Sette minuti ai passaggi a livello?
Curno non ci sta, e contrattacca

Proprio nell’ultimo numero di BergamoPost si parlava della situazione problematica, in termini di viabilità, del tratto di Briantea che dal C6 arriva alla rotonda che si congiunge con via Fermi. Ora un’altra tegola si è abbattuta su quest’arteria: Rete Ferroviaria Italiana ha inviato nei giorni scorsi una lettera al Comune di Curno sulla trasformazione dei passaggi a livello a semibarriere sul territorio in passaggi a livello a barriere complete, lungo la linea ferroviaria Carnate-Bergamo. Il che sarebbe un’ottima cosa in termini di sicurezza, se non fosse che questa trasformazione comporterebbe il passaggio dei tempi di chiusura degli attraversamenti dagli attuali 50-60 secondi a circa 6-7 minuti. Una moltiplicazione dei tempi che avrà come risultato code e disagi.

 

 

«Riteniamo assolutamente improponibile e inattuabile quanto prospettato», replica immediatamente il sindaco Luisa Gamba, che si è già attivata contattando la Regione dove, giovedì 13 giugno, è previsto un incontro con i vertici di Rfi. «Già oggi, con  la chiusura di 50/60 secondi, si creano quotidianamente congestioni al traffico che provocano pesanti disagi sul tratto della Briantea che parte da Bergamo, a volte all’altezza della sede della Motorizzazione Civile in via Martin Luther King, per arrivare a Ponte San Pietro, in entrambi i sensi di marcia. È una situazione molto difficile, aggravata  dal fatto che c’è anche la linea 9 dell’Atb che passa di lì, molto utilizzata da studenti e lavoratori che si recano in centro. I treni passano frequentemente, e ci sono orari in cui la viabilità sulla Briantea è difficile, soprattutto in quel tratto. Figuriamoci con la chiusura, correremmo il rischio che ci sia costantemente la coda. Si intaserebbe anche la vecchia Briantea, perché gli automobilisti cercherebbero soluzioni alternative, con ripercussioni oltre che sulla viabilità anche sulla sicurezza, perché lunghi e prolungati rallentamenti portano a eccessi di nervosismo».

La trasformazione dei passaggi a livello fa parte di un programma di rinnovo e potenziamento infrastrutturale dell’intera rete, nell’ambito degli interventi di…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 34 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 13 giugno. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.