio Escursionistico Cespedosio ci accompagnerà per tutte le vacanze natalizie. Casoncelli e polenta taragna saranno all’ordine del giorno per almeno un paio di settimane… Per informazioni e prenotazioni: 3496472491. A Mezzoldo il Rifugio Marco Balicco (nella foto), posto a 1936 metri di quota, resterà aperto per tutti i weekend nelle vacanze invernali, salvo avverse condizioni meteo. È indispensabile contattare il rifugio per eventuali aggiornamenti al numero 3496465139. Ultima proposta da segnalare è il Rifugio Grassi, sconfinante in territorio lecchese e situato in Val Camisolo, sotto le pendici del Pizzo Tre Signori. Ad accogliere gli escursionisti, la buona cucina e la cordialità di Anna e Amos, che da anni gestiscono questo bellissimo rifugio posto in un contesto spettacolare. Le aperture sono previste tutti i weekend nella stagione invernale, con apertura continuativa dal 27 dicembre al 2 gennaio. Per informazioni: 3315697849.

 

Valle Imagna e Val Taleggio

Nella bella e solitaria Val Taleggio, troviamo il Rifugio Gherardi, aperto tutti i giorni dal 27 dicembre al 6 gennaio. Il 31 dicembre è previsto il veglione di Capodanno, tra brindisi, auguri e la buona cucina tipica da cui questa valle prende il nome. Per informazioni: 034547302. Ci spostiamo nella limitrofa Valle Imagna, dove il Rifugio Resegone (m.1265), a Brumano, è aperto per tutti i fine settimana e prevede un veglione la sera di San Silvestro. Per informazioni e prenotazioni: 335474345. Poco distante, a circa due ore di cammino sulla vetta del monte Resegone, troviamo il Rifugio Azzoni (m.1865), sempre aperto nei weekend. Per informazioni e aggiornamenti: 3662587009.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.