Notizie su Bergamo e provincia
(8-13 aprile 2019)

13 APRILE

 

1 – Il cane Siria si perde in Toscana e cerca di ritornare a Bergamo  

Un fiuto infallibile e un po’ di paura, comprensibile. Siria, una cagnolina di 5 anni di Bergamo, incrocio tra border collie e pastore australiano, tra domenica sera e ieri mattina ha fatto 50 chilometri sulla via del ritorno, partendo addirittura dalla Toscana. Storia a lieto fine quella raccontata dal Giorno. Con Maria e Martina, le sue padroncine bergamasche, aveva camminato più di cento chilometri: 130 per l’esattezza, sulla via degli Dei, un percorso di trekking che valica l’Appennino, da Bologna a Firenze. Poi, all’ostello della gioventù di Camerata, ha perso di vita le padroncine e, presa dal panico, è scappata. Da alcune segnalazioni è risultata chiara una cosa: stava tornando verso casa. Così le ragazze (Maria nella foto), si sono fatte portare con la jeep nei pressi dei luoghi segnalati. E hanno trovato Siria: sana e felice.

2 – La mappa del reddito di cittadinanza nella Bergamasca

Sono 5.683 le domande bergamasche arrivate, in data 7 aprile, sulla piattaforma relativamente dell’Inps alle richieste di Reddito di cittadinanza. Sono giunte 3.954 le richieste (femmine 2.210, maschi 1.744) giunte ai Caf; alle Poste 1.729 (femmine 974, maschi 755). La maggior parte delle richieste si sono concentrate alla direzione provinciale di Bergamo, sede che riunisce 72 Comuni: qui sono giunte 2.688 domande.

3 – Legami Urbani, pannelli che segnalano gli interventi in corso

Accompagnano i principali interventi in corso o imminenti nell’ambito del progetto Legami Urbani, il piano per i quartieri sud della città avviato dal Comune di Bergamo: si tratta dei tag molto simili a quelli di Google Maps, a geolocalizzare proprio gli interventi finanziati dal Governo attraverso il Bando Periferie istruito qualche anno fa dal Governo Renzi-Gentiloni. Un finanziamento di 18milioni di euro che si è tradotto in opere pubbliche (come gli orti urbani a Celadina o il campo da calcio di via Rovelli, ecc.), ma anche in servizi (isole digitali, il bando per il sostegno ai negozi che si prendono carico di piccoli servizi di vicinato, ecc.) e che prevede una quota di comunicazione, proprio per rendere i cittadini partecipi delle ricadute sui quartieri degli interventi di riqualificazione legati al bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Ieri sono stati installati tra Malpensata, Celadina, Boccaleone, Grumello del Piano e Carnovali circa una dozzina di pannelli.

4 – Martinengo, monumento dedicato al generale Dalla Chiesa

Martinengo rende onore alla memoria di Carlo Alberto Dalla Chiesa. Il presidio di Libera della Bassa pianura bergamasca, in comune accordo con le autorità locali, vuole proseguire un cammino di memoria dedicando un parco pubblico a Martinengo e realizzando in esso un monumento in ricordo del prefetto e generale e della moglie Emanuela Setti Carraro e dell’agente della scorta Domenico Russo, uccisi in una strage mafiosa a Palermo in via Carini il 3 settembre 1982.

5 – In affidamento in prova ai servizi sociali, interrompe il programma terapeutico

Ieri i carabinieri della Compagnia di Treviglio hanno arrestato su provvedimento restrittivo della Magistratura di Sorveglianza di Brescia e così riportato in carcere un 38enne italiano pregiudicato, attualmente domiciliato in una comunità di recupero di Romano di Lombardia. L’uomo, dopo le recenti condanne per reati contro il patrimonio, aveva ottenuto l’affidamento in prova ai servizi sociali, anche in ragione dei suoi problemi di dipendenza. Purtroppo, però, il 38enne, dopo un primo periodo di positivo inserimento, ha iniziato a violare le prescrizioni della misura alternativa al carcere concessagli dalla Magistratura di Esecuzione, disattendendo in particolare il programma terapeutico applicatogli per il suo recupero. Da tutto ciò ne è quindi derivata la revoca della precedente misura e l’emissione a suo carico di un ordine di carcerazione.

 

12 APRILE

 

1 –  Prato: blitz contro lo smaltimento di rifiuti tessili, coinvolta Bergamo

Una vasta operazione contro gli smaltimenti illeciti dei rifiuti prodotti nel distretto tessile di Prato è in corso dall’alba di venerdì 12 aprile da parte dei carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) di Firenze, Brescia e Caserta. L’indagine negli scorsi mesi ha già portato al controllo e al sequestro di un impianto di gestione rifiuti nella periferia della città Toscana. Le perquisizioni, scattate all’alba, hanno interessato anche le province di Caserta, Pistoia e Lucca, ma anche appartamenti e studi di professionisti nelle zone di Prato e Bergamo, dove risiedono alcuni degli indagati e dove le aziende avrebbero le sedi legali.

2 – Orto botanico, sbocciati i tulipani. Un’esplosione di forme e colori

Complice una primavera bizzarra, la collezione “tulipani 2019” all’Orto Botanico di Bergamo Lorenzo Rota è esplosa in un turbinio di colori e forme. Un ringraziamento particolare da parte dell’orto a Rene Stins, che da anni permette di allestire la mostra grazie alla donazione dei bulbi della sua azienda.

3 – L’asilo di via Paglia riapre puntando su ecologia e inglese

A distanza di due anni dalla chiusura, riapriranno l’asilo nido e la scuola dell’infanzia di via Paglia, grazie a un accordo tra la parrocchia delle Grazie e il gruppo «Accademia Dante Alighieri», a cui sarà affidata la gestione. La scuola si chiamerà «Bergamo Cosmopolitan school». Punti forti saranno l’inglese e l’ecologia.

4 – Guidava senza patente e sotto l’effetto di stupefacenti, 20enne denunciato

In sella al motorino senza patente e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, nei guai un 20enne di origina libica. A fermarlo, lo scorso 15 marzo durante un normale controllo del territorio, sono stati gli agenti della Polizia locale di Caravaggio.

5 – Efficienza energetica, il Comune firma un protocollo d’intesa con A2A

Il Comune di Bergamo e A2A hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per migliorare l’efficienza energetica della città, visto che il 75% degli edifici è stato costruito prima del 1972. Incentivi alla rottamazione e detrazioni fiscali sono tra le misure previste dall’accordo.

6 – Nuovo premio per il BerghemBlu di Arrigoni Battista

L’erborinato BerghemBlu di Arrigoni Battista si aggiudica un altro prestigioso riconoscimento: il “Premio Speciale all’Eccellenza 2018 – Formaggi&Consumi Awards”, che arriva pochi mesi dopo l’importante conquista della “Super Gold Medal” vinta ai World Cheese Awards 2018/2019. Il premio arricchisce il medagliere dell’azienda – che conta ora 36 medaglie in 20 anni – e che, in questo caso, è ancor più speciale poiché dedicato ad un formaggio che omaggia la città di Bergamo e il suo territorio, dove Arrigoni Battista porta avanti la sua filiera completa da 105 anni.

 

11 APRILE

 

1 – Chiama il 112: «C’è un uomo morto». Invece stava soltanto dormendo

Era convinta, probabilmente, così ha chiamato il 112: «C’è un uomo morto, correte». Questa la richiesta d’intervento arrivata nel pomeriggio di oggi ai carabinieri di Treviglio. A chiamare una donna che, mentre stava passeggiando in via Roncalli a Chignolo d’Isola, ha notato una persona accasciata su una panchina. Poco dopo, però, l’uomo sdraiato, un 45enne che abita nelle vicinanze, si è alzato: stava solo schiacciando un pisolino dopo una giornata di lavoro. Allora la donna ha richiamato i militari, scusandosi per il disturbo. Ne parla Bergamonews.

2 – Mercatone Uno a Verdello, i lavoratori annunciano lo sciopero

Negozio con poca merce e magazzino semivuoto: sono circa trenta i posti di lavoro di nuovo a rischio all’ex Mercatone Uno a Verdello, mentre in tutt’Italia complessivamente in bilico ci sarebbero 1.800 persone nei 55 punti vendita che la Shernon Holding ha acquisito nove mesi fa dall’Amministrazione Straordinaria della vecchia società specializzata nella vendita di mobili e complementi d’arredo. Ora la Holding ha deciso di presentare istanza di ammissione al Concordato Preventivo presso il Tribunale di Milano.

3 – Tutto esaurito per la prima serata di Integrazione Film Festival

Più di 300 persone hanno gremito l’Auditorium di Piazza Libertà, a Bergamo, ieri sera, mercoledì 10 aprile, per la prima serata di Integrazione Film Festival – IFF, concorso cinematografico dedicato all’integrazione tra culture, promosso da Cooperativa Ruah in collaborazione con Lab 80 film. Tra i presenti il regista e attore Amin Nour, italiano di origini somale, insieme al testimonial del festival Yoon C. Joyce, attore italiano di origini coreane. La manifestazione continua questa sera, giovedì 11, con proiezioni di film documentari e cortometraggi di finzione a partire dalle ore 18. Ultima giornata di proiezioni sabato 13 aprile, al Cineteatro Junior di Sarnico, con proclamazione dei vincitori. L’ingresso è sempre gratuito.

4 – Per il parco Goisis a Monterosso arriva la copertura dell’arena

Sono iniziati proprio in questi giorni i lavori di copertura dell’arena che costeggia il parco Goisis nel quartiere di Monterosso. Un intervento da molto tempo richiesto dagli abitanti del quartiere, per poter meglio sfruttare questo spazio organizzando eventi culturali e musicali anche nelle giornate di pioggia o comunque potendo aver riparo per tutte quelle attività di aggregazione che si sviluppano all’interno dello spazio dell’arena (che, anche se originariamente adibita a pista di pattinaggio, viene spesso utilizzata per diverse attività anche solo per il ritrovo di mamme e bambini come spazio delimitato e protetto). La proposta della copertura inoltre consente un maggior sfruttamento dello spazio anche nella ordinaria funzione a parco nelle giornate estive calde e soleggiate. Le richieste emerse sono state principalmente due: una copertura che non rendesse lo spazio dell’arena buio ma che permettesse alla luce naturale, quanto più possibile, di illuminare l’arena, soprattutto nei mesi invernali; la possibilità di poter il più possibile inalterata la condizione acustica dello spazio. Il progetto si è sviluppato cercando di perseguire il più possibile tali richieste anche tenendo conto dell’entità dello spazio (l’arena ha un diametro di 20 metri) e delle risorse a disposizione.

5 – Pedrengo, litigano per un parcheggio alle poste: finisce a pugni

È finita a pugni in faccia la lite tra due persone a Pedrengo. Oggetto del contendere un parcheggio alle poste. Il fattaccio è accaduto intorno alle 10.45 di oggi: un uomo di 69 anni e uno di 29 iniziano a litigare per il posteggio alle poste di via Gaetano Donizetti. E il 69enne, alla fine, si prende un pugno in faccia. I presenti sono intervenuto per placare gli animi, ma  non è bastato. Poco dopo sono arrivati sul posto i carabinieri di Bergamo e un’ambulanza.

6 – Aperto il cantiere per la costruzione della nuova casa di riposo a Cavernago

Aperto il cantiere per il primo lotto della realizzazione della struttura sanitaria che sorgerà a Cavernago, in via Rogge Colleonesche. Si tratta di un investimento di 12 milioni di euro a carico della “Cooperativa Sociale Monterosso” di Bergamo che ha acquistato l’area di 20mila metri quadri e che gestirà la struttura. La nuova struttura è realizzata dall’architetto Antonio Gonella, e non sarà semplicemente una casa di riposo ma una struttura multifunzionale che ospiterà diversi servizi. Settimana scorsa l’impresa “Ars Aedificandi” ha approntato il cantiere recintando l’area dove sorgerà il primo lotto della Rsa. Già in precedenza il sindaco Giuseppe Togni aveva annunciato l’inizio dei lavori in primavera e si è detto soddisfatto del rispetto delle tempistiche. «Sono contento che la società abbia rispettato le tempistiche dell’inizio lavori – ha detto – da questo momento avranno tempo tre anni per completare il tutto. I lavori saranno divisi in tre lotti e questo è il primo che vedrà la luce con la costruzione di poliambulatori, tra cui quello di radiologia, una mensa di 72 posti che servirà anche gli altri lotti, un centro per la medicina sportiva a servizio delle scuole e delle strutture sportive della zona». La vera e propria residenza sanitaria, dotata di un polo Alzheimer, partirà infatti con il secondo lotto. «Nel secondo lotto sarà costruita la vera e propria Rsa – ha spiegato il sindaco – con 120 posti al centro della struttura e ospiterà 22 posti per il nucleo Alzheimer, 22 posti per malati terminali, 22 per pazienti in stato vegetativo e anziani assistiti». Il terzo ed ultimo lotto ospiterà il centro diurno integrato. Sopra di esso verrà installato un giardino sensoriale di 600 metri quadri ad uso dei pazienti con Alzheimer.

7 – Sconti agli anziani e spesa a casa, il Comune aiuta i negozi

Al via con il Comune di Bergamo un bando dedicato ai negozi di vicinato con l’obiettivo di far diventare i commercianti protagonisti delle relazioni tra gli abitanti dei quartieri. Il Comune sosterrà economicamente i commercianti di vicinato che decideranno di fornire piccoli, ma utilissimi servizi di quartiere.

8 – Oltraggio e resistenza a Pubblico ufficiale, condanna definitiva per un 45enne

È stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Treviglio a Brignano Gera d’Adda per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale un 45enne italiano, pregiudicato, prelevato dai militari dell’Arma in mattinata dalla sua abitazione. L’uomo dovrà scontare una pena definitiva di circa 10 mesi di reclusione per i reati commessi nel 2012 a Caravaggio. Per tali contestazioni il 45enne, all’epoca, fece anche due giorni di custodia cautelare in carcere. Ora, dopo la pronuncia della Corte d’Appello di Brescia, la sua condanna è quindi passata in giudicato.

 

10 APRILE

 

1 – Estivi, si parte da Sant’Agostino. Apre già il 1° maggio. Poi gli altri

Gli spazi di somministrazione estiva saranno il Parco Sant’Agostino, lo spalto di San Michele e lo spazio verde antistante il parco Goisis a Monterosso. Sono state infatti aperte nei giorni scorsi le offerte pervenute nei giorni scorsi al Comune di Bergamo: conferma per Bergamo Alta, con la Comunità delle Botteghe del Centro Storico ad aggiudicarsi entrambi gli spazi di somministrazione del Parco di Sant’Agostino e dello spalto di San Michele. Già negli anni scorsi fu l’aggregazione dei commercianti di Bergamo Alta a gestire entrambe le aree: il programma 2019 ricalca grosso modo quello dell’anno scorso, con musica dal vivo ed eventi aggregativi lungo tutto l’arco dell’estate. Il Tassino Eventi con Nutopia (che da anni gestisce con successo l’Edoné) si aggiudicano invece lo spazio antistante il parco Goisis di Monterosso con un programma fatto di musica dal vivo e legato a una particolare offerta enogastronomica, fatta anche di show cooking e degustazioni, oltre che di eventi. È invece andato deserto – come lo scorso anno – lo spazio della Trucca: il Comune di Bergamo è al lavoro su un bando pubblico più snello per la gestione dello spazio – anche in questo caso, come lo scorso anno – con l’obiettivo di assegnare comunque lo spazio nelle prossime settimane. Apertura prevista il 1 maggio per lo Spalto di Sant’Agostino, in anticipo di qualche settimana rispetto agli anni scorsi. Altra novità è rappresentata dal fatto che tutti gli spazi chiuderanno non più scaglionati, ma tutti in blocco il prossimo 8 settembre. Nel dettaglio: parco Goisis dal 25 maggio all’8 settembre; spalto e parco di Sant’Agostino dal 1 maggio all’8 settembre; spalto di San Michele dal 25 maggio all’8 settembre.

2 – Morte Morosini, annullata condanna ai tre medici: processo da rifare

Nuovo capitolo nella vicenda legata alla tragica morte di Piermario Morosini, scomparso il 14 aprile 2012 durante la partita tra Pescara e Livorno. La notizia dell’ultima ora è che la Cassazione ha annullato la sentenza della Corte d’Appello che aveva condannato i medici Porcellini, Sabatini e Molfese per la scomparsa del classe 1986. Significa che il processo è tutto da rifare. Porcellini e Molfese erano stati condannati a otto mesi, mentre Molfese a un anno. Ora c’è attesa per il nuovo processo che andrà in scena presso la Corte d’Appello di Perugia. Intanto i legali dei medici, Girardi e Rondanina da Livorno, hanno fatto sapere di non aver ancora ricevuto dalla Cassazione le motivazioni di questa decisione. Ricordiamo che l’accusa basava le proprie motivazioni sul mancato utilizzo del defibrillatore, che secondo una perizia avrebbe potuto salvare la vita a Morosini.

3 – Tragedia al Ponte di Paderno: recuperato il cadavere di un uomo

Tragedia al Ponte di Paderno che è stato da poco riaperto ai pedoni e ai ciclisti dopo la chiusura scattata il 14 settembre scorso. Proprio nei pressi del San Michele è stato infatti avvistato un corpo nel fiume Adda. Il corpo è stato recuperato dai soccorritori. Si tratta di un 71enne di Bernareggio. Sembra che si sia trattato di un gesto estremo.

4 – Capriolo in un giardino a Longuelo. Recuperato con le reti: ora è libero

Un capriolo adulto è stato recuperato dalle Polizia provinciale all’interno di un parco privato sulle colline tra Loreto e Longuelo. L’animale era rimasto nei pressi di una piccola roggia. Il personale lo ha catturato stendendo apposite reti (utilizzate per evitare la sedazione e causare così meno traumi possibile all’animale) lungo il percorso di transito dell’ungulato. Successivamente, accertato il buono stato di salute, il capriolo è stato messo in sicurezza e trasportato in zona idonea alla liberazione.​

5 – Ubriaco al volante provoca un incidente con sei feriti

Si era messo alla guida dell’auto con un tasso alcolemico di 6 volte superiore al limite di Legge e in queste condizioni ha provocato un incidente in cui sono rimaste ferite sei persone. Per questo e per aver violato le prescrizioni dell’affidamento in prova ai Servizi sociali un 40enne, affidato a una comunità di Pontirolo, è finito in carcere.

6 – Tenuta degli Angeli di Carobbio, premi al Vinitaly

Dal Vinitaly 2019 arrivano soddisfazioni per la viticoltura bergamasca. “5StarWines”, il concorso internazionale organizzato da Vinitaly che precede la più prestigiosa fiera sul vino italiano al mondo – spiega Coldiretti Bergamo -, ha assegnato due riconoscimenti all’azienda Tenuta degli Angeli di Carobbio degli Angeli (Bg) per i vini Spumante Brut degli Angeli riserva millesimato 2013 e Spumante di qualità Extrabrut degli Angeli riserva millesimato 2012.

7 – Ricerca ForumPA, Bergamo tre le città più innovative in Italia

Per quali motivi la città di Bergamo è riuscita a scalare la classifica ICityRate negli ultimi 4 anni, passando dal 18° al 5° posto nella graduatoria stilata annualmente da ForumPA? Le motivazioni dell’ascesa del capoluogo orobico, prima tra le città medie della classifica sulle smart cities italiane, sono contenute in una lunga e dettagliata ricerca che la stessa Fpa ha effettuato nei mesi scorsi, un lungo lavoro presentato questa mattina a Bergamo alla presenza del Sindaco Giorgio Gori e dell’Assessore all’Innovazione Giacomo Angeloni. «I dati che emergono dalla ricognizione di ForumPA – spiega il sindaco Giorgio Gori – confermano di fatto quelli che sono i temi principali della nostra Amministrazione: riduzione del consumo di suolo, attenzione alla qualità urbana, rafforzamento degli asset produttivi, innovazione nella pubblica amministrazione, servizi digitali, inclusione sociale e una migliore pianificazione del verde urbano sono probabilmente i temi più importanti della nostra azione di governo della città in questi cinque anni. Sapere che la direzione che abbiamo intrapreso a Bergamo ci pone a modello nel nostro Paese per quello che riguarda le smart cities è certamente motivo di grande soddisfazione, ma anche stimolo a voler proseguire lungo questo percorso di profonda innovazione della città».

8 – Legambiente: Bergamo virtuosa per Linea C, elettrica

Tra le storie di mobilità virtuosa riconosciute da Legambiente in sede di rapporto sulla mobilità c’è Bergamo, con la linea C completamente elettrica attivata dal febbraio 2018 da Atb. Un’infrastruttura realizzata in tempi record: 18 mesi tra progettazione, appalti e cantieri. La C di Bergamo è di fatto la prima linea operativa di trasporto pubblico totalmente elettrica in Italia: è lunga 29.5 Km di cui 1240 metri di corsie preferenziali, con dodici nuovi autobus elettrici di ultima generazione.

 

9 APRILE 

 

1 – Finta associazione di non vedenti. La polizia locale smaschera la truffa

Oggi, a mezzogiorno, alcuni agenti del Nucleo Integrato di Sicurezza Urbana della Polizia Locale sono intervenuti in via XX Settembre dove alcuni cittadini avevano segnalato alla centrale operativa la presenza di due persone intente a raccogliere fondi per conto di un’associazione di non vedenti. Individuato un ragazzo che, munito di cartelletta, abbordava i passanti mostrandone il contenuto, gli agenti in borghese giunti sul posto lo hanno dapprima pedinato e poi, raggiunto in Largo Medaglie d’Oro, fermato e identificato. Il minorenne apparteneva a un gruppo organizzato dove è stata individuata anche la madre. Entrambi sono stati denunciati a piede libero per truffa. Il fenomeno, non nuovo al comando della Polizia Locale di Bergamo, è costantemente monitorato dagli agenti che, anche la scorsa settimana, hanno identificato in Piazza Pontida altri due minorenni dediti a una truffa tramite contatto porta a porta.

2 – Si sente male mentre è in bici. Muore uomo a Bagnatica

Tragedia sulla strada oggi a Bagnatica: un uomo di circa 70 anni è morto in via Roma dopo aver accusato un malore. L’uomo era sulla sua bicicletta quando si è sentito male ed è caduto a terra, probabilmente a causa di un arresto cardiaco che ha provocato il suo decesso.

3 – Sematic, Fiom: «Dall’azienda passo indietro sul trasferimento»

Una prima, importante, apertura è arrivata alla conclusione dell’incontro di oggi nella delicata vertenza della Sematic di Osio Sotto dove a rischio ci sono circa 60 posti di lavoro. Il 20 marzo scorso l’azienda metalmeccanica aveva annunciato la decisione di delocalizzare parte della produzione dalla provincia di Bergamo all’Ungheria, provocando un esubero di 40 operai e 15-20 impiegati su un totale di 330 dipendenti. La preoccupazione è fortissima, tanto che sono stati proclamati scioperi per quattro giorni consecutivi, dal 2 al 5 aprile, per un totale di 14 ore di astensione dal lavoro.  Sin da subito la Fiom-Cgil aveva detto di non poter accettare una delocalizzazione da parte di un’azienda che presenta bilanci più che positivi e che dunque, pare «puntare solo a ridurre i costi di produzione per aumentare il profitto del Gruppo Wittur, la multinazionale che l’ha acquisita». «Nell’incontro di oggi abbiamo ribadito la richiesta di mantenere tutte le produzioni a Osio Sotto. Un primo risultato importante è stata la dichiarazione dell’azienda di rivedere le decisioni già prese, almeno parzialmente, mantenendo qui una parte della prevista produzione da delocalizzare (cioè quella di porte denominate C-Mod)», ha spiegato Claudio Ravasio della segreteria provinciale della Fiom-Cgil di Bergamo. «Secondo la Direzione aziendale, tuttavia, per il resto delle produzioni per le quali è stato deciso il trasferimento, la scelta di delocalizzare non è reversibile. Apprezziamo questa prima apertura da parte della Direzione, ottenuta grazie alla lotta dei lavoratori. Tuttavia non la consideriamo sufficiente: mancano garanzie per il futuro dello stabilimento di Osio».

4 – Cresce il turismo, tanti stranieri. Boom in Valcavallina: più 19,3%

Piccola anticipazione del consueto rapporto annuale sui flussi turistici relativo all’anno 2018 fornita oggi dall’Osservatorio turistico provinciale di via Tasso. Il dato è postivo: aumento dell’1,2% delle presenze totali (2.321.161 rilevate nel 2018 e 2.294.624 nel 2017), con una lieve flessione del turismo domestico (-2,3% degli arrivi e -2,2% delle presenze rispetto al 2017), ma un incremento dei flussi da parte di clienti stranieri (+3,3% di arrivi e +5,8% di presenze rispetto al 2017). A Bergamo aumento del 2,3% delle presenze rispetto al 2017 e il 68,5% di chi arriva è straniero. Tra le aree della Bergamasca è quella dei “Laghi” (Valcavallina, Basso Sebino e Alto Sebino) ad aver registrato il maggior incremento rispetto al 2017: 260.824 del 2017 e 279.795 del 2018, pari ad un aumento del 7,3%. Da segnalare, in particolare, l’aumento del 19,3% delle presenze rispetto all’anno precedente della Valcavallina ed il +7,9% rilevato nell’Alto Sebino. Le Orobie bergamasche risultano soffrire un calo nel numero di pernottamenti (pari a -4,2% rispetto al 2017) mentre registrano una lievissima flessione in termini di arrivi (-0,8% rispetto all’anno precedente).

5 – Operai gettano asfalto nell’Adda: la ditta rischia una multa

Il fiume Adda scambiato per una discarica a cielo aperto. In un video diventato virale sui social, sabato 6 febbraio, si vedono alcuni tecnici e operai al lavoro sul ponte tra Brivio e Cisano quando all’improvviso finiscono nel fiume bitume e scarti delle fresature e del livellamento della strada. Dopo la segnalazione del sindaco di Cisano, Andrea Previtali, si sta muovendo la Provincia: «Al momento abbiamo inoltrato una lettera di censura alla ditta appaltatrice – le parole di Gafforelli – ma non escludiamo di comminare una sanzione appena saranno effettuate valutazioni più approfondite. Quanto successo conclude mi lascia profondamente dispiaciuto e amareggiato».

6 – Limousine in piazza a Spirano: ecco chi c’era sabato in paese

Chi avrebbe mai detto che a Spirano potesse passare una delle auto più lunghe e più lussuose mai viste? Eppure è ciò che è accaduto sabato scorso, quando nella quiete del sabato pomeriggio una “Hummer H2 Limousine” ha fatto ingresso in piazza Libertà, lasciando a bocca aperta negozianti e cittadini. La domanda più frequente in tutta questa incredulità è stata chi si celasse al suo interno. Dopo un’ora di sosta in piazza, tra foto e sguardi persi in quell’enormità, dalle portiere dell’auto sono usciti quattro ragazzi armati dei loro strumenti musicali. Sono Michele Mangili, Leonardo Rigamonti, Nicolas Amboni e Dylan Stucchi, componenti del gruppo musicale “Demon’s Blade” in procinto di fare le riprese per il loro nuovo videoclip “Demon’s Blade – Addiction’s Slave” in uscita nei prossimi giorni.

7 – Dalmine, rientra in Italia dopo l’espulsione: arrestato

È stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri della Compagnia di Treviglio per reingresso illegale sul territorio nazionale l’albanese 28enne, clandestino, già espulso nell’agosto 2016 tramite la frontiera aeroportuale di Milano-Malpensa. Lo straniero, all’epoca, data la sua clandestinità, dopo la convalida del giudice di pace di Bergamo, era stato accompagnato alla frontiera aerea e riaccompagnato così in Albania. Ieri pomeriggio, sulla via provinciale di Dalmine, l’albanese è stato dapprima rintracciato dalla Polizia Locale e poi affidato ai carabinieri della locale stazione. Ai militari lo straniero ha però dato il cognome della moglie, dato anagrafico dallo stesso formalmente modificato nel paese d’origine per poter verosimilmente eludere i controlli qui in Italia, una volta appunto illecitamente rientrato. Una volta sottoposto a fotosegnalamento, tramite impronte digitali, i carabinieri hanno così accertato il fatto che il medesimo era stato già espulso dall’Italia da oltre due anni.  In mattinata, al Tribunale di Bergamo, si celebrerà l’udienza di convalida “per direttissima”.

8 – Heineken di Comun Nuovo, a rischio 60 lavoratori

Poche certezze e grande preoccupazione per i lavoratori di Clean Service spa, società che gestisce la logistica all’interno dello stabilimento Heineken di Comun Nuovo: i circa 60 dipendenti che preparano i bancali di merce e caricano e scaricano i camion sanno che il 30 aprile è in scadenza il contratto di appalto che la società ha stipulato con la rinomata azienda di produzione di birra. Ma di cosa accadrà dopo nessuno sembra essere informato.

 

8 APRILE

 

1 – Treviglio, dottoressa presa a schiaffi da una paziente al Pronto soccorso

Non ne voleva sapere di aspettare il proprio turno in coda e ha mollato un forte schiaffo in pieno volto alla dottoressa.  Un’aggressione in piena regola quella di una 69enne italiana nei confronti di un medico del Pronto soccorso di Treviglio, che sabato sera ha deciso di “protestare” così contro l’attesa dopo la prima visita al triage. Attesa peraltro nemmeno lunghissima: era in coda da nemmeno un’ora, e le era stato assegnato un codice giallo (media urgenza). Giovanni Vazzana, segretario con delega alla formazione della dirigenza in sanità pubblica della Uil Fpl, ha commentato l’episodio con amarezza: «Dispiace per quanto accaduto, purtroppo casi del genere non sono isolati. Peraltro, il Pronto soccorso di Treviglio sta andando incontro ad una ristrutturazione , quindi la valutazione dei casi per un periodo sarà ancora più difficile. Speriamo che ciò non inasprisca maggiormente la situazione, mettendo in pericolo la sicurezza del personale sanitario».

2 – Corteo di 63 ambulanti per dire no allo spostamento del mercato

Ben 63 camioncini degli “ambulanti” del mercato della Malpensata hanno sfilato in corteo per protesta. Clacson e striscioni, da via Carnovali fino a via Autostrada, raggiungendo l’area di via Spino. Un fiume di furgoni che alle 14 ha manifestato contro il trasferimento del mercato del lunedì, bloccando sostanzialmente il traffico.

3 – In bici contro ringhiera di ferro, grave un ciclista di 71 anni

Grave incidente alle 15.30 a Gromo. In via Bisaccia, in una zona centrale del paese, un uomo di 71 anni è caduto dalla sua bici da corsa e le sue condizioni sono molto gravi. Sul posto un’ambulanza, un’auto medica e l’elicottero del 118 che è intervenuto per trasferire il ciclista in ospedale a Bergamo.

4 – È morto Walter Mapelli, sessant’anni. Da 3 anni era procuratore di Bergamo

Walter Mapelli, 60 anni, è morto questa mattina alle 8.30. Era malato da tempo, ma aveva lavorato fino a un mese fa. Da quasi tre anni era alla guida della Procura di Bergamo. Era conosciutissimo a Monza dove era stato sostituto procuratore dal 1987 al 2016. Nato a Limbiate nel 1958, la sua vita era gravitata quasi interamente su Monza. Walter Mapelli Aveva frequentato il Classico al Liceo Zucchi e si era poi laureato in Giurisprudenza. Ex dipendente della Sip, prima della sua “trasformazione” in Telecom, Mapelli era entrato in Magistratura nel 1985. Era sposato con due figli. La moglie Laura Canegrati è stimata docente alla scuola “Anzani”. Aveva condotto numerose inchieste, alcune molto delicate degli ultimi anni, arrivate anche alla ribalta delle cronache nazionali. Basti pensare a Tangentopoli, ma anche ai casi Cirio, Impregilo, Imi Sir. Era un grande appassionato di saggistica, storia militare e di tennis, sport che praticava nel tempo libero. Tanti i messaggi di cordoglio che stanno arrivando in questa fase della mattinata: amici, conoscenti, professionisti legati alla professione forense. I funerali di Walter Mapelli saranno celebrati mercoledì pomeriggio alle 15,30 nel Duomo di Monza.

5 – Rubate le statue delle Stagioni nella notte a Romano

Hanno spaccato il basamento in pietra per portarsi via due statue raffiguranti le Stagioni. È successo a Romano di Lombardia. E sui social è scattata la caccia al ladro. Il furto è stato messo a segno nella notte del 4 aprile, probabilmente intorno alle 23, in via Isonzo nel quartiere Borgo Serio. Le statue, quattro in tutto (ora ne restano soltanto due) si trovavano nel parcheggio dell’edificio in cui ha sede la Farmacia Aiolfi. Quattro statue di donna, raffiguranti le stagioni, alte 140 centimetri, posate su basamenti di pietra non certo facili da asportare senza farsi notare. Eppure è successo.

6 – Frode fiscale da 8 milioni: moglie e marito arrestati

Una professionista di 43 anni si trova agli arresti domiciliari per aver ideato, assieme al marito che si trova già in carcere a scontare una condanna per altri reati tributari, una frode fiscale da 8 milioni di euro; il loro studio, con sede a Romano di Lombardia e Bergamo, è stato sequestrato. L’ordinanza è stata eseguita dai militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo, coordinati dalla Procura della Repubblica.

7 – Pognano, sospesa questa volta l’attività di una pizzeria

Soltanto alcuni giorni fa i carabinieri della Compagnia di Treviglio avevano sospeso l’attività commerciale di due esercizi pubblici dopo uno dei tanti blitz in questi ultimi due anni compiuti in tutta la pianura bergamasca e che hanno riguardato bar, ristoranti, pizzerie, discoteche, night club, centri massaggi ed altri locali ancora. Sabato sera i militari dell’Arma e del gruppo interforze si sono spostati nel Comune di Pognano dove, in particolare, hanno ispezionato a sorpresa alcune pizzerie del posto, operanti in posizione centrale. Qui i carabinieri della stazione di Verdello e gli ispettori dell’Itl di Bergamo hanno controllato nello specifico una pizzeria gestita da un egiziano, al cui interno sono stati individuati due lavoratori in nero. A questo punto è scattata la maxi sanzione per l’irregolarità giuslavoristica, nonché applicate le sanzioni pecuniarie per singolo dipendente “in nero”, il tutto per un totale di 6mila euro. Inoltre, come prevede la normativa vigente, è stata anche sospesa l’attività commerciale sino al pagamento delle sanzioni irrogate, nonché la messa in regola dei lavoratori “sommersi”.

8 – Mercato del lunedì, il Comune cerca ambulanti interessati a piazza Alpini

Si avvicina il momento del trasferimento del mercato del lunedì dal piazzale della Malpensata all’area in fase di realizzazione da qualche giorno in via Spino e piazza Alpini. Continua quindi il lavoro del Comune di Bergamo per rendere il più armonico possibile il passaggio alla nuova collocazione. Il trasferimento del mercato dalla Malpensata, già previsto dal Pgt approvato nel 2010, è motivato dalla necessità di applicare le norme che regolano la dimensione degli stalli e le distanze di sicurezza tra i banchi, che al piazzale della Malpensata porterebbero alla perdita di circa 80 espositori. La ricerca di una soluzione è iniziata circa due anni or sono con una fitta interlocuzione con le associazioni di categoria, per arrivare ad una sintesi condivisa intorno all’area di via Spino. In questi giorni gli uffici comunali alle attività produttive hanno provveduto a predeterminare le categorie merceologiche dei 36 banchi che creeranno in piazza Alpini il mercato rionale del centro il lunedì mattina. Una scelta per realizzare il giusto mix di merce in vendita, in modo da avviare un mercato il più variegato possibile e non sbilanciato su determinate categorie merceologiche. Nei prossimi giorni sarà avviata un’interlocuzione con gli ambulanti per stabilire quanti e quali ambulanti abbiano interesse a occupare gli spazi della futura piazza Alpini.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.