Dai Lego all’artista Chris Burden
Ovvero, macchine inutili e geniali

E così ci siamo imbattuti in questo sito (e in questo video qui sopra). Un super sito, in cui entrano Condé Nast, colosso dell’editoria non solo di alta moda, e la Lego, che non ha bisogno di presentazioni. Guardando il gioco ci è venuto in mente che forse  valeva la pena di collocarlo in una storia, che ha il suo capostipite nel genio atipico di Rube Goldberg (4 luglio 1883 – 7 dicembre 1970), famoso nel mondo per aver inserito, nei suoi fumetti, le macchine assolutamente inutili. Se cliccate qui trovate alcune indicazione sintetiche, utilissime a chiarirvi la sua personalità. Se la cosa incontra il vostro favore, cliccando qui troverete un sacco di “macchine di Goldberg” realizzate dai suoi fans, che possono anche gareggiare fra loro nel Rube Goldberg Machine Contest. Qui, invece, trovate in esteso tutto quel che avreste sempre voluto sapere sul personaggio, ma nessuno vi ha mai detto.
Goldberg è un caso di creatività pura, capace di dar forma materiale a progetti impossibili e, in ogni caso, divertenti. Il meccanismo della clip da cui abbiamo preso le mosse è una “macchina di Goldberg” assai raffinata nella sua semplicità. Ma ne esistono di molto, molto più complesse, entrate a far parte del regno fortemente esclusivo dell’arte contemporanea.

[Alcuni esempi “rudimentali” di Macchina di Goldberg]

Chris Burden è uno degli artisti più importanti del nostro tempo. Il Los Angeles County Museum of Art (Lacma) è uno dei musei di punta per l’arte moderna e contemporanea. Il Lacma ha ospitato una scultura di Chris Burden che è una sofisticatissima “macchina di Goldberg”. L’artista ha impiegato quattro anni a realizzarla, e diversi altri artisti hanno chiesto di poterla filmare perché è davvero straordinaria. La scultura – tecnicamente “una scultura cinetica” – si chiama Metropolis II e potete vederla in azione nel video ufficiale (qui sotto). Altre indicazioni le trovate qui. L’articolo fornisce anche il numero delle macchinine che vanno in giro per la città. Buon divertimento.