Ecco dove festeggiare Capodanno. Non solo in città

La vera proposta alternativa è girata su Facebook per opera di qualche mente geniale: passare il capodanno ai distributori automatici. Del resto sono sempre più diffusi e vendono di tutto. Certo, lo spumante è meglio portarselo da casa. Sono 14 mila le persone interessate, 3.400 i partecipanti, 4.600 le condivisioni.

Goliardia a parte, il Comune, con Radio Number One, ha organizzato il tradizionale Capodanno in piazza (Matteotti). Si va dal piano solo al concerto di Grido, dei Gemelli DiVersi, dalle 19 alle 2. Ball’intrattenimento di Radio Number One a performance acrobatiche e show luminosi. Gli altri ospiti della serata? Davide Locatelli, finalista al talent show di Rete 4 Tu si que vales, che presenta il suo show La Vie en Rock. A «guidare» il pianista c’è Marco Fortunato, voce storica delle radio locali e ora direttore di Radio Mille Note. Locatelli suonerà brani famosissimi, storici ed attuali. Lo stile che unisce la musica classica all’immagine punk dell’artista è uno dei fenomeni attuali che ha avuto molto successo sui social, e conta un folto novero di fan e simpatizzanti. Ogni brano viene introdotto raccontandone brevemente un aneddoto curioso, la contestualizzazione artistica e storica, con video e fotografie a fare da sfondo al viaggio musicale.

Madrina della serata sarà Luana Vollero, volto noto di TeleArena, autrice, speaker e conduttrice televisiva, che avrà il compito di accompagnare il pubblico nei numerosi momenti di spettacolo e farà da trait-d’union per tutti gli show.

Il pubblico saluterà l’ultimo giorno del 2016 con il concerto di Grido, ex Gemelli DiVersi, da tempo impegnato in una carriera solista. Luca Aleotti (questo il suo vero nome), ex frontman della band, sta percorrendo strade nuove. «Cercavo un cambiamento perché i miei interessi non coincidevano più con quelli della band. E nella vita bisogna saper cambiare direzione», dice. «Auguro loro il meglio, mi spiace soltanto abbiano mantenuto il nome che non identifica più quello che è stato». Cappellino in testa, aria simpatica e tante cose da raccontare, il suo nome d’arte lo riporta indietro all’infanzia, quando abitava nella realtà difficile dei sobborghi milanesi. Soprannome che suo fratello J-Ax gli aveva dato proprio per «il volume della voce sempre troppo alto». Appassionato di writing, branca fondante della cultura hip-hop, ha pubblicato il singolo Strade Sbagliate. Titolo che sa di autobiografico e che anticipa Segnali Di Fumo, l’album che uscirà a febbraio «che nell’immaginario mi ricorda gli indiani d’America». Testo intriso di significato e video girato a Los Angeles, che introducono al fil rouge «emotivo» del disco, all’insegna di «serenità e consapevolezza».

E, per finire, tutta la carica della festa targata Radio Number One, con dj set, animazione, gadgets luminosi, acrobatica aerea e lo show led del performer Warez: robot umano alto 5 metri che impressionala folla con effetti luminosi e pirotecnici. «Ogni anno sono tanti i cittadini che scelgono di festeggiare in piazza l’ultimo dell’anno. – dichiara l’assessore al tempo libero Nadia Ghisalberti -. Il 31 dicembre saranno numerosi i luoghi della città dove condividere l’arrivo del 2017. Sul palco davanti a Palazzo Frizzoni si alterneranno momenti di spettacolo capaci di andare incontro a gusti diversi del pubblico. La pista di pattinaggio in Piazza della Libertà sarà aperta fin dopo mezzanotte, mentre i teatri, come da tradizione, mettono in scena spettacoli sempre molto attesi: al Teatro Donizetti il consueto appuntamento con l’operetta (Il paese dei campanelli), mentre al Creberg arriva Enrico Bartolino. Anche all’Edonè e al Polaresco sono state organizzate serate speciali per festeggiare fino a tarda notte. Con l’augurio che per tutti sia un momento di serenità e festa».

Un’altra festa in piazza, ma dai toni decisamente più morbidi, è stata organizzata dentro le Mura Venete dalla Comunità delle botteghe di Bergamo Alta: «Una festa sarà ancora più bella grazie all’Abbraccio di Natale, l’installazione luminosa sotto il Palazzo della Ragione – spiega Fabrizio Brivio, dell’associazione –. Ci sarà un dj set dalle 23 alle 2 di notte, qualcosa di soft che si adatta a Bergamo Alta, per allietare la serata a chi la passerà anche nei ristoranti».

C’è anche, per la prima volta, la festa all’Edonè, dalle 11 alle 4 del mattino. Quando farà troppo freddo in piazza, o anche prima, ci si può rintanare nel locale di Redona. In connsolle dj Caravan, Jo Posillipo, dj Pog. Special Guest: dj Torquato. Garantiti Trash Music da ‘80 e ‘90, fuochi d’artificio, pandoro e brindisi di mezzanotte.

 

Bolgia a Verona, esotismo a Capogiro e Bobadilla

bobadilla-01

Il Capodanno in discoteca, per i cultori del genere, è un classico. Del resto il popolo della notte tira sempre l’alba: per il primo gennaio si può fare anche di meglio. Il Bolgia di Osio Sopra, per esempio, punta a tirare mezzogiorno. Per farlo, ha unito le forze con l’AlterEgo club di Verona, dove si terrà la 12 ore di musica dance. Special guest: Sam Paganini. Il Capogiro di Curno propone una festa in stile Bollywood: colori, gioia ed emozioni dalla faccia più ludica dell’India. Il Bobadilla di Dalmine, invece, ci porta tra gli sceicchi di Dubai, con tanto di odalische. La serata si conclude alle 6 del mattino con cappuccino e brioche per tutti.

 

Pink Violence Squad, trash al Druso

druso

Poteva il Druso di Ranica esimersi dall’organizzare qualcosa di alternativo per San Silvestro? No. Talmente alternativo che il locale di Ranica apre all’una, cioè a 2017 già iniziato. Un invito a farsi il proprio brindisi dove si vuole, per poi venire a scatenarsi all’insegna del trash della premiata orchestrina Pink Violence Squad – già turnisti per il maestro Canello -, che torna ad allietare  e lo fa in grande stile. Il meglio del peggio della musica dagli anni ’70 fino ai giorni nostri miscelate con la solita cura. Ci saranno la Carrà che ammicca agli Wham, gli Abba che sculettano al ritmo della Dance anni ’90 e Lady Gaga che gorgheggia con gli 883. Ingresso 10 euro. Ma non c’è solo Capodanno: il Druso propone anche altri concerti, in questi giorni. Stasera, venerdì 30 dicembre, ci sono i Led Black, tributo ai Led Zeppelin. Dopo il primo gennaio, una pausa di riflessione fino a giovedì 5 gennaio, quando suoneranno i Metropolis: funky, soul, disco. Ingresso consumazione inclusa 10 euro. Ore 22.30.

 

Piccola Orchestra Karasciò a In DispArte

maxresdefault

Un Capodanno un po’ diverso, un po’ informale, un po «in dispArte». Il locale di via Madonna della Neve 3, prima della mezzanotte, a partire dalle 22, ospita un concerto della Piccola Orchestra Karasciò. Dopo mezzanotte, balli con Carolina Pasinetty & the Buds. Per la cena, ricco buffet con piatti freddi e piatti caldi (risotto al prosecco e gamberi, ravioli alla borragine, burro chiarificato e pomodorini, zampone e lenticchie). Ci sono anche i dolci: dadolata di frutta fresca, pandoro e panettone con le creme, assaggi di torta da forno dello chef. Il tutto a 40 euro bevande escluse.

 

Spagna sulle rive dell’Adda

ivana spagna

Sulla morte di George Michael il giorno di Natale è stato detto molto. Un’icona degli anni ‘80 se n’è andata. Un’altra, tutta italiana, ha 62 anni e il volto camuffato dalla chirurgia plastica. Ma la voce è sempre da hit. Parliamo di Ivana Spagna, oltre dieci milioni di dischi venduti, con due singoli, Easy Lady dell’86 e Call Me dell’87, che da soli hanno sfiorato i 5 milioni di copie. La cantante è la star del Capodanno in piazza a Calusco d’Adda, in piazza San Fedele (nel teatro omonimo in caso di maltempo), da mezzanotte in poi. Spagna l’ha incontrato due volte il leader degli Wham, in occasione delle convention internazionali della Sony a Vancouver: «Aveva una voce splendida, non sbagliava mai una nota». L’artista veronese era abituata ad altre platee, certo, ma tant’è. L’evento Le notti delle stelle, Spagna a parte, può contare su street food, animazione e mercatini. Alle 22.30, per scaldare il pubblico, un altro concerto: Danilo Amerio, uno che ha scritto indimenticabili evergreen come Donna con te (Anna Oxa), Gli altri siamo noi (Umberto Tozzi), Gente di Mare (Umberto Tozzi e Raf).

 

Il San Silvestro nelle valli bergamasche

grand-hotel-di-san-pellegrinoci-sono-i-soldi-apertura-nel-2019_0ea19562-e221-11e4-b7e6-dfd3eeabba53_700_455_big_story_linked_ima

Il Capodanno in montagna, dalle nostre parti, è molto diffuso. In generale ci si chiude a mangiare e bere in baite, rifugi e ristoranti, ma non mancano le proposte all’aria aperta. L’arrivo del nuovo anno è festeggiato in molte piazze della val Seriana, tra cui Selvino, Castione della Presolana e Clusone. Anche a Parre si aspetterà con ottima musica e buon cibo l’arrivo del 2017. Poi ci sono le fiaccolate sotto le stelle, per dare l’atmosfera giusta al momento suggestivo: quest’anno sono state organizzate al Monte Purito, al Monte Pora e a Colere. In Val Brembana, occhi puntati sul Capodanno on ice di San Pellegrino Terme: animazione, dj set e spettacoli dalle 22.30 in poi. Più vicino alle piste, consigliato il Party in the woods di San Silvestro in piazza Vittorio Emanuele, a Branzi. Special guest Frankie Gutha dj, che si alterna con la musica dal vivo dei The Blues Doctor. Animazione a cura di Gigi Gas.

Lascia un commento

Devi loggarti per pubblicare un commento.