Più che Natale, pare un luna park
Perché non metterci i calcinculo?

Non soltanto ora tutti plaudono alla ruota delle meraviglie, ma devi pure stare attento, perché se osi dire che a te sembra una roba kitsch, un’attrazione da luna park, ti prendi pure le accuse bipartisan: sei un maledetto radical chic, snob e pure bacchettone.

Anatema!

A me la ruota piantata lì davanti a Palazzo Frizzoni non piace. Sono contento per i bambini che la guardano ammirati, capisco anche che la sera, illuminata, in sé e per sé non sia male. Ma quando cominciano a dirmi che dall’alto si gode di una panorama bellissimo allora rispondo che sulla Torre dei Caduti è ancora più bello. Ma soprattutto mi dispiace che venga abbinata al Natale. Capisco che è un richiamo, capisco che così si attira una fettina di gente che altrimenti andrebbe a fare shopping all’Oriocenter o a Curno o alle Due Torri. Ma ragazzi: questo è il Natale, non il luna park. Sono due cose…

 

Articolo completo a pagina 4 di BergamoPost cartaceo, in edicola fino a giovedì 5 dicembre. In versione digitale, qui.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.