10 notizie di cui parlare a cena
Le sconcertanti scuse di un No Expo

1 – Lo studente che giustificava gli scontri: «Mi spiace»

Si chiama Mattia Sangermano, ha vent’anni e studia a Pavia. È il ragazzo che ieri è stato intervistato nel corso degli incidenti che hanno messo a ferro e fuoco Milano, durante la manifestazione dei “No-Expo”. Oggi il giovane ha rilasciato un’altra intervista, in cui si scusa, a suo modo, per quanto detto ieri: «Non sono un violento e non romperei mai una vetrina. I miei genitori si sono arrabbiati moltissimo e sui social mi prendono in giro. Pronto a dare una mano per pulire la città». (Leggi tutta la notizia qui)

 

2 – Milano, dopo la follia c’è chi prova a ripulire

Il giorno dopo la follia, Milano si sveglia ferita ma pronta a rimettersi bella. Ieri la manifestazione degli antagonisti “No-Expo” ha avuto il suo epilogo peggiore, con negozi e banche presi d’assalto, auto date alle fiamme, muri imbrattati. Oggi tante persone sono scese in strada per provare a sistemare alcuni dei danni, ripulendo le scritte e sistemando le vetrine rotte. (Leggi tutta la notizia qui)

 

3 – È nata la figlia di William e Kate


Con un tweet del profilo ufficiale della casa reale inglese, è stato dato l’annuncio della nascita del secondo royal baby. Kate Middleton ha partorito questa mattina alle 9.34 una femmina, che pesa 3,7 kg. Sia la madre che la neonata stanno bene, e possono dare così il via ai festeggiamenti che in Inghilterra si preparavano da giorni. (Leggi tutta la notizia qui)

 

4 – Meteo: arriva il gran caldo

Dopo una settimana di tempo piovoso e temperature ancora basse, il caldo mette nel mirino l’Italia. Nei prossimi giorni il Paese sarà infatti attraversato dall’anticiclone africano Apollo, che inventerà con aria mite in prevalenza il sud, ma porterà un clima gradevole anche al nord. Qualche piovasco si manifesterà solo domenica, poi spazio al sole, con temperature anche di 35 gradi nelle regioni merdionali. (Leggi tutta la notizia qui)

 

5 – Il Papa telefona a Emma Bonino

Papa Francesco ha telefonato ad Emma Bonino. È stata la stessa ex-ministro, affetta da tumore, a raccontarlo a Radio Radicale: «Ieri pomeriggio ho ricevuto una tanta inaspettata quanto graditissima telefonata di Sua Santità Papa Bergoglio. Un segno di attenzione straordinaria di cui sono molto, molto grata», ha spiegato. «Si è informato della mia salute incoraggiandomi a tenere duro, cosa che sto facendo con tutte le mie forze. Mi ha rinnovato l’impegno a tenere duro perché poi l’erba cattiva non muore mai, ma mia mamma diceva che sono un’erba resistente, cattiva no». I due poi hanno parlato delle stragi dei migranti nel Mediterraneo: «Gli ho ricordato che i migranti se mai riusciamo ad accoglierli poi li mettiamo tutti in carcere, le carceri ne sono piene». (Leggi tutta la notizia qui).

 

6 – Moto Gp: a Jerez Lorenzo è il più veloce. Pole e record

Corre in casa Jorge Lorenzo, e a Jerez della Frontera torna a correre alla grande, facendo registrare il miglior tempo delle prove ufficiali della Moto Gp e guadagnandosi la pole per la gara di domani. Il suo tempo, 1’37’’910 diventa talaltro il record della pista, a sancire il suo rinnovo con la Yamaha. Dietro di lui sono arrivati Marquez, Iannone, Espargaro e, solo quinto Valentino Rossi. (Leggi tutta la notizia qui)

 

7 – Il Guardian: «Al-Baghdadi è ferito, non guida più Isis»

Il quotidiano inglese Guardian riferisce che Abu Bakr al-Baghdadi, leader dello Stato Islamico, è stato ferito gravemente alla schiena, rischierebbe la paralisi e non sarebbe più capace di guidare l’Isis. La notizia dà seguito a quella già riferita alcuni giorni fa, quando si parlava del raid americano che avrebbe colpito il Califfato al suo vertice. Il posto di Al-Baghdadi sarebbe però già stato preso da Abu Alaa Al Afri, un altro dei leader dello Stato Islamico e in passato già indicato come successore di Al-Baghdadi. Al Afri è stato un insegnante di fisica della città di Tal Afar, nella provincia di Niniveh, in Iraq, ed è un noto studioso di religione che ha pubblicato diversi trattati e studi sulla sharia, la legge islamica. (Leggi tutta la notizia qui)

 

8 – Nepal, riapre la pizzeria italiana
52138_672298899548182_3401208726059890774_o

 

 

 

 

 

 

 

 

 
Si chiama Anna Maria Forgione, vive in Nepal da 20 anni, durante i quali ha gestito una pizzeria (Fire and Ice, a qui sopra nella foto). E pochi giorni dopo il sisma ha subito deciso di riaprire la sua attività, un punto di riferimento per tanti turisti ma anche per tante persone locali. «Per fortuna il mio ristorante non ha subito danni e anche il personale è rimasto illeso. Sabato mattina, prima della devastante scossa, avevo appena fatto i rifornimenti e le scorte erano in frigorifero». La donna non vuole essere giudicata per essere tornata tanto in fretta al lavoro: «L’ho fatto per i miei sessanta dipendenti». (Leggi tutta la notizia qui)

 

9 – La crisi ha portato via uno stipendio a ogni operaio 

1700 euro a operaio, uno stipendio in pratica. Questo in media è quanto è andato in fumo tra il 2007 e il 2014 a causa della crisi. È il calcolo che fa Repubblica assieme all’Osservatorio Job Pricing, spiegando che gli operai hanno perso circa 1700 euro di potere d’acquisto, mentre i dirigenti ben 6mila. Più fortunati, invece, gli impiegati, la cui “perdita” è “solo” di 254 euro. (Leggi tutta la notizia qui)

 

10 – Colombia: esordisce in Serie A un sedicenne senza un braccio

Ha 16 anni e nei giorni scorsi ha esordito giovanissimo nel massimo campionato colombiano Lorenzo Orellano. Questo nonostante il ragazzo sia senza un braccio: l’arto superiore sinistro, infatti, è monco all’altezza dell’avambraccio. Eppure l’Uniautonoma di Barranquilla, la sua squadra, ha voluto dargli un’opportunità, facendolo scendere in campo contro lo Junior. «Ho sempre aspettato questo momento», ha commentato con emozione, «Devo ringraziare tutti». (Leggi tutta la notizia qui)