10 frasi in bergamasco su Lucifero

Una recente e discutibile moda porta ad attribuire a fenomeni naturali nomi di fantasia che ne sottolineano gli effetti in modo pittoresco. Non si è ancora spenta la memoria del dantesco “Caronte” che arriva “Lucifero”, parimenti pauroso e infernale. In realtà si parla di qualcosa che abbiamo sempre conosciuto, e che ha una durata precisa. Si chiama estate.

 

1 – Gh’éra bisògn de dàga ‘l nòm al cóld?

Tradizionalisti di natura, non capiamo la necessità di allargare il lessico, quando abbiamo già il nostro accrescitivo, più che sufficiente a descrivere il caldo torrido. [Trad. C’era bisogno di dare il nome al caldo?]

 

2 – D’estàt al gh’à de fà cóld


Profondi conoscitori dei cicli naturali, sottolineiamo con un pizzico d’ironia i toni allarmistici di chi descrive come straordinario un fenomeno che si ripete ogni anno. [Trad. D’estate deve fare caldo]

 

3 – Se l’piöv ü falì l’è pès


Non siamo particolarmente amanti del caldo, almeno non tutti, ma c’è qualcosa di peggio: l’afa. Per questo guardiamo con sospetto alla due gocce d’acqua che garantiscono un refrigerio temporaneo. [Trad. Se piove poco è peggio]

 

4 – Méno mal che gh’ó ‘l condissionadùr


Persino noi, poco inclini ad adottare dispositivi tecnologici evitabili, di fronte al termometro che supera i 35 gradi ricorriamo ai ritrovati del progresso. [Trad. Meno male che ho il condizionatore]

 

5 – Sirche de stà a l’ombréa

Se qualcuno non dispone delle risorse necessarie per acquistare un condizionatore, adotta tattiche semplici ma efficaci. Quelle che il telegiornale ci ricorda con implacabile puntualità. [Trad. Cerco di stare all’ombra]

 

6 – Pènsa chi che i mèt zó l’asfàl

C’è sempre chi sta peggio. Osservando gli operai addetti alla stesura del manto stradale nelle ore più roventi del giorno, sembra quasi di sentire un improvviso abbassamento della temperatura. [Trad. Pensa quelli che posano l’asfalto]

 

7 – In de màchina gh’éra 40 gradi


Una curiosa moda degli ultimi anni consiste nel fotografare il cruscotto dell’auto con l’indicazione dei gradi, per poi condividerla sui social. L’utilità del gesto è però dubbia. [Trad. In auto c’erano 40 gradi]

 

8 – A l’convé ‘ndà a l’Iper

La convenienza non è solo economica. All’interno dei reparti di ogni supermercato si può provare l’ebbrezza della frescura. Per eccesso di zelo, in alcuni però la temperatura è polare. [Trad. Conviene andare all’Iper]

 

9. Me se làe zó e só trebatìt in sich menùcc

In certi casi nemmeno la doccia fredda è un reale rimedio. Anzi, lo sarebbe ma il benefico effetto rinfrescante ha la durata effimera di ogni cosa bella della vita. [Trad. Mi lavo e trasudo dopo 5 minuti]

 

10 – L’éra amò mèi ol frècc

Su questa affermazione in molti di noi si trovano d’accordo, in virtù del fatto incontestabile che col freddo ci si scopre, mentre col caldo scoprirsi spesso peggiora la situazione. [Trad. Era meglio il freddo]

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.