Cosa c’è nel nuovo BergamoPost
che dal 27 aprile è in edicola

Il 25 Aprile ha spezzato in due la settimana e ha reso più leggera l’attesa del venerdì. Ma ci siamo. E, insieme al fine settimana, ecco tornare a farvi visita nelle edicole di Bergamo, Seriate, Dalmine, Stezzano, Osio Sotto, Treviolo, Torre Boldone, Zanica, Curno, Mozzo, Azzano San Paolo, Gorle, Grassobbio, Osio Sopra, Comun Nuovo, Lallio, Levate e Orio al Serio un nuovo numero di BergamoPost, il nostro settimanale di cronaca e approfondimento su città e hinterland.

 

 

Questa settimana apriamo con un “quadro clinico” di noi bergamaschi. Come stiamo? Come siamo messi di salute? Quali sono le malattie che ci colpiscono di più? Come sono cambiate le cose negli anni? Un’interessante intervista al dottor Alberto Zucchi, direttore del servizio Epidemiologico dell’Ats di Bergamo. Focus su Ubi Banca, che ha appena aumentato i costi dei conti correnti dei propri clienti dando la colpa all’aumento del costo del personale. Ma i sindacati non ci stanno. Dove sta la verità? Con Gianni Scarfone, amministratore delegato di Atb e Teb, parliamo dei grandi risultati ottenuti dal tram, di come è cambiata la mobilità cittadina e dei sogni per il futuro. Novità in Borgo Santa Caterina: è arrivato un negozio che non vende soltanto cannabis, ma anche prodotti di cosmetica e alimenti (presto) a base di cannabis. E poi la seconda parte del nostro tour per palati fini in città: tutto ciò che di buono offre Bergamo dalla merenda alla cena. Per le pagine di Atalanta, una bella intervista a Remo Freuler, tra presente e futuro, e un approfondimento sul vivaio nerazzurro, che non vive di solo Barrow…  A Seriate vi presentiamo la nuova iniziativa pensata da commercianti e Comune per riconquistare i clienti, ma anche l’ennesimo flop del bando per la gestione del centro sportivo, andato deserto. A Dalmine, invece, la bella festa con cui i cittadini hanno dimostrato il loro affetto per il santuario di Mariano. A Stezzano cresce l’attesa per l’arrivo alla Madonna dei Campi della reliquia di Papa Giovanni XXIII; a Treviolo vi raccontiamo la bella serata in cui cinque giovanissimi hanno raccontato le loro particolari esperienze lavorative, a dimostrazione che una strada ce la si può anche costruire da soli, se manca; a Torre Boldone il nipote di Giancarlo Acerbis ricorda il nonno, scomparso un anno fa e vero tuttofare del paese; a Curno incontriamo Claudio Locatelli, il ragazzo che ha combattuto l’Isis a Raqqa e che ha appena pubblicato il suo libro; a Mozzo, invece, don Massimo presenta le novità del Cre 2018, con l’obiettivo di migliorare i numeri record (veramente pazzeschi) di un anno fa. A Grassobbio vi presentiamo la Festa del Donatore, con la prima edizione della corsa ciclistica, a cui parteciperanno appassionati delle due ruote di tutta Italia; a Osio Sopra un interessante focus sull’occupazione dei cittadini e il loro reddito (decisamente più basso di prima). Per le pagine di sport, il pagellone alla Caloni Agnelli, che è stata purtroppo sconfitta nelle semifinali playoff ma è stata protagonista di una grande stagione; per il Volley Bergamo, invece, è ufficiale l’accordo triennale con la Zanetti Formaggi e la società continua a muoversi sul mercato. Applausi anche per la Bergamo Basket 2014, protagonista di un’autentica impresa sportiva ma che ora deve già pensare al futuro (sopravviverà?). Infine, per il tempo libero, due eventi consigliatissimi: domenica 29, in Città Alta, torna l’immancabile Soap Box Rally, la corsa più pazza che ci sia, mentre da stasera (venerdì 27) a domenica 29 aprile, a Costa di Mezzate, torna il bellissimo evento “Magie al Borgo”: un intero paese che si trasforma in teatro per artisti di strada. Consigliatissimo, un po’ come la lettura del nostro giornale.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.