Coppa Quarenghi, talenti in campo
in ricordo di un uomo fiero e leale

Forse, fra qualche anno, alcuni di loro calcheranno i campi della Champions League e dei maggiori campionati continentali. Oggi sono le giovanissime “stelle” di un Torneo Internazionale che è vetrina di indubbio prestigio, ma anche occasione per ricordare i valori senza tempo del dottor Angiolino. È in programma dal 24 al 27 agosto a San Pellegrino Terme l’undicesima edizione della “Coppa Angelo Quarenghi – Città di San Pellegrino Terme”, torneo internazionale di calcio giovanile che vedrà al via sedici squadre. Ci sono i nomi altisonanti di Chelsea, Atalanta, Juventus, Inter, Milan e Torino, quelli del Lokomotiv di Zagabria, dei russi del Krasnodar e dei finlandesi dell’HJK Helsinki, cui si aggiungono Hellas Verona, Cremonese, Renate, Albinoleffe, Virtus Bergamo ed i locali di Falco Albino Valle Seriana e US San Pellegrino Valle Brembana.

 

[Quarenghi in panchina con Herrera in un Inter-Real Madris del 1964]

 

Un “parterre de rois” che metterà in mostra (pronti per essere annotati sui taccuini di tanti osservatori) i tredicenni più promettenti del nostro continente, nati nel 2004 e per questo appartenenti alla categoria Giovanissimi. Un superlativo che si addice al Comitato organizzatore coordinato da Gian Pietro Salvi, neurologo dell’Istituto Clinico Quarenghi che fu regno del mitico dott. Angiolino, medico dell’Inter di Herrera e sindaco di San Pellegrino. «Il dottor Quarenghi – sottolinea Salvi – ha vissuto i fasti della Grande Inter, che a San Pellegrino era di casa, ma ha sempre privilegiato i valori di lealtà che sono alla base di qualsiasi sfida agonistica». La squadra milanese arrivò a San Pellegrino la prima volta per ritiro estivo nel 1960, guidata dal presidente Angelo Moratti, cui oggi è dedicato l’Inter Club locale fondato nel 2004. Si racconta che la frattura di un braccio del figlio di Herrera fu presa in cura dall’allora giovanissimo Angiolino Quarenghi. Il suo garbo competente conquistò il “Mago”, che lo volle nel suo staff. Il connubio fra l’Inter e il dottor Quarenghi durò 17 anni, durante i quali i neroazzurri vinsero di tutto e di più, in Italia, in Europa e nel mondo. A ricordare quell’epopea c’è ogni anno, oltre al Torneo, l’assegnazione del premio “Angelo Quarenghi – Uomo di sport”, andato quest’anno a Gian Piero Gasperini e nelle precedenti edizioni a nomi del calibro di Marcello Lippi, Luisito Suarez, Bruno Pizzul, Alfredo Calligaris, Emiliano Mondonico, Roberto Donadoni, Mariolino Corso e Mino Favini. Da non dimenticare anche il riconoscimento “Angiolino Quarenghi a.m.” assegnato annualmente da Panathlon e Coni Bergamo a grandi specialisti della medicina sportiva.

 

[Gian Piero Gasperini con il dottor Gian Pietro Salvi]

 

Ad iscrivere per prima il proprio nome nell’albo d’oro della “Coppa Quarenghi” è stata l’Atalanta, che piazzò una prestigiosa doppietta nel 2007 e 2008. Cinque vittorie (compresa l’edizione 2016) può vantarle l’Inter, mentre una a testa sono andate a Juventus, Torino e Milan. Per l’edizione 2017, le squadre saranno suddivise in quattro gironi eliminatori, formati ciascuno da tre squadre italiane e da una squadra straniera. «Sarà una grande festa di sport – aggiunge Salvi – che coinvolgerà l’intera cittadina termale e la Val Brembana, allargandosi per numerosi incontri anche al campo di San Giovanni Bianco». È già assicurata la presenza del bus “inglese” al servizio delle squadre, così come il trenino per il giro turistico del paese. Giovedì 24 agosto, alle 19.30, le squadre sfileranno nel centro di San Pellegrino, sino allo stadio dove alle 21 si disputerà l’incontro di apertura fra Inter e Torino. Le giornate di gara saranno quattro e culmineranno nelle finali di domenica 27 agosto: a partire dalle 14 (anche a San Giovanni Bianco) tutte le squadre saranno di nuovo in campo e alle 19.30 si disputerà la finalissima a San Pellegrino. Sarà d’obbligo, per luogo ed età dei calciatori, brindare con l’acqua minerale, ma il calcio champagne non è poi così lontano.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.