Il cafonomentro di fine e inizio anno
(siam reduci da serate impegnative)

Siamo reduci da serate e giornate impegnative. Sicuramente la cafonaggine ha salutato il 2018 e accolto il 2019 come solo lei può. Rassegna del meglio del peggio 31 dicembre / 1 gennaio. E naturalmente tantissimi auguri di buon nuovo anno.

 

10) L’outfit

Grandissima rottura di palle che affligge le donzelle per la cena del 31 (come, fra l’altro, il resto dei giorni dell’anno). Si finisce, come al solito, a indossare una delle tre soluzioni classiche: tubino rosso, tubino nero, vestitino lamè. Il rossetto sbava in pochi minuti. La piega crolla.

Livello cafonaggine: indecisione.

Piace perché: si finirà tutti uniformemente sgualciti in pochi minuti.

 

9) Il cenone

Si perdono i sensi a metà dell’aperitivo, il resto del tempo trascorre in una dimensione alterata e onirica. Tranquilli, è andato tutto bene. Giurerete a voi stessi una dieta ferrea. Tranquilli, non succederà: mezz’ora dopo eravate a leccare il mascarpone dalle pareti della ciotola.

Livello cafonaggine: sogno a occhi aperti.

Piace perché: come può non piacere?

 

8) Il brindisi

Cinque secondi di panico, qualche botto è partito, forse è già mezzanotte e un quarto, non si capisce niente. Comunque tanti auguri, baci, abbracci, limoni. Coda di auguri, anche con lo sconosciuto che bazzica le tavolate dal 24 e che non è stato ancora identificato.

Livello cafonaggine: prima figura di merda dell’anno.

Piace perché: immancabile.

 

7) Il programma televisivo

Il trionfo della cafonaggine. Casi di scuola del cafon-pensiero. Basterebbe dire che ci sono i Los Locos e invece vogliamo strafare: ci sono cantanti incappottati e imbacuccati che cantano in ritardo sulla musica (o forse è la diretta che fa schifo, chissà). Il corpo di ballo surgelato, il playback, il Bellini inquadrato metà del tempo.

Livello cafonaggine: eeeeeee Macarena!

Piace perché: Meneito.

 

6) Gli auguri inoltrati

Almeno togliete l’inoltro, per favore. Che ora su WhastApp si vede.

Livello cafonaggine: emoji dello spumante.

Piace perché: possiamo inoltrarli anche noi.

 

5) Il messaggino dell’ex

Sciagura. Che sia personalizzato, che sia generico, che sia inoltrato. Prima persona da mandare a cagare nel 2019.

Livello cafonaggine: posta del cuore 2019.

Piace perché: lusinga sempre un po’.

 

4) L’1 gennaio

Non pervenuto. Maalox e pennichella.

Livello cafonaggine: chi ben comincia…

Piace perché: tisana al finocchio.

 

3) Chi si addormenta

Uno di noi. Il migliore. Il coraggioso che sfonda il divano, che accetta lo scorrere inesorabile degli anni e accoglie la piomba post brindisi con maturità.

Livello cafonaggine: ronfata sul divano.

Piace perché: ci sentiamo giustificati a crollare dopo di lui.

 

2) Il «mai una gioia»

Cafonissimo. Utente social sempre taggato in giro per il mondo, vita social scintillante che polemizza contro l’anno in chiusura come se fosse stato condannato ai lavori forzati. Notizia: se ragioni così, faranno cagare tutti gli anni della tua vita.

Livello cafonaggine: scontento dal 2015.

Piace perché: presenza immancabile.

 

1) Il 2019

Sii buono, per favore. E clemente.

Livello cafonaggine: nuovo anno.

Piace perché: nuovo anno.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.