I clienti diventano i testimonial
Ma i commercianti non ridono

Le gigantografie dei clienti, perché sono loro il cuore dei negozi di vicinato, l’unica linfa che li può tenere vivi. Questo il progetto che il distretto agricolo Morus Alba ha promosso per valorizzare il commercio al dettaglio: delle locandine che hanno per testimonial diversi consumatori abituali. Cambieranno periodicamente soggetto e saranno esposte nelle vetrine dei paesi. Anche Zanica aderisce all’iniziativa.

 

 

Il sindaco, Luigi Locatelli, spiega l’iniziativa attraverso un post Facebook: «Queste locandine varieranno nel tempo, ma vogliono tutte invitarci a fare i nostri acquisti presso i negozi di vicinato. Anche nel nostro territorio, la contrazione dei consumi, unita alla concorrenza dei grandi centri commerciali e del commercio online rende più difficile la vita dei nostri negozi». Il primo cittadino prosegue: «Queste locandine sono un invito a considerare i negozianti sotto casa per le tante, piccole, ma insostituibili utilità che offrono. Per cominciare, li conosciamo e loro conoscono noi. Consideriamo il mantenimento di queste conoscenze, di questa socialità, come una ricchezza che migliora la qualità della vita di tutti e in particolare di alcune categorie di persone: gli anziani, i bimbi. Se ci pensate, comprare in paese, come dice quella pubblicità, non ha prezzo».

 

 

Cosa ne pensano i commercianti zanichesi? Lo spiega Manuela Tolotti, rappresentante della categoria: «Sono pochi giorni che abbiamo ricevuto la prima locandina, quindi non ho avuto modo di sentire gli altri commercianti. Parlando del mio negozio, posso dire che alcune persone l’hanno…

 

Per leggere l’articolo completo rimandiamo a pagina 43 del BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 7 marzo. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.