Tutte le informazioni da sapere
per la sfida con il Sarajevo

Uno schiaffo al morale e al rispetto delle regole, ma un minuto dopo la sentenza, l’Atalanta e tutti i suoi tifosi erano già alle prese con l’organizzazione della doppia trasferta con il Sarajevo. L’ambiente nerazzurro è rimasto spiazzato dalla decisione del Tas di riammettere il Milan ai gironi di Europa League ma la questione, per quanto fastidiosa, ormai è il passato. Giovedì 26 luglio la Dea gioca a Reggio Emilia con i bosniaci del Sarajevo la gara di andata del secondo turno preliminare di Europa League, il fischio d’inizio è fissato per le 20.30 e già oggi, sabato 21 luglio, inizierà la corsa al biglietto.

 

 

Ben 945 punti vendita abilitati, si parte oggi. La macchina organizzativa degli orobici si è messa in moto attorno all’ora di pranzo di ieri e in serata (erano le 21) è stato pubblicato sul sito ufficiale il comunicato con tutti i dettagli per la vendita dei biglietti. I prezzi sono popolari (10 euro la Tribuna Sud) e in generale la sensazione è che si voglia fare di tutto per agevolare i tifosi nella prevedibile corsa all’acquisto. Il bergamasco, se qualcuno ancora non lo avesse capito, è fatto così: prima si impreca per la decisione e poi ci si mette al lavoro. La società sul proprio sito ha comunicato che sono ben 945 i punti vendita abilitati su tutto il territorio nazionale e anche allo stadio e all’Atalanta Store resteranno aperti con orari specifici gli sportelli per l’acquisto. La sensazione è che, nonostante il periodo e lo scarsissimo preavviso, ancora una volta i bergamaschi risponderanno presente per una sfida che avvia il percorso di sei tappe (si gioca tutti i giovedì di agosto) che potrebbe portare la Dea ai gironi.

Trasferta in Bosnia, tutti al lavoro. Per la gara di ritorno del prossimo 2 agosto, tutte le componenti del tifo si stanno organizzando. La Curva Nord ha chiamato a raccolta i tifosi per questa mattina alle 8.30 sul piazzale dello stadio dove saranno date tutte le informazioni necessarie, “Chei de la Coriera” si stanno organizzando in bus e anche il Club Amici è già all’opera per una trasferta che logisticamente non è affatto semplice ma che in bus (e sfruttando la nottata precedente) si può comunque fare. La Ovet, agenzia partner di Atalanta, dovrebbe pubblicare le opzioni organizzate in bus e aereo a inizio settimana, per ora le due possibilità sono in studio e il problema principale è dato dal periodo di ferie: trovare aerei con così poco preavviso non è affatto semplice ma dall’agenzia di viale Papa Giovanni fanno sapere che i contatti sono già avviati e che presto ci saranno novità. Dalle prime informazioni che arrivano, già molti tifosi hanno chiesto informazioni per una partita che è comunque molto importante per il futuro.

 

 

Coppa Italia, possibile quarto con la Juve a Bergamo. In una giornata caratterizzata dalla retromarcia del Tas, l’Atalanta registra una piccola buona notizia. Il tabellone di Coppa Italia è stato sorteggiato, i nerazzurri entreranno in gioco dal 13 gennaio con gli ottavi di finale con una tra Chievo e Cagliari come possibile avversaria (attenzione alle sorprese, c’è pure l’Albinoleffe) ma la bella notizia arriva dal quarto di finale in programma con la Juventus che si giocherà in gara unica a Bergamo. Da quest’anno il regolamento è cambiato, al sorteggio è stato anche associato a ogni squadra un numero da uno a otto e dopo il Milan (numero uno) è proprio l’Atalanta ad essere stata sorteggiata mentre la Juventus ha avuto il numero sette. Con questa situazione, il regolamento specifica che si gioca in casa della squadra con il numero più basso e quindi l’Atalanta sarebbe di scena in gara secca a Bergamo contro i bianconeri.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.