Sweet Irene in via Sant’Orsola
Bio e vegan, che buono!

Sweet-Irene (21)

 

Parola d’ordine: biologico. Da Sweet Irene, in via Sant’Orsola 22/A a Bergamo, tutto è curato perché i prodotti siano vegani, vegetariani e assolutamente bio. Dalle torte ai muffin, dai piatti del giorno al caffè, la ricerca è estrema perché nulla, ma proprio nulla sia lasciato al caso.

Una questione di alimentazione? Non solo. Per Irene Spanò e Luca Gilbertini, titolari di Sweet Irene, le ragioni sono ben più profonde e vanno ricercate nel rispetto quotidiano verso il cliente e verso il pianeta: «Siamo nati undici anni fa come locale biologico e poi ci siamo indirizzati al mondo vegano – racconta Irene, una grintosa ragazza milanese, con i capelli corti e lo sguardo attento – . Siamo cresciuti in un ambiente che ci ha educato ad una certa sensibilità nei confronti del mondo, così è stato naturale aprire un negozio in cui tra i piatti del giorno fossero presenti piatti cucinati senza derivati animali».

Davvero curiosa è la lista delle pietanze proposte da Sweet Irene: scorrendo il menù si trovano spaghetti di soia con verdure, alghe wakame e tofu, oppure cous cous integrale con spezzatino di soia e insalata croccante con tempeh marinato. Nella lista non manca la proposta degli infusi Bio Løve Organic, una nota casa francese di infusi biologici, ispirata alla più pura tradizione danese.

Sebbene sia molto piccolo, il locale trabocca di gente. C’è chi degusta una tortina a base di carote e latte di soia guarnita con uvetta e chi invece ha ordinato un sandwich con hummus di ceci al cumino.

Anche il caffè è stato scelto secondo una filosofia precisa, che è quella dell’equo solidale. «Abbiamo scelto di servire il Caffè Pascucci Bio, perché non usano pesticidi e diserbanti, garantendo un prodotto sano e buono – continua Irene -. Inoltre appoggiamo il progetto Caffè di Haiti, nato con l’obiettivo di permettere ad alcune centinaia di famiglie di continuare a coltivare il caffè, venduto poi ad un prezzo equo». Un’idea, dunque, che pone al centro del cosmo il benessere personale e universale, attraverso un uso intelligente delle risorse.

E chi pensa che il mondo vegan sia triste, si sbaglia davvero! Sugli scaffali di Sweet Irene, veri protagonisti sono importanti torte e biscotti da mangiare uno dopo l’altro. Sotto campane di vetro, che lasciano trasparire la bellezza di questi dolci, riposano biscotti alla vaniglia, dolci a base di fiocchi d’avena, apple brownies e del gustoso pan di cannella con i mirtilli. Una dolcissima novità sono dei piccolissimi cadeau di tessuto rosso a pois bianchi, a forma di torta o gufetto. Accompagnati da frasi gentili, sono un dono perfetto per chi vuole regalare pensieri felici, dopo una fetta di torta vegan!