Primavera, grandi sogni a Parma
Per l’U17 semifinale più vicina

Foto in copertina (atalanta.it): la rosa al completo della Primavera

 

L’ambiente atalantino sta aspettando con ansia le ultime partite della stagione per raccogliere finalmente i frutti di un’annata di lavoro. I giocatori stanno facendo il conto alla rovescia e non stanno più nella pelle nell’attesa delle partite decisive. Proprio così, perché tutti i ragazzi del settore giovanile sognano di poter gioire per i propri gol nelle sfide che contano e man mano che gli impegni si avvicinano cresce la tensione. Questo weekend è il turno della Primavera e dell’Under 17, che conosceranno il loro destino giocandosi il passaggio del turno.

 

[Brambilla, tecnico della Primavera. Foto Atalanta.it]

 

Una gara da dentro o fuori in cui l’imperativo è vincere, il quinto confronto stagionale tra due delle formazioni più forti d’Italia che possono contare su numerosi top player, l’occasione per dimostrare a tutti la propria superiorità prendendosi una bella rivincita e infine la possibilità di eliminare una diretta concorrente per il tricolore. Questa è Atalanta-Torino, il big match del campionato Primavera in programma lunedì 10 giugno alle 20.45 allo Stadio Tardini di Parma. La cornice della sfida sarà un impianto di Serie A che ha ospitato le imprese di grandi campioni, con la speranza che anche queste giovani promesse possano diventare tra qualche anno i protagonisti di grandi palcoscenici. In campo alcuni dei migliori ragazzi del panorama giovanile italiano a rappresentare due delle società che credono di più nel vivaio. I numerosi investimenti della dirigenza granata e nerazzurra testimoniano come l’obiettivo sia quello di costruire in casa i calciatori della prima squadra. Sono tanti infatti i giocatori usciti dai settori giovanili di Atalanta e Torino in grado di ritagliarsi un ruolo importante nel calcio professionistico. Piemontesi e lombardi nel corso dell’anno si sono affrontati già quattro volte tra campionato e coppa e il bilancio è in parità, con due pareggi e una vittoria per parte. Nel campionato Primavera 1, sia all’andata che al ritorno nessuno è riuscito ad avere la meglio (3-3 e 1-1 i risultati finali) mentre in Coppa Italia all’andata i bergamaschi si sono imposti in casa 4-3 e al ritorno i granata hanno vinto 2-0. La formazione di Brambilla ha dovuto così dire addio in semifinale al sogno di alzare al cielo il trofeo e proprio quell’eliminazione che ha lasciato l’amaro in bocca alla compagine orobica potrebbe rivelarsi la spinta in più verso la vittoria

Nonostante le assenze dei nazionali Carnesecchi, Colpani, Delprato che venerdì 7 hanno sfidato il Mali nei quarti di finale del Mondiale Under 20, oltre che del talento gambiano Colley, anche lui chiamato nella nazionale del suo Paese, la Primavera può giocarsela alla pari contro i torinesi. Della spedizione a Parma faranno parte anche Kulusevski e Piccoli, i due elementi più rappresentativi dell’U19 atalantina che hanno già fatto il loro esordio in Serie A. Da un lato ci saranno loro alla ricerca del guizzo giusto, mentre dall’altro ecco Millico e Rauti, che saranno gli avversari a cui prestare maggiore attenzione. La truppa di Coppitelli ha passato il turno grazie alle loro reti, in virtù del migliore piazzamento in classifica, dopo il 2-2 finale contro la Fiorentina. La coppia gol del Toro ha collezionato la bellezza di cinquanta marcature tra tutte le competizioni, di cui 28 il primo e 22 il secondo. Un traguardo impressionante che però non può spaventare la corazzata nerazzurra, che lotterà con le unghie e con i denti per regalarsi la ciliegina sulla torta di una grandissima stagione.

 

[Esultanza dell’U17 al Trofeo Beppe Viola. Foto Atalanta.it]

 

Come dicevamo, l’altra formazione in attesa di scoprire se potrà continuare a credere nel sogno tricolore è l’Under 17. La rosa di Bosi giocherà domani (domenica 9) alle 15 a Vinovo il ritorno dei quarti di finale contro la Juventus. Una settimana fa i nerazzurri hanno messo una seria ipoteca sulla qualificazione alla semifinale, travolgendo i bianconeri 4-0 al Centro Bortolotti di Zingonia. I valori delle due squadre non sono così diversi come farebbe pensare quel risultato. Per questo motivo il gruppo classe 2002 dovrà affrontare la sfida con la giusta mentalità e con l’attenzione necessaria per contenere le qualità dei padroni di casa. La semifinale contro la vincente di Inter-Genoa dista appena novanta minuti e la Dea non deve distrarsi. Completa il programma l’U15 femminile che inizierà oggi (sabato 8) alle 17 la seconda fase interregionale a Castelnuovo del Garda. Nel quadrangolare, le ragazze di Tirinocchi si confronteranno in giornata con il Condor, domani alle 10 con l’Hellas Verona e sempre domani alle 16 contro l’Isera.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.