Un sogno “folle” divenuto realtà
Torna Fiato ai Libri, letture magiche

A Bergamo abbiamo un sognatore. Questo sognatore desiderava poter leggere i libri. “E cosa c’è di strano?”, direte voi. I libri li leggono un sacco di persone. E invece no. Lui sognava di leggere i libri ad altre persone e ad alta voce. Non di professione, non in modo teatrale, ma in modo semplice, sprofondando nella storia, facendosi trasportare, rispettando tutte le pause e la suspense che lo scrittore impone con la sua scrittura, e mostrando (che cosa terribile, in un mondo dove tutti si nascondono dietro a un video, sia per pc che del cellulare!) la propria emozione nel leggere. E questo sognatore 11 anni fa ha trovato dei pazzi come lui, che gli hanno detto: perché no? Che se a uno chiedi perché, lo smonti. Invece la negazione era smontare l’impossibile, era crederci, era lasciare una possibilità. Nacque così Fiato ai Libri, la manifestazione che torna a trascinarci in una danza di emozioni a partire da giovedì 8 settembre.

 

1380216_10201466132889378_268688943_n

[Giorgio Personelli]

 

In quel del circuito bibliotecario della Seriate Laghi, 11 anni fa, sono partiti in sordina. Ospiti di biblioteche, in pochi, con pochi soldi, e tanta passione. Erano gli attori, i musicisti e forse 15 ascoltatori. E il passaparola. Gli ascoltatori, infatti, sono diventati 30, poi 70, poi 100; e, di anno in anno, sono aumentati anche gli sponsor e i Comuni aderenti. Fino al 2014, quando le sale straripavano, la gente arrivava due ore prima per prendere posto creando persino nuove amicizie in coda, raccontandosi giornate e confrontando esperienze, e tanti rimanevano fuori. L’incredibile sognatore, rimasto sempre quello di prima, non ci credeva che fosse successo davvero. E invece il sogno di Giorgio Personelli è diventato come un profumo buono, che attira persone a distanza, grazie ai racconti di chi le emozioni le ha provate e porta altra gente, nuovi amici.

 

[CLICCA sull’immagine per il programma completo della manifestazione]

Fiato-ai-Libri-a-Luzzana

 

Nel 2015 Fiato ai Libri, decima edizione di una kermesse unica in Italia, copiata ma fallita in altri capoluoghi, ha contato circa 300 presenze a spettacolo, per un tour de force che non ha mollato mai, tre giorni a settimana per circa due mesi. Tutti lì, ad ascoltare. E quest’anno ci prepariamo alla grande, assetati dopo l’astinenza. Il programma è ancora più ricco: 20 spettacoli per adulti e 8 per bambini di ogni età. Il livello si alza sempre, quest’anno ancor di più. Protagonisti, naturalmente, i libri: storie indimenticabili, già note o da conoscere, autori rinomati o nuove penne della letteratura nazionale e mondiale interpretati da voci significative del panorama teatrale e culturale italiano, accompagnati da musicisti che eseguiranno musica dal vivo. Il pubblico sarà guidato in un viaggio tra realtà e fantasia, tra passato e presente, alla scoperta di stili e narrazioni, luoghi geografici e dell’immaginazione. Tra gli appuntamenti, emergono anche quelli dedicati ad alcune ricorrenze: i 400 anni della morte di Shakespeare, i 40 anni della vittoria della Nazionale italiana di tennis in coppa Davis in Cile, la recente scomparsa del pugile Muhammad Ali, della scrittrice Harper Lee e il decimo anniversario della morte di Oriana Fallaci. Le proposte per i bambini, inoltre, vedranno la lettura intrecciarsi armonicamente con colori, pittura, suoni e musica. Tutti gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti, tranne l’evento dell’8 settembre che prevede un costo di 8 euro.

Anna Bonaiuto, Maria Paiato, Titino Carrara, Arianna Scommegna, Laura Curino, Lucilla Giagnoni, lo stesso Giorgio Personelli, lo storico Alessandro Barbero, e per la parte bambini l’autore Roberto Piumini ci accompagneranno nell’immensa scoperta della lettura. Spettacoli sparsi per la provincia bergamasca della Seriate Laghi e qualcosa nell’Isola, gremiti di amici, ché anche i nuovi arrivati fanno parte di una famiglia che si guarda con complicità, sapendo che la serata sarà una scoperta. E allora lasciatevi guidare alla corrente. Lasciate a casa i video, le paure e la sensazione che un libro sia una cosa pesante o per pochi intellettuali. Non c’è nulla di difficile, Fiato ai Libri parla all’anima, alle emozioni, alle paure. Siamo tutti fatti di cuore e sensazioni, e le risposte si trovano ovunque. Anche ascoltando qualcuno leggere.

 

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.