Ormai non san più cosa inventarsi
per non farti fumare una sigaretta

Nuove norme severe contro il fumo. Ormai gli amanti della sigaretta ricordano con nostalgia i tempi in cui si poteva fumare dappertutto. Negli anni le limitazioni si sono fatte sempre più severe e dopo i divieti di fumo nei ristoranti, nei locali, oppure sulle banchine delle stazioni non in prossimità delle aree fumatori, arrivano delle nuove, dure restrizioni verso chi fuma. Le prime novità del decreto legislativo sui tabacchi entreranno in vigore a partire dal 2 febbraio e sembrano attuare una stretta decisiva contro questo vizio.

 

addict-84430_1280

 

Scritte sui pacchetti. Le frasi minacciose sono presenti da tempo sui pacchetti, ma adesso saranno più precise: «Il fumo causa il 90% dei casi di cancro ai polmoni», «Il fumo causa ictus e disabilità», «Il fumo può uccidere il bimbo nel grembo materno», «Il fumo riduce la fertilità», «Il fumo aumenta il rischio di impotenza». Oltre a ciò verranno messe immagini shock sulle confezioni, una misura quasi horror già attuata in diversi stati esteri. Sarà inoltre riportato un numero verde antifumo per chi vuole smettere. Tutto ciò sarà presente anche sui pacchetti di tabacco sfuso.

Minori e sanzioni. I rivenditori non potrebbero vendere sigarette o tabacco ai minori, ma quanti rispettano la legge? Il governo ha deciso di alzare le sanzioni: da 500 a 3mila euro con sospensione per 15 giorni della licenza. E per i recidivi le multe diventano molto salate, da mille a 8mila euro e revoca della licenza.

Dove sarà vietato fumare. Sarà illegale fumare in automobile in presenza di minorenni o donne incinte, ma anche in prossimità di «strutture universitarie ospedaliere, dei presidi ospedalieri e degli Istituti di ricerca scientifica e di cura pediatrici e alle pertinenze esterne dei reparti di ginecologia e ostetricia, neonatologia e pediatria delle strutture universitarie ospedaliere e dei presidi ospedalieri e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico».

 

cigarettes-78001_1280

 

Mozziconi per terra. Oltre a danneggiare se stesso, chi fuma e getta per terra il mozzicone fa un danno all’ambiente. Per questo sono previste sanzioni severe per chi non si servirà dei posacenere e dei cestini: fino a 300 euro.

Pacchetti da 10 e sigarette aromatiche. Scompariranno i pacchetti da 10 sigarette, che costando meno risultano più appetibili ai ragazzi giovani. Verrà inoltre fortemente limitata la vendita di sigarette aromatiche (mentolo, vaniglia) che coprono il cattivo sapore del fumo e stimolano quindi il vizio. Verranno inoltre limitate le quantità di tabacco sfuso contenute in un pacchetto: al massimo 30 grammi.

Pubblicità di sigarette elettroniche. Il divieto di pubblicità per le sigarette è ormai un fatto storico: ma adesso verranno imposte delle limitazioni anche agli spot sugli apparecchi elettronici per fumare. Stop a queste pubblicità sulla stampa e al cinema; sarà poi impossibile pubblicizzare le ricariche delle e-cig in tv durante programmi rivolti a minori e nella fascia protetta 16-19.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.